Magazine Società

Togo / La protesta della società civile si sta sempre più allargando a macchia d'olio

Creato il 22 giugno 2011 da Marianna06

In questi giorni di fine giugno la "piazza" in Togo è veramente incandescente, tanto nelle diverse cittadine  che a Lomé, la capitale, e la protesta della gente contro il Governo è generalizzata.

Ci sono moltissime promesse fatte  dall'alto ,troppe, e non mantenute.

Ci sono esigenze sacrosante evidenziate a più riprese dalle giovani generazioni come, ad esempio, gli studenti universitari.

Ossia il diritto sacrosanto di avere docenti competenti e...non scelti tra gli amici degli amici.

Aule ed attrezzature all'altezza del compito.

Esami fatti con serietà... e si potrebbe, in merito, continuare all'infinito.

C'è  inoltre una sanità che definirla tale è volerle fare semplicemente la" vignetta", proprio come si dice dalle nostre parti.

Salvo poi vedere con i propri occhi oppure venire a sapere che la lobbie politica locale va a curarsi all'estero in caso di necessità e  di urgenza.

E poi però, particolare non trascurabile, le pance dei togolesi onesti sono sempre più vuote, come accade nella Prefettura di Vo.

La Prefettura di Vo, infatti, per quanto sia un territorio ricco di minerali pregiati nel sottosuolo, come i fosfati, ha un elevatissimo numero di disoccupati tra i suoi abitanti.

In fondo in Togo si protesta perché si chiede lavoro, istruzione e sanità.

Tutte priorità assolute per una vita da vivere con dignità di persona.

Ma il presidente togolese Faure Gnassingbé Fyadéma, di cui conosciamo bene le modalità  utilizzate per farsi rieleggere nel marzo 2010, fa comunque orecchie da mercante.

Incurante delle proteste della piazza, egli vuole addirittura, a quanto pare, attribuirsi maggiori poteri decisionali nel campo della giustizia.

Ma quasi certamente, quando la pazienza della gente sarà davvero esaurita, assisteremo, ahimé, all'ennesimo "golpe" africano.

E ci auguriamo,  stavolta,  che avvenga, piuttosto, senza troppo spargimento di sangue.

Con modalità, il più possibile, da cammino democratico in "fieri".

 

   A cura di Marianna Micheluzzi (Ukundimana)

 

P1000277
 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La sorpresa la vorrei…

    sorpresa vorrei…

    Katia 23 aprile La sorpresa nell’ uovo di Pasqua piace molto ai grandi, non solo ai bambini. Se i bambini sperano di trovare un giocattolo, il più bello in... Leggere il seguito

    Da  Gianpaolotorres
    SOCIETÀ
  • La Camorra

    Camorra

    Click to Play Campania - La Camorra. Casal di Principe e la sua storia. Racconti di camorra e dei suoi boss arrestati dalle forze dell'ordine.Casal di... Leggere il seguito

    Da  Apietrarota
    ATTUALITÀ, INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • La Genesi

    Origine e prolificazione. Generazione di guerra e di pace… Di amore di odio. Scartata e annoverata. La parte della donna che ti avvolge e si occulta dietro le... Leggere il seguito

    Da  Francobaldini
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • La Rinascente.

    Rinascente.

    Ok e cosi' l'Italia si e' venduta un altro pezzo della sua storia. Stavolta una societa' che risale al 1865 e il cui nome e' legata a persone importanti come... Leggere il seguito

    Da  Fabiofabbri
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La polveriera

    In Grecia, a scendere in piazza per protestare non ci sono più solo i black block e gli anarchici: in piazza scende il ceto medio, o quello che rimane. Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ
  • La stampella

    stampella

    Non vale neanche la pena di discutere sulle prodigiose qualità del liquido che la fede vuole sia il sangue di San Gennaro, non in assenza dell’analisi chimica s... Leggere il seguito

    Da  Malvino
    SOCIETÀ
  • La solidarietà

    solidarietà

    I deboli in questo tempo difficile non sono solidali tra loro. Ma i deboli dovranno diventare solidali gli uni con gli altri quando su di essi comincerà ad... Leggere il seguito

    Da  Jitsumu
    SOCIETÀ