Magazine Cinema

Top 10, il meglio della serialità americana. Le serie tv da recuperare

Creato il 31 dicembre 2013 da Oggialcinemanet @oggialcinema

Top 10, il meglio della serialità americana. Le serie tv da recuperare

31 dicembre 2013 • Rubriche Speciali, Serie TV, Vetrina Cinema

Le serie tv più cool del 2013 

Dopo aver elencato tutte le serie flop del 2013, è giusto elencare anche tutto il meglio della serialità americana e non. Tante infatti sono state le produzioni televisive che hanno brillato durante questa stagione, e racchiuderle in una classifica è molto riduttivo. Ma bisogna fare assolutamente una scelta, ecco perché noi della redazione di Oggialcinema.net che tanto amiamo l’universo seriale, siamo riusciti a cogliere il meglio da quest’anno appena trascorso. Ecco a voi quinti le 10 serie tv più belle e cool del 2013.

10. Scandal. Solo preghi e pochi difetti per Scandal, la serie di Shonda Rhimes. Intrighi politici e sfrenate passioni sono al centro di una vicenda elettrizzante, coinvolgente che regala emozioni e fa rimanere sempre con il fiato sospeso. Se da una parte l’amata ed odiata Shonda sta facendo un ottimo lavoro, contribuisce al successo di Scandal, una magnetica e bellissima Kerry Washington ora calata alla perfezione nei panni di Olivia Pope.

9. The Americans. Una delle più convincenti realtà che questo 2013 ci abbia lasciato è sicuramente The Americans. Trattare lo spy-drama con un ritmo lento e senza ricorrere all’azione perdifiato non è facile. Eppure il risultato ha pienamente convinto e non ha annoiato gli spettatori. Bravissimi Matthew Rhys e Keri Russell.

Ottava posizione per Masters of Sex

Ottava posizione per Masters of Sex

8. Masters of sex. Nel presentare un’incredibile forza narrativa e con la mano di una rete trasgressiva come Showtime, Master Of Sex non poteva passare inosservata. Realizzare una serie che parli di sesso e allo stesso tempo racconti di fatti realmente accaduti, sembrava un’impresa irrealizzabile. Non per Showtime che ci ha regalato lo show più interessante di fine anno.

7. Girls. Una serie tv può essere vicino ai problemi dei giovani d’oggi? Si, ma solo Girls può farlo. Dramedy della HBO (giunta alla sua terza stagione), Girls stravince per originalità e freschezza grazie ad una vicenda che si avvicina alla triste realtà giovanile, ma soprattutto per una protagonista principale (Lena Duhman) sboccata e menefreghista più che mai.

6. Orange is the new Black. Il prison drama è sicuramente un genere che tira, ma con Orange is the new black,  la piattaforma web di Netflix ci ha sicuramente preso. La versione femminile di capolavori come Oz e Prison Break ha subito colpito per la sua intraprendenza e la sfacciataggine nel trattare tematiche delicate, raccontate senza peli sulla lingua e con disinvoltura.

Quinta posizione per Game of Throes

Quinta posizione per Game of Throes

5. Game of Thrones. La saga cavalleresca/fantasy nata dalla mente dello scrittore George R.R. Martin continua a mietere consensi. Trasmessa sulla rete  HBO da tre anni (è in arrivo in primavera una quarta stagione), Game of Thrones è ormai un fenomeno vero e proprio. Seppur con qualche libertà narrativa di troppo, l’adattamento dei romanzi del noto scrittore, non smette di emozione e commuovere con gusto grazie ad una vicenda genuina e ad un’ambientazione da mille ed una notte.

4. Les Revenants. Dalla Francia, una serie sugli zombie che non ricorda né The Walking Dead né nient’altro attualmente in circolazione, anche perché non è che sia proprio una serie sugli zombie, quanto su delle persone morte ritornate in vita. Le atmosfere inquietanti e oniriche riportano alla mente il mai dimenticato Twin Peaks e le magiche musiche dei Mogwai fanno il resto. Sorpresa dell’anno.

3. Homeland. Okay, okay, la terza stagione di Homeland è stata inferiore alle due precedenti (veri capolavori). Eppure anche a questo giro, e forse ancor più che in passato, la serie ha saputo sorprendere e spiazzare. Persino shockare, con un finale più che inaspettato, in grado di aprire molti interrogativi sul futuro. Forse sarebbe meglio chiudere adesso che è ancora al top?

Seconda posizione per Broadchurch

Seconda posizione per Broadchurch

2. Broadchurch. Direte voi:”Un’ennesima mini-serie tv inglese?” Non fermatevi alle apparenza perché Broadchurch è un vero gioiellino. 8 episodi per raccontare un dramma familiare intenso e toccante, il tutto servito con la bravura di David Tennant. Per ora dovete sapere che la serie è meravigliosa, prossimamente su queste frequenze, leggerete una vera celebrazione.

1. Breaking Bad. La ciliegina sulla torta. Dopo cinque stagioni tutte in crescendo, gli ultimi episodi di Breaking Bad non hanno certo deluso e sono stati qualcosa di perfetto. La chiusura ha consegnato definitivamente a noi fortunati spettatori e alla storia della televisione, uno dei personaggi più sfaccettati e controversi di sempre: Walter White. Lasciandoci però anche con un grave problema: dove troveremo ora un’altra serie alla stessa altezza?

Di C. Lanna, M. Goi, F. Sciortino per Oggialcinema.net

Breaking BadBrodchruchGame of ThronesHomelandLes RevenantsMaster of SexOrange Is the New BlackScandalThe Americans


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :