Magazine Economia

Trend, Supporto e Resistenza, Breakout

Da Tradinginrosa

Se si vuole imparare a prendere confidenza con i grafici con l’obiettivo di poterli poi utilizzare per il proprio trading, ci sono dei termini basilari che è importante conoscere, come quelli di:

  • Trend (o tendenza)

  • Supporto e Resistenza

  • Breakout

trend, breakout e inversione

Il trend è la tendenza che il prezzo ha preso, verso l’alto o verso il basso, viene individuato da una serie di massimi e minimi che si susseguono con andamento crescente nel caso di tendenza al rialzo o decrescente in caso di tendenza al ribasso. Il trend persiste fino a che non si verifica una situazione che lo porta ad un inversione, per imparare a riconoscere queste fasi bisogna imparare a identificare prima di tutto la direzione del mercato e individuare i potenziali livelli critici di inversione o di continuazione, tramite delle trendline da inserirsi direttamente sul grafico. Se l’andamento del prezzo non evidenzia nessun forte e duraturo andamento a rialzo o a ribasso si parla di trend laterale o assenza di trend. La tendenza può quindi avere tre direzioni:

  1. al rialzo,
  2. al ribasso,
  3. laterale.

Ovviamente il prezzo non ha movimenti netti ma un andamento oscillante che sarà racchiuso in un range delimitato da un supporto e una resistenza che potrebbero essere intesi rispettivamente come il pavimento e il tetto entro cui una pallina (il prezzo) rimbalza, ciò fa intuire che quando una candela rialzista tocca la resistenza (che per comodità visiva potremo evidenziare con una linea retta) è probabile che a seguire ci sarà un rientro del prezzo che calerà (ottimo momento quindi per investire a ribasso), viceversa quando una candela ribassista tocca il supporto è probabile che la candela successiva sarà rialzista e potremo osservare un rimbalzo del prezzo verso l’alto (ottimo momento quindi per investire a rialzo), è meglio però attendere l’apertura della candela successiva a quella che ha toccato il supporto o la resistenza per avverarsi che ci sarà realmente un rientro, in quanto può accadere, infatti che se il prezzo ha rimbalzato più volte sulle stesse aree, sia presumibile un eventuale rottura dei margini, e ciò farà si che una vecchia resistenza diventi supporto o che un vecchio supporto diventi resistenza, a seconda dei casi. E’ preferibile investire nella direzione del trend e sfruttare le correzioni come momenti di ingresso a mercato.

Utilizzando una scadenza serale si hanno più possibilità di successo in quanto durante l’arco di una giornata il prezzo potrebbe avere delle oscillazioni che lo terranno a volte fermo in un andamento orizzontale, altre volte potrebbe avere degli sbalzi violenti in contro-trend che richiederanno qualche ora per riportarlo alla tendenza principale.

Di sbalzo violento o breakout si parla quando il prezzo, dopo aver mancato di mostrare una direzione precisa per un tempo prolungato, muovendosi cioè sempre entro un certo intervallo, fuoriesce improvvisamente dai suoi limiti. L’intervallo si presenta come un canale orizzontale entro cui il valore si muove. Non è immediatamente riconoscibile perché il valore potrebbe muoversi al suo interno con movimenti intermittenti, ma senza mostrare una tendenza precisa: a volte sono più forti gli impulsi di crescita e il prezzo sale leggermente, altre invece torna a scendere, lasciando l’umore del mercato in uno stato di indifferenza.

Il canale orizzontale, vale a dire l’intervallo, è limitato in alto e in basso da resistenze e supporti. Il prezzo si avvicina alla resistenza, viene intrappolato dalla lotta tra impulsi contrastanti e poi torna a calare fino a incontrare un supporto. Qui tornano di nuovo a scontrarsi impulsi contrastanti dal cui risultato emerge un nuovo slancio che riporta il prezzo fino alla resistenza in alto dove si ripete la stessa scena di prima. Meno è la durata del confronto di impulsi contrastanti, più lo sbilanciamento è forte e quindi anche la resistenza o il supporto che seguiranno.

Di intervalli e oscillazioni che ne fuoriescono se ne trovano in qualunque arco temporale, quindi anche nei grafici di 5 minuti, ore o giornate. Attenzione, però: non tutte le oscillazioni che sforano un intervallo si rivelano dei breakout duraturi. Spesso si incontrano i cosiddetti falsi breakout: il prezzo supera i limiti dell’intervallo ma rientra subito dopo.

Attendere una conferma, per assicurarsi che non si tratti di un falso breakout è sicuramente la mossa più prudente e porta agli scenari di trading con le più alte probabilità di successo. In questo caso, non si interviene immediatamente al momento dell’oscillazione che ha superato il supporto o la resistenza, ma si attende la chiusura della candela successiva.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • S&P 500: regge il supporto

    S&P 500: regge supporto

    Lo S P 500 ha chiuso la seduta a 1.880 punti, registrando un -2,16%. Il bilancio settimanale è pari ad un -2,17%. La scorsa settimana: “Si sottolinea la presenz... Leggere il seguito

    Da  Finanza E Dintorni
    BORSA, ECONOMIA, FINANZE
  • S&P 500: trend primario

    S&P 500: trend primario

    A Settembre dello scorso anno s’era pubblicato un articolo didattico (Trend primario: come identificarlo) del quale vi evidenzio il seguente passaggio:... Leggere il seguito

    Da  Finanza E Dintorni
    BORSA, ECONOMIA, FINANZE
  • S&P 500: regge il supporto

    S&P 500: regge supporto

    Lo S P 500 ha chiuso la seduta a 1.864 punti, registrando un +1,95%. Il bilancio settimanale è pari ad un -0,81%. Grafico: S P 500 – Range laterale Ancora una... Leggere il seguito

    Da  Finanza E Dintorni
    BORSA, ECONOMIA, FINANZE
  • Ftse Mib a ridosso della resistenza

    Ftse ridosso della resistenza

    Il Ftse Mib ha chiuso la seduta a 18.611 punti, registrando un +0,02%. Il bilancio settimanale è pari ad un -1,98%. In questa settimana il nostro indice... Leggere il seguito

    Da  Finanza E Dintorni
    BORSA, ECONOMIA, FINANZE
  • DAX: trend

    DAX: trend

    Questa settimana, diversamente da consuetudine, andiamo ad esaminare il DAX anziché lo S P 500. Grafico: DAX Il trend primario del DAX nato nell’Aprile del... Leggere il seguito

    Da  Finanza E Dintorni
    BORSA, ECONOMIA, FINANZE
  • Wall Street fantasmagorica – Trend-online.com

    Wall Street fantasmagorica Trend-online.com

    Trend-online.comWall Street fantasmagoricaTrend-online.comVolano in particolare i titoli petroliferi e del comparto biotecnologico, in calo Visa. Sul Nasdaq ben... Leggere il seguito

    Da  Trescic
    LIFESTYLE, MODA E TREND, PER LEI