Magazine Cucina

Treccine alle gocce di cioccolato, banana e lievito madre (ricetta passo passo)

Da Consuelo Tognetti
...sapesse mescolare un po' di acqua e farina e fare una magia?Qui, gente, sto parlando di vera magia. Ho desiderato che Adam morisse almeno un migliaio di volte; ho immaginato, perfino progettato, la sua fine --- ma il suo pane e la sua schiacciata sono semplicemente divini. Vedere il suo pane uscire dal forno; annusarne l'aroma di bontà lievitata così profondamente gratificante, spiritualmente confortante; spezzarlo, rompendo quella crosta polverosa di farina e immergendosi in quell'interno dalla consistenza eterea; assaggiarlo...equivale a sperimentare il vero genio. Le sue pagnotte contadine sono oggetti perfetti, una disposizione di atomi non perfezionabile nè da Dio nè dall'uomo, che soddisfa tutti i sensi contemporaneamente. Cèzanne avrebbe certamente voluto dipingerle, ma avrebbe pure potuto non ritenersi all'altezza dell'incarico.tratto da "Kitchen Confidential" di Anthony Bourdain
Solo chi veramente ama il pane, il profumo della farina, il piacere nel mescolare gli ingredienti e affondarci le mani, impastare, percepirne l'umidità, testarne la consistenza e calibrarne il sapore, potrà realmente capire perché con 40°C all'ombra ed il 98% di umidità, io continui a rinfrescare il lievito, dare sfogo alla mia fantasia e accendere il forno (...a finestre aperte, eh, non sono masochista!!!).Oggi avevo voglia di sperimentare ed ho colto al volo la richiesta del maritino di preparargli (...per l'ennesima volta!) i pangoccioli. Siccome mi annoio a seguire sempre le solite ricette, ho deciso di fare di testa mia e creare qualcosa di nuovo e sfizioso! Treccine alle gocce di cioccolato, banana e lievito madre (ricetta passo passo)
Ho cercato di seguire i suoi gusti più che i miei ed il risultato è stato (..fortunatamente!) approvato. Lui adora fare colazione con qualcosa di dolce, morbido e che contenga tassativamente le gocce di cioccolato. Gli piace spezzettare il dolcetto nella tazza e coprirlo di latte e un goccio di caffè. Poi ama le banane e sono diventate la sua merenda preferita soprattutto in estate, ottimo rimedio anche per reintegrare sali minerali e vitamine dopo una giornata trascorsa a lavorare sotto il sole.Ho elaborato velocemente tutto nella mia mente da impastatrice compulsiva ed ho iniziato a scegliere i protagonisti della mia ricetta...il risultato lo vedete con i vostri occhi! 
Treccine alle gocce di cioccolato, banana e lievito madre (ricetta passo passo)
Ingredienti x7 pezzi:

400 g di farina di tipo 1*50 g di farina integrale*120 g di lievito madre attivo **150 g di latte p.s.

90 g di polpa di banana matura
75 g di burro tedesco morbido
70 g di fruttosio puro
1 uovo intero
50 g di gocce di cioccolato fredde di freezer
6 g di sale integrale
1/4 bacca di vaniglia***

*Macinata a pietra.**Rinfrescato e al raddoppio.***Io ho utilizzato la bacca già svuotata dai semini. Potete utilizzare anche un altro aroma a piacere come scorza di limone, arancia, cannella o direttamente i semini di vaniglia.Ho effettuato l'impasto nella planetaria. Si otterranno ottimi risultati anche lavorando a mano o in un capiente mixer.Frullare finemente con il frullatore ad immersione la polpa di banana con il latte, l'uovo e la vaniglia.Spezzettare il lievito nella ciotola della planetaria e versare il composto. Sciogliere lavorando a bassa velocità con il gancio a foglia. Unire il fruttosio e circa metà della farina. Appena il composto inizia ad incordarsi, montare il gancio ad uncino e versare tutta la farina. Portare ad incordatura ed aggiungere poco per volta il burro morbido. Infine far assorbire il sale ed incorporare velocemente le gocce di cioccolato (foto 1.). Rovesciare l'impasto in un ciotola, praticare una serie di pieghe, ribaltare portando le chiusure sul fondo della ciotola e sigillare con pellicola (foto 2.). Far lievitare al caldo fino al raddoppio (io con queste temperature ho impiegato circa 1 ora e mezza) (foto 3.).Spolverare il piano di lavoro con poca farina e rovesciarci l'impasto. Senza lavorarlo troppo, dividerlo in pezzature da circa 150g (foto 4.). Dividere ogni pezzetto in 3 parti uguali e rotolare sul piano fino ad ottenere dei filoncini (foto 5.). Intrecciare e adagiare su una teglia rivestita di carta da forno, avendo l'accortezza di sigillare bene le estremità e ripiegarle sotto la treccia (foto 6.).Coprire la teglia con pellicola e far lievitare per circa 2 ore. Spennellare le treccine con del latte (foto 7.) e infornare.

Cuocere in forno statico preriscaldato a 200°C per 15 minuti, poi abbassare la temperatura a 180°C e proseguire per altri 10 minuti (foto 8.).
Valutare sempre tempi e temperature in base al proprio forno.

Treccine alle gocce di cioccolato, banana e lievito madre (ricetta passo passo)

Sfornare e spennellare subito con altro latte. Far raffreddare su una gratella.

Treccine alle gocce di cioccolato, banana e lievito madre (ricetta passo passo)

Una volta fredde si conservano in un barattolo di latta o vetro per qualche giorno. In alternativa possono essere congelate e consumate entro 3 mesi.

Treccine alle gocce di cioccolato, banana e lievito madre (ricetta passo passo)

Scaldare sempre prima di gustare per riassaporare l'originale fragranza.

Treccine alle gocce di cioccolato, banana e lievito madre (ricetta passo passo)

La banana nel prodotto finito è quasi impercettibile mentre in cottura sarà l'odore predominante che uscirà dal vostro forno. Questo frutto renderà la treccina morbida e umida anche per diversi giorni oltre che a dolcificare senza ricorrere in un eccedenza di zuccheri!

Treccine alle gocce di cioccolato, banana e lievito madre (ricetta passo passo)

Oltre che ideali per la colazione, provate a servirle a fettine, leggermente tostate con una pallina di gelato fiordilatte...diventerà un dessert da sballo!
Treccine alle gocce di cioccolato, banana e lievito madre (ricetta passo passo)
Con questa ricetta partecipo al contest:
Treccine alle gocce di cioccolato, banana e lievito madre (ricetta passo passo)
Impastiamo insiemesezione DOLCI

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog