Magazine Sport

Triathlon: ad Andora uno “sprint” molto piemontese con la Orla in primo piano

Creato il 27 aprile 2016 da Sportduepuntozero

Tutto pronto per l’edizione numero 25 del Triathlon di Andora, organizzata dall’Andora Race con il Patrocinio degli Assessorati allo Sport e al Turismo del Comune di Andora, l’Assessorato allo Sport della Regione Liguria, l’Assessorato allo Sport della Provincia di Savona, la Fondazione A. De Mari – Cassa di Risparmio di Savona. In totale 915 gli iscritti provenienti da 12 regioni italiane oltre che da Francia, Ungheria, Germania e Inghilterra. Molto il presente il Piemonte, sia perché l’organizzatore principe è Carlo Rista, Presidente Fitri Piemonte, sia per i partecipanti, molti dei quali proverranno dalla nostra regione.

Tra gli iscritti e favoriti alla vittoria del “quarto di secolo” di storia svetta su tutti l’Ungherese Gabor Faldum, atleta già qualificato per le Olimpiadi 2016 che si svolgeranno il prossimo agosto in Brasile, a Rio. Oltre a Faldum il PPRTeam, team internazionale fondato a Torino e gestito dall’ex triatleta di casa Gianfranco Mione, vincitore ben 3 volte ad Andora, schiererà l’altro ungherese Petrov, gli italiani Mozzachiodi, Salerno, Ferlazzo, Intagliata ed il britannico Raoul Shaw, già vincitore ad Andora nel 2014. Un altro pezzo da 90 al via sarà il transalpino Aurelien Lebrun, 3 vittorie in Coppa Europa nel 2015, un terzo posto alla World Cup di Chengndu nel 2014 e vincitore del France Iron Tour nel 2015.

Tra i sicuri protagonisti un altro francese, Andre’ Thomas, Triathlon Cremona, oltre alla folta pattuglia di giovani promesse transalpine provenienti dal vicino centro tecnico di St. Raphael, tra i quali citiamo Fazari Vincent, Berland Arthur, Georganthum Paul e Pierre Boris. Senza dimenticare Polikarpenko Volodymyr (Aquatica), vincitore di ben 4 edizioni e tre volte olimpionico ucraino, stabilitosi ormai da anni a Torino ed il figlio Sergiy, grande giovane promessa. Tra gli azzurri speranze riposte in Bruno Pasqualini, torinese del Torino Triathlon, l’acquese Riccardo Mosso (707), Brossa Kristian (Los Tigres), Alessandro Berarger (DDS Milano).

Bella ed incerta la lotta anche in campo femminile, oltre 100 le donne al via, dove troviamo tra le favorite Verena  Steinhauser, Triathlon Cremona, la torinese Alessia Orla (DDS Milano), Margie Santimaria (Fiamme Oro), Federica Parodi (TD Rimini), Francesca Ferlazzo (TTS), Sara Maiocchi (DDS) e Camera Teodolinda (AS Virtus). Da seguire anche le francesi Warne Beth e Juliette Duquesne. Da segnalare anche la partecipazione di Daniela Locarno prima vincitrice femminile della gara nel lontano 1992 e poi ancora nel 1997. Il via il alle ore 14.00 dalla spiaggia della Fondazione Sacra Famiglia, proprio antistante il Parco delle Farfalle dove saranno inoltre situate anche la zona cambio e la zona d’arrivo.

La prova, valevole quale seconda tappa del circuito IPS – Italian Paratriathlon Series, vedrà al via numerosi atleti del settore Paratriathlon. “Siamo molto felici di per questa ennesima e nutrita partecipazione – sottolinea Carlo Rista – Nonostante alcune concomitanze questa grande presenza conferma che Andora è entrata nel cuore di tanti triathleti ed è divenuta una delle gare italiane sulla distanza SPRINT piu’ partecipate. Il lavoro svolto con serietà e passione da tutto il gruppo dell’Andora Race continua ad essere apprezzato. Un ringraziamento particolare va come sempre all’Amministrazione Comunale, alle tante Associazioni cittadine, oltre che ai numerosi sponsor che, con il loro aiuto, sostegno e contributo, consentono di continuare ad organizzare la manifestazione. Ma oltre alla grande partecipazione sono molto soddisfatto anche per l’elevato livello tecnico dei concorrenti.”. Appuntamento dunque domenica prossima al Parco delle Farfalle di Andora per assistere sicuramente ad una bella giornata di sport.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :