Magazine Cucina

– Tuchì. San Martino della Battaglia DOC a La Porta del Vino

Da Giorgino50
– Tuchì. San Martino della Battaglia DOC a La Porta del Vino
– Tuchì. San Martino della Battaglia DOC a La Porta del Vino
San Martino della Battaglia, sponda sud del Lago di Garda, Frazione di Desenzano del Garda molto vicina a Sirmione. Stretta tra Lugana e Riviera del Garda Classico, questa zona produce un vino “storico” ma poco noto: il San Martino della Battaglia DOC, che nasce appunto dalle uve Tuchì.Dal 10 al 15 dicembre le sei aziende che producono questo vino entrano a La Porta del Vino: saranno infatti a Milano, in Piazza Cinque Giornate, per presentare agli appassionati e agli operatori della metropoli le loro etichette.“Una piccola, grande DOC, – spiega Gilberto Castoldi, presidente del Consorzio San Martino della Battaglia – piccola perché parliamo di 6 aziende per un totale di circa 50.000 bottiglie, grande perché storicamente il vino della zona nasce da quest’uva che da qualche anno chiamiamo Tuchì, e che nella storia è già documentata dai tempi della battaglia e di Francesco Giuseppe”.Tuchì, Tai, Friulano: da quando l’Europa ha proibito l’uso del nome Tocai, tra Lombardia Veneto e Friuli Venezia Giulia le nuove denominazioni della stessa uva hanno creato un po’ di spaesamento tra gli acquirenti e i consumatori.“Per questo motivo, – continua Castoldi – nonostante le bottiglie disponibili finiscano in pochi mesi, abbiamo deciso di presentarci a Milano: è per noi importantissimo che in questa grande, decisiva città comincino a conoscere questa denominazione e i nostri eccellenti vini.”Carlo Pietrasanta, vicepresidente del Movimento Turismo del Vino Lombardo e motore instancabile de La Porta del Vino, dichiara: “Siamo decisamente onorati che tutte le aziende appartenenti al Consorzio di San Martino della Battaglia abbiano deciso di partecipare a questa iniziativa: è il segnale che i produttori guardano con attenzione positiva al nostro progetto e alle nostre attività. Come continuano a credere nel progetto anche i nostri partner, soprattutto gli amici di ABS Wine&Spirits”.Su questa partnership interviene Fabio Dossena, Managing Partner di Aliante Business Solution, che racconta: “Soddisfatti per i risultati raggiunti nell’ultima edizione di Bottiglie Aperte, che ha visto oltre 250 cantine provenienti da tutta Italia darsi appuntamento a Milano per incontrare circa 5000 operatori di settore, continuiamo a scommettere sul capoluogo lombardo sempre più strategico anche per il mercato del vino. Questa nuova sinergia con il Movimento Turismo del Vino Lombardo, che si sta concretizzando con tante iniziative interessanti in una cornice d’eccezione come La Porta del Vino, è un ulteriore tassello che va ad arricchire il percorso di crescita di ABS Wine&Spirits, impegnata nell’ organizzazione di eventi nel settore del Food&Beverage in Italia e in Europa, avvalendosi di partnership importanti che credono nella crescita esponenziale che Milano e la Lombardia stessa stanno vivendo in questo momento”. La Porta del Vino continua quindi nella sua attività di promozione e divulgazione delle produzioni vitivinicole della Lombardia: “Dopo i vini di Milano e della Valcalepio che tanto interesse hanno suscitato nei milanesi, - riprende Pietrasanta - vogliamo continuare a proporre la grande qualità meno conosciuta, perché sappiamo che il pubblico di Milano è curioso e preparato, e con noi e con i nostri produttori può scoprire ancora molto.”Zone piccole e poco conosciute al grande pubblico e spesso anche agli operatori del settore, ma che propongono prodotti di grande qualità e di notevole interesse: “Verrà presto anche il momento delle zone più conosciute della Lombardia, ma pensiamo che sia la scelta giusta cominciare da quelle che – pur essendo vicine e producendo vini di alta qualità – sono meno note sia al grande pubblico che agli operatori del settore. E guarda caso sono anche zone interessantissime e poco conosciute anche dal punto di vista turistico”conclude Pietrasanta. Come è il caso di San Martino della Battaglia, che è al centro della storia del Risorgimento con la sua famosa battaglia tra Piemontesi e Francesi da una parte e l’Impero Austriaco dall’altra.
LE AZIENDE PRESENTIAzienda Agricola CadoreAzienda Agricola CitariAzienda Agricola CobueAzienda Agricola La FelicianaAzienda Agricola La RifraPodere Selva Capuzza
LA PORTA DEL VINO – Piazza Cinque Giornate 16, MilanoUbicato nell’edificio che una volta ospitava uno dei caselli daziari di accesso alla città lungo le cosiddette mura spagnole, questo luogo nasce con lo scopo di divulgare al grande pubblico milanese la grande varietà e ricchezza del patrimonio vitivinicolo lombardo e italiano.

TUCHI’ - San Martino della Battaglia 160 anni di Storia10 -15 Dicembre 2018PROGRAMMA11 Dicembre ore 15.30 -    18   Banco d’assaggio riservato agli operatori del settore HORECAore 18.30 - 21.30   Banco d’assaggio aperto al pubblicoore 19   Degustazione guidata Il Tuchì! San Martino della Battaglia DOC12 Dicembre ore 15.30 18   Banco d’assaggio riservato agli operatori del settore HORECAore 18.30 - 21.30   Banco d’assaggio aperto al pubblicoore 19   Degustazione guidata - I Rossi si presentano: Riviera Garda Classico DOC13 Dicembre ore 15.30 - 18   Banco d’assaggio riservato agli operatori del settore HORECAore 18.30 - 21.30   Banco d’assaggio aperto al pubblicoore 19   Degustazione guidata L’altro Tuchì: Vendemmie Tardive,Appassimenti e Fortificazioni14 Dicembre ore 15.30 - 18   Banco d’assaggio riservato agli operatori del settore HORECAore 18.30 - 21.30   Banco d’assaggio aperto al pubblicoore 19.30   Degustazione guidata - Le scoperte: gli spumanti nella zona di San Martino della Battaglia15 Dicembreore 15.30 - 18Banco d’assaggio riservato agli operatori del settore HORECAore 18.30 - 21.30   Banco d’assaggio aperto al pubblicoore 22   BRINDISI FINALE
Accesso al banco d’assaggio: 15 Euro; per gli appartenenti alle Associazioni del mondo del Vino 10 Euro. Il costo include assaggi di prodotti tipici lombardi.
Le degustazioni guidate non avranno costo supplementare e saranno riservate ai primi 10 prenotati

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :