Magazine Cucina

Torta con fichi secchi e noci al olio e acqua

Da Worrie
Torta con fichi secchi e noci al olio e acqua
Questa non è una torta come una nuvola ma è ottima da mangiare la colazione con una tazza di latte o per la merenda con una tazza di tè. E' una torta di riciclo, sicuramente anche voi avete in qualche angolino di cucina dei fichi rimasti e delle noci, l'hanno arricchita molto, infatti aveva un buon gusto. Ho messo poco zucchero anche perché i fichi erano dolcissimi, perciò anche l'acqua del mollo dei fichi era molto dolce e usando quella ho dovuto ridurre lo zucchero perché non volevo che venisse troppo dolce, ma se a voi piace più dolce, potete aggiungere ulteriore zucchero. Ecco a voi la ricetta !
Torta con fichi secchi e noci al olio e acquaIngredienti :
  • 3 uova
  • 300 gr di farina
  • 50 gr amido di mais
  • 120 gr di zucchero
  • 70 gr olio di semi
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 250 gr di fichi secchi
  • 100 gr acqua (quella dal mollo dei fichi)
  • 50 gr gherigli di noci
  • 2 cucchiai di zucchero di canna

Preparazione:
  1. Tagliare i fichi in 4 e metterli a mollo in acqua, in una terrina, per almeno 30 minuti. Scolare, tenendo l'acqua da parte per utilizzarla per la torta, darà gusto e dolcezza.
  2. In una ciotola sbattere con una frusta le uova con lo zucchero finché saranno chiare e spumose.
  3. Unire l'olio, l'acqua, mescolare ed infine l'amido di mais, la farina e il lievito setacciati insieme in precedenza e la vanillina.
  4. Amalgamare anche i fichi scolati e le noci spezzettate con le mani e trasferire il composto in uno stampo con diametro 22 cm, precedentemente unto ed infarinato e spolverizzare sopra con lo zucchero di canna.
  5. Preriscaldare il forno a 170°, infornare e cuocere per circa 45 minuti   (fate sempre la prova stecchino).
  6. Sfornare, lasciare raffreddare su una gratella, sistemare su un vassoio e servire.
Torta con fichi secchi e noci al olio e acqua
Torta con fichi secchi e noci al olio e acqua

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :