Magazine Economia

Tipi di Testamento: Olografo, Pubblico, Segreto o Speciale

Da Raffa269
Tipi di Testamento: Olografo, Pubblico, Segreto o Speciale

Vediamo le diverse tipologie di testamento che vi potreste trovare a scrivere scegliendo tra quello pubblico, privato segreto, olografo, segreto o speciale. Vi fornirò alcuni importanti chiarimenti atti prima di tutto a non renderlo impugnabile o nullo in quanto vanificherebbe la finalità e lo sforzo emotivo che avete messo nello scriverlo; ma anche perchè potrete esserne i destinatari o anche gli esclusi ingiustamente.

A tal fine vi fornisco alcuni chiarimenti interessanti in sintesi per vedere come muovervi.

Tipologie di testamento

Esistono diversi tipi di testamento che variano in funzione delle formalità adottate nella compilazione e dal contenuto.

Possiamo distinguere tra i seguenti tipi:

  • Testamento Pubblico
  • testamento Olografo
  • Testamento Segreto
  • Testamento Speciale
  • Testamento condizionato

Il testamento pubblico viene redatto da uno speciale pubblico ufficiale, il notaio che riceve le disposizioni testamentarie in presenza di due testimoni. Solitamente i due testimoni non sono gli eredi o i familiari ma sono dei segretari del Notaio che fanno solo da testimoni. Nel testamento pubblico viene fatta indicazione del o dei destinatari dei beni del de cuius. Non potranno essere accollati i debiti solo su di uno se non come condizione sospensivo alla accettazione di un altro bene del deceduto.

Si differenzia dal testamento olografo in quanto la redazione viene fatta dinnanzi ad un pubblico ufficiale e due testimoni per cui l'origine è accertata a differenza dell'olografo che viene scritto di proprio pugno dall'interessato.

Nell'atto viene inserita l'ora esatta dell'inizio e della fine della redazione ed un luogo della redazione che talvolta possono essere una caratteristica discriminante qualora gli eredi vadano in contenzioso. Viene inoltre riletto dal Notaio alla presenza dei due testimoni.

Il Notaio può guidare nella redazione il compilatore avvertendolo di eventuali vizi o lesioni delle quote legittime ma quello che vuole scrivere colui che lo compila è libero di scriverlo.

Devono essere indicati il luogo di ricevimento delle ultime volontà, la data e l'ora della sottoscrizione. Segue, obbligatoriamente, la firma del testatore, dei testimoni e del notaio.

Testamento Olografo

Solitamente è quello più utilizzato in quanto più semplice da redigere e meno costoso perchè non richiede la presenza di un Notaio anche se la possibilità di sbagliarsi è dietro l'angolo per cui si dovranno rispettare tutti i requisiti richiesti dalla normativa affinché non possa essere impugnato e conseguentemente le volontà testamentarie non essere rispettate.

Il testamento olografo è scritto dal testatore di proprio pugno (anche il testamento segreto è scritto con questa modalità ma alla presenza di due testimoni) e dovrà avere cura di essere datato, ora esatta o firmato in ogni suo foglio. E' molto importante la grafia utilizzata dal compilatore in quanto è fondamentale che risponda a due requisiti ossia la personalità e l'abitualità.

In questa sede possono sembrare due concetti difficilmente comprensibili ma intuitivamente possiamo desumerne il significato e la ratio del legislatore.

La finalità è quella di andare a verificare se non sia stato costretto da terzi a scrivere quelle disposizione o non sia stato scritto sotto effetto per esempio di alcool o droga.

Il problema è che alle soglie del 2018 vi sono pochi soggetti che scrivono a penna per cui tutti vorrebbero scrivere al computer. Si potrebbe ovviar mediante la firma elettronica digitale o smart card anche se questo espone a dei rischi.

  • Mancata lettura dopo anni del contenuto
  • Mancata conservazione della firma
  • Modifiche nei protocolli
  • Rottura dei server dove viene conservato elettronicamente il file sia presso casa sia presso terze strutture con conseguente perdita del contenuto

A scanso di equivoci se volte stare sereni il Notaio è la via più sicura anche è più costosa. Nel seguito vi darò anche un preventivo di quello che potrebbe essere la redazione di un testamento per farvi due calcoli.

Caratteristiche del testamento olografo

  • Firma: tutto il contenuto tutto quello che trovate scritto sul testamento deve essere scritto dal compilatore utilizzando la calligrafia che usa abitualmente. La mancanza di queste caratteristiche determina la nullità del testamento. Non importa il materiale su cui sia scritto purché non sia scritto a macchina o con PC. Anche se solo alcune parti lo sono tutto il testamento sarà nullo. Le variazioni o le aggiunte successive o anche in corso alla stesura devono essere firmate al lato. La firma può essere messa all'inizio o alla fine o anche dietro al foglio ma meglio su ogni pagina e in calce datemi retta. spesso potrebbe cambiare il modo di scrivere su più pagine e questo potrebbe rappresentare una elemento che potrebbe impugnare un soggetto interessati. L'importante è comunque che siano salvaguardate le due caratteristiche sopra menzionate riguardanti la calligrafia.
  • Data di compilazione datato: deve essere nel formato giorno, mese, anno ed è una caratteristica la cui assenza potrebbe determinare la annullabilità del contratto. Il compilatore infatti avrebbe potuto essere incapace di intendere e di volere in quel giorno.
  • Precisa indicazione dei beneficiari: anche se questo non determina nocumento se non via indiretta, sarà importante che indichiate i soggetti beneficiare e/o i beni o diritti oggetto del testamento i modo preciso. Se trattasi di persone abbiate cura di indicare nome, cognome, luogo e data di nascita. Se trattasi di persone giuridiche abbiate cura di indicare il codice fiscale e la partita Iva.

Dove tenere il testamento Olografo

Se da una parte è la modalità che potrebbe sembrare meno costosa per via dell'assenza di intervento da parte del Notaio dall'altra invece periste un problema relativo alla custodia del testamento che, se a casa potrebbe essere messo in cassaforte e solitamente i ladri è la prima cosa che aprono e devastano.

Altra ipotesi sarebbe quella di nasconderlo tra i libri e le ricette di cucina ma lasciamo perdere anche questa scelta. resta allora la cassetta di sicurezza alla banca ma questa ha un costo annuo (stimate costo annuo di 100 euro a cassetta).

La soluzione alternativa potrebbe essere il deposito presso un notaio: anche questo ha un costo annuo e risponde ad alcune esigenze formali (presenza di testimoni). Inoltre il problema è quello di tirarlo fuori al momento della morte in quanto gli eredi potrebbero non sapere che sia stato redatto e potrebbe emergere solo dopo molto tempo.

Alcuni sono soliti invece consegnare copia del testamento ai beneficiari testamentari anche se anche in questa occasione può accadere che muoiano insieme e non sia fatta la volontà.

In sintesi e con una buona dose di praticità trovate il Notaio che costa poco perchè sarebbe la soluzione migliore.

Testamento segreto

Il testamento segreto, al pari di quello olografo viene scritto di proprio pugno dal compilatore però deve essere fatto alla presenza di almeno due testimoni. Può essere scritto anche sul PC e stampato da una persona diversa dal compilatore anche se dovrà poi firmarlo alla presenza di due testimoni e consegnarlo al Notaio o sigillato o facendoselo sigillare.

Se scritto al Computer e poi stampato le pagine che lo compongono andranno numerate e soprattutto firmate singolarmente pena l'annullabilità dell'atto. naturalmente nonostante la possibilità di annullamento consiglio sempre di firmare i contratti su ciascuna pagina per estesa e nulla valendo la sigla.

Anche in questo caso il Notaio consegnerà un verbale di consegna come nel caso di quello pubblico e che dovrebbe essere il documento che va inviato ai beneficiari o che i beneficiari dovranno trovare una successivamente alla morte del testatore.

In questo caso non è necessaria la data di sottoscrizione in quanto farà fede quella di consegna al notaio che dovrà verificare l'effettiva capacità di agire al momento della consegna e non a quello della sottoscrizione.

Se il testatore non è in grado di apporre la firma come nel caso del testamento pubblico dovrà comunicarlo al notaio il quale lo dovrà annotare sul verbale della redazione e nel corpo del testamento.

Il vantaggio del testamento segreto consiste nel mantenere segrete le disposizioni testamentarie fino all'ultimo. Sappiamo che ciascuno di noi ha una percezione della giustezza di una decisine oppure valuta semplicemente perchè non si hanno tutte le informazioni disponibili. Il Notaio infatti non può pubblicare o rendere note a terzi le volontà prima della morte. inoltre come detto prima garantisce maggiore livello di sicurezza e custodia.

Testamento speciale

Esiste anche un'altra tipologia di testamento che rappresenta una categoria a parte rispetto a quello pubblico e che beneficia di alcune semplificazioni in virtù della situazione in cui è predisposto. Parliamo di calamità naturali o malattie o durante dei viaggi ed è fatto dinnanzi a particolari categorie di persone.

In particolare sono dei testamenti pubblici che invece di essere redatti dinnanzi al Notaio sono consegnati ad altri pubblici ufficiali quali giudici, sindaci, ministro di culto, comandante di nave o di aeromobili, ufficiale o cappellano militare, eccetera

La caratteristica particolare riguarda la loro durata efficacia trascorsi tre mesi dalla cessazione della situazione di emergenza.
Il testamento prima della morte del testatore viene, per sua natura, mantenuto segreto ed è sempre revocabile.
Aperta la successione, è invece necessario che ne venga divulgato il contenuto. Questa esigenza è assicurata attraverso l'istituto della pubblicazione, per cui occorre rivolgersi a un notaio.

Pubblicazione del testamento

Alla morte del testatore, il notaio provvederà alla pubblicazione del testamento. I testamenti olografo e segreto devono essere pubblicati davanti ad un notaio dopo l'apertura della successione, altrimenti non possono essere fatti valere.

Variazioni e modifiche

E' possibile farlo ma attraverso altro atto pubblico dinnanzi al notaio. In pratica si deve rifare la procedura anche solo per la variazione parziale.

Nel caso in cui colui che fa testamento sia incapace di leggere sarà necessaria la presenza di quattro testimoni.

Pensate che un'altra causa di nullità potrebbe essere per esempio la redazione da parte della segretaria o assistente di persona diversa dal notaio e la mancata sottoscrizione del testatore e del notaio.

Un conto è la nullità ed un conto l'annullabilità. Quest'ultima infatti deve essere fatta valere dinanzi al giudice attraverso un processo di impugnazione del testamento.

Casi particolari

Nel caso di inabili a parlare o a scrivere vi dovranno essere quattro testimoni in luogo dei due per garantire una maggiore comprensioni delle volontà testamentarie. Anche l'incapacità di apporre al firma dovrà essere adeguatamente motivata al Notaio che dovrà raccogliere materiale documentale atto a comprovare che non poteva essere apposta.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :