Magazine Cultura

Un cattivo scritto bene

Creato il 20 febbraio 2019 da Mcnab75
Un cattivo scritto bene(YOU)

Joe Goldberg, proprietario di una libreria di New York, si innamora di una giovane donna di nome Beck, una sua cliente, nonché aspirante scrittrice. Il suo amore, però, si rivela una vera e propria ossessione, tanto da trasformare Joe in uno stalker e in un assassino. E non è la prima relazione sentimentale che Joe vive in questo modo...

You, serie TV reperibile su Netflix Italia, è un buon prodotto di cui ovviamente qui si è parlato ben poco.
La stagione 1, autoconclusiva, ha la fluidità di un lungo film diviso in dieci episodi, quasi tutti di livello alto, in quanto a costruzione della trama, gestione della tensione e (soprattutto) dei personaggi.
You ha per protagonista uno stalker: Joe Goldberg. Non dovete però immaginarlo come un personaggio cupo e palesemente cattivo: se l'avessero raccontato così non avrebbe mai funzionato. Non con me, quantomeno.

Joe ci viene presentato come un ragazzo intelligente e acculturato, dotato di un fine umorismo british, nonché affezionato di Paco, il figlio dei suoi vicini di casa, maltrattato dal patrigno. Joe se ne prende cura, gli insegna ad amare i libri, cerca di tenerlo lontano dalla violenze di famiglia.

Eppure Joe è uno stalker. Un sociopatico "occulto", capace di intrappolare la ragazza di cui è innamorato in una rete di inganni e menzogne, per far sì che si innamori di lui. Per farlo non esita a ricorrere al furto d'identità, al sequestro di persona (dell'ex fidanzato dell'amata Beck), e infine all'omicidio (di persone vicine a Beck, che si dimostrano contrarie al loro nascente rapporto). Ed è anche abbastanza abile da non farsi (quasi) mai scoprire.
Ogni cosa che Joe fa, viene da lui giustificata come un'azione indispensabile per migliorare la vita di Beck, per liberarla da persone che non vogliono che raggiunga l'agognato successo come scrittrice. Non sono un esperto di sociopatici ossessivi, ma dal poco che so si tratta di una ricostruzione molto valida della personalità di questi individui.

Un cattivo scritto bene

Anche il "bersaglio" del suo amore, Guinevere Beck, ha un carattere più sfaccettato rispetto a quello della vittima standard dei film e telefilm di questo filone narrativo. Beck nasconde diversi segreti (anche se non sono compromettenti come quelli del suo spasimante), anche lei sa mentire e, nel suo piccolo, manipolare il prossimo.

Il risultato di questa ottima alchimia di personaggi è, come già detto, una serie TV che fila dritta fino alla decima puntata, quasi senza accorgersi del tempo che passa.
Da autore sono anche in dovere di sottolineare l'eccellente livello di scrittura.
You è tratto dall'omonimo romanzo di Caroline Kepnes del 2014, che non ho ancora letto. Ammetto di essere incuriosito, per verificare se la qualità della fonte originaria è alta come quella della trasposizione per Netflix.

Un cattivo scritto bene

Articolo di Alex Girola: https://twitter.com/AlexGirola
Segui la pagina Facebook di Plutonia: https://www.facebook.com/PlutoniaExperiment/
Segui il canale Telegram di Plutonia: https://telegram.me/plutonia
Pagina autore: amazon.com/author/alessandrogirola
Sostieni il blog con un caffè: ko-fi.com/alessandrogirola


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines