Magazine Calcio

Udinese-Atalanta 2-3, Lasagna non basta: la decidono gli ex Muriel e Zapata

Creato il 28 giugno 2020 da Emanuele De Scisciolo
Muriel

L’Udinese per allontanare la zona calda, l’Atalanta per allungare sulla Roma e mettere il fiato sul collo all’Inter. Alla Dacia Arena le squadre arrivano con obiettivi e risultati completamente diversi. La compagine di Luca Gotti, a +3 dal terz’ultimo posto, non vince da 8 partite (4 pareggi e 4 sconfitte). I bergamaschi hanno vinto le prime due partite post lockdown con Sassuolo e Lazio raggiungendo le 5 vittorie consecutive in Serie A.
All’inizio la squadra di Gasperini prova a gestire la partita, ma al 6′ l’Udinese confeziona la prima palla gol con Fofana che sfrutta un buco nella difesa atalantina, ma si fa ipnotizzare da Gollini. La riposta nerazzurra non si fa attendere e sul ribaltamento di fronte Musso si deve superare prima sulla conclusione dalla lunga distanza di Malinovskyi e poi dal centro dell’area sul Papu Gomez.

E’ proprio l’argentino ad inventare un gran pallone per Zapata che con uno stop delicato salta Troost-Ekong e supera l’estremo difensore friulano, portando avanti l’Atalanta. La Dea prova subito ad archiviare il match, ma alla mezz’ora Fofana trova un ottima imbucata per Lasagna che brucia in velocità Djimsiti e infila Gollini. Nel finale di tempo è ancora l’Atalanta a provarci con Malinovksyi, ma l’Udinese dimostra di saper punzecchiare con Lasagna in contropiede che prova a sorprendere Gollini con un pallonetto, ma manda alto sopra la traversa.

Udinese-Atalanta, Muriel entra e decide l’incontro: inutile il gol di Lasagna

Ad inizio secondo tempo i padroni di casa sembrano crederci di più creando qualche pericolo nell’area bergamasca. Ritmo più lento rispetto al primo tempo, con poche occasioni da entrambe le parti. Al 66′ Gotti inserisce Becao al posto di Troost-Ekong. Proprio il brasiliano dopo 3 minuti entra duro su Gomez al limite dell’area e viene ammonito. Muriel si incarica della battuta e con una parabola stupenda insacca il pallone all’incrocio con Musso che può solo guardare.

Al 79‘ ancora il Papu serve Muriel che tira di prima dalla distanza e trova un altra perla che non lascia scampo ad un incolpevole Musso. A tre dal novantesimo Lasagna riapre il match di testa, sfruttando un bel cross di Zeegelaar, ma è troppo tardi ormai. L’Atalanta conquista 3 punti fondamentali grazie agli ex Zapata e Muriel, mentre l’Udinese rimane ferma al quindicesimo posto in classifica, a +3 dal Lecce terzultimo.

L'articolo Udinese-Atalanta 2-3, Lasagna non basta: la decidono gli ex Muriel e Zapata proviene da Footballnews24.it.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog