Magazine Internet

Twitter secondo trimestre 2019, sono 139 milioni gli utenti giornalieri monetizzabili

Da Franzrusso @franzrusso

Twitter ha pubblicato oggi i dati relativi alla seconda trimestrale del 2019 e sono dati molto positivi. I ricavi sono 841 milioni di dollari, in crescita del 18% rispetto allo scorso anno. E anche gli utenti giornalieri "monetizzabili" sono in crescita, arrivando ad essere 139 milioni.

Twitter, come dicevamo presentando la prima trimestrale del 2019, potrebbe davvero aver preso il senso della crescita, dopo un periodo buio di diversi mesi. E dopo i primi segnali positivi visti nei primi tre mesi dell'anno, possiamo dire che anche questa seconda trimestrale presenta dati in positivo, da diversi punti di vista. Un segnale incoraggiante per il Chief Executive Officer, Jack Dorsey, e il suo team, alle prese in questi mesi a ridisegnare ed implementare la piattaforma con nuove funzionalità, che vedremo presto, con un nuovo design per la versione web. Ma passiamo a vedere qualche dettaglio in più sulla seconda trimestrale del 2019 di Twitter.

I ricavi sono cresciuti del 18% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e sono arrivati a 841 milioni di dollari. Si registra anche un incremento del 5% rispetto alla trimestrale precedente, quando i ricavi erano stati 787 milioni di dollari. Da registrare un utile netto di 156 milioni di dollari, leggermente inferiore al trimestre precedente. I ricavi pubblicitari sono stati 721 milioni di dollari, in crescita del 21% su base annua.

Twitter secondo trimestre 2019, sono 139 milioni gli utenti giornalieri monetizzabili

Ma visti questi numeri, che in certo qual modo segnano una inversione di tendenza soprattutto dal punto di vista finanziario per una migliore sostenibilità aziendale, c'era molta attesa però sulla vera novità che viene introdotta in questa trimestrale.

Come già ricordato, da questa trimestrale Twitter non renderà più noto il dato degli utenti mensili totali, che ricordavamo essere fermi a 330 milioni. E questo per due motivi: il primo perché Twitter ha mancato per due trimestri consecutivi le previsioni degli analisti finanziari, ha deciso quindi di mostrare solo il dato giornaliero; il secondo, faccia della stessa medaglia, è che a Twitter conviene rendere noto il dato giornaliero perché è il dato su cui sta lavorando e sui cui sono attesi maggiori progressi.

Infatti, l'introduzione della nuova veste grafica per la versione desktop va letta in questa ottica. Twitter sta lavorando su nuovi formati pubblicitari più grandi, ecco perché spiegato in parte il nuovo design.

Twitter, ecco gli utenti giornalieri "monetizzabili"

Il nuovo dato degli utenti è quindi quello relativo agli utenti giornalieri "monetizzabili", ossia si tratta di quegli utenti a cui sono stati sottoposti annunci pubblicitari, il dato più significativo per gli inserzionisti. Anche per dare meno enfasi al dato mensile che tanti problemi ha creato a Dorsey & Co. Ebbene, rispetto all'ultima trimestrale gli utenti giornalieri sono 139 milioni in crescita di 5 milioni rispetto all'ultima trimestrale. Un dato tutto sommato positivo che però, come specificato anche dal CFO di Twitter, Ned Segal, non si tratta di un dato standardizzato.

Intanto, se pur positivo, non è paragonabile ancora al dato di Snapchat, che in questa trimestrale ha dichiarato 203 milioni di utenti giornalieri, o a quello di Facebook, 1,59 miliardi di utenti giornalieri. Twitter non è in competizione con servizi come questi, ma, in ogni caso, resta un dato nettamente inferiore che ci dice che la piattaforma è ancora poco presidiata.

Come sappiamo, e abbiamo raccontato anche qui sul nostro blog, Twitter ha passato gli ultimi mesi a cercare di contrastare il crescente fenomeno dello spam e degli atteggiamenti malevoli. Di fronte a questi sforzi, Twitter dice che i fenomeni sono in calo del 18%.

A fronte di questi dati, il titolo " twtr" a Wall Street ha fatto segnare subito un balzo del 30% e ora si attesta intorno a +9,3%.

Insomma, sono dati che per certi versi incoraggianti e sarà davvero interessante osservare l'evoluzione della piattaforma nei prossimi messi, soprattutto alla luce delle funzionalità che stanno per arrivare, tuttora in test pubblico.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog