Magazine Cultura

The builders di Daniel Polansky

Creato il 30 giugno 2019 da Rox186

The builders di Daniel Polansky
THE BUILDERS, di Daniel Polansky
Acheron Books, 173 pagine, € 15,00
Genere: furry pulp western
Voto: 3/5
The builders” di Daniel Polansky è un cosidetto furry, cioè un romanzo che ha come protagonisti animali umanizzati. Tipo la Disney, anche se, decisamente, non si tratta di Disney. È più Tarantino in salsa western, in effetti. Come se tutti gli animaletti pucciosi che costellavano i libri che leggevamo da piccoli (topolini, tassi, talpe, volpi e gattini) si svegliassero un giorno in una storia pulp.La trama è questa: il Capitano, un topo guercio con la faccia di bronzo tipo Clint Eastwood dei tempi di Sergio Leone, raduna la vecchia banda, composta dagli animali più veloci del west: un furetto francese, un grosso e muscoloso tasso, un ermellino con una mira infallibile, una salamandra abilissima di mano e una talpa infida. Lo scopo è riconquistare una sorta di palazzo reale da cui il Capitano è stato scacciato anni prima in seguito alla faida tra due fratelli regnanti. Si tratta di un romanzo che è stato finalista al Premio Hugo 2016, e posso capire perché: è scritto bene, con uno stile molto personale e citazionista. L’influenza degli spaghetti western e di Sergio Leone è enorme e, naturalmente, c’è dentro molto pulp. Però, personalmente, devo dire che non mi ha entusiasmato. Come racconto lungo sarebbe stato bellissimo, ma come romanzo manca di approfondimento. L’ambientazione e il background emergono a stento da uno show, don’t tell estremizzato e i personaggi muoiono prima di avere il tempo di essere davvero approfonditi.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines