Magazine Maternità

Un’estate al sapore di cioccolato Kinder

Da Mammachevita @mammachevita_g

Non siamo una famiglia prettamente girovaga.
Ci siamo abituati a goderci le quattro mura di casa e a vivere il divertimento in maniera diversa da molti.
Ed ecco perché quando invece tendiamo ad organizzare qualcosa, cerchiamo qualcosa di più "estremo", in ogni scelta.

Non andiamo spesso al parchetto dietro casa, non andiamo spesso a fare una passeggiata e non prediligiamo le uscite brevi ma, in compenso, i viaggi che tendiamo a scegliere sono sempre i più lontani possibile da casa.
Esistono però delle eccezioni.

Eccezioni che ci portano a vivere situazioni normali agli occhi di tutti. Piccoli momenti dei quali, fondamentalmente, tutte le famiglie e tutti i bambini hanno bisogno.
Gesti che permettono a tutti di vivere il quotidiano in modo semplice, ma che sono anche in grado di regalarti dei ricordi e dei momenti speciali a prescindere.

E con l'arrivo della primavera, questi momenti sono certamente più facili da trovare e ricreare.

L'aria più calda e il non dover indossare giubbotti che ti limitano i movimenti, ti permette di godere di più di moltissime sfumature semplici, ma che sono in grado di farti trascorrere intere giornate in buona compagnia correndo dietro ad un bimbo che ha voglia di esplorare. Oppure tirando qualche calcio ad un pallone, che invece ha solo il desiderio di diventare il protagonista di una piccola partita tra i primi verdi prati.

Così ogni occasione diventa quella perfetta per creare qualcosa di diverso.
Pomeriggi che si inventano di volta in volta anche in base alle occasioni che ti capitano sottomano: un po' per fortuna e un po' grazie agli incastri effettuati tra i vari impegni.

Un’estate al sapore di cioccolato Kinder

Pomeriggi di inizio primavera dove, con i primi caldi, arriva inevitabile la voglia di gelato.

Un prodotto che probabilmente, in questa casa, non si consuma più dal settembre dell'anno precedente e che quindi mai e poi mai potresti ritrovare all'interno del freezer.
Un prodotto che, per poterlo mangiare, ti obbliga ad uscire dalle quattro mura di casa, respirando a pieno i primi pomeriggi colmi di aria un po' più tiepida.

Ed è così che passeggiando tra le vie di Torino, insieme ai miei bambini, proprio nel primo weekend di marzo di questo 2019, ci siamo recati in una delle piazze che in città ospita sempre qualche iniziativa divertente.
Una piazza dove, nonostante i pochi mesi vissuti in questa nuova realtà, ci ha già visti diverse volte per divertirci tutti insieme.

In piazza Solferino, già da lontano si poteva vedere un immenso gruppo di persone tutte riversate attorno ad una struttura bianca. Una struttura che ad ogni passo prendeva sempre più forma anche ai nostri occhi.
Adulti e bambini divertiti, formavano una fila impaziente nel voler provare a saltare su tre tappeti elastici enormi. Di quelli che quando li utilizzi anche solo per cinque minuti, non ti permettono di camminare senza la sensazione di sprofondare nel terreno.

Bambini che saltavano all'impazzata divertendosi un mondo, con l'unico scopo di aumentare la gioia nella piazza. Gioia che sarebbe servita a sbloccare due immensi lucchetti che sigillavano un frigorifero ancora più grande.
Un evento organizzato da Kinder Ice Cream che, per la prima volta in Italia, ha deciso di lanciare la sua linea di gelati offrendoli anche a tutti i presenti. Per far sì che ognuno, in autonomia, potesse giudicare da solo quanto buoni possono essere i must-have di questo brand, trasformatisi in qualcosa di più estivo rispetto al classico - che poi classico non è mai - cioccolato Kinder.

E in tutto questo, come sempre del resto, i protagonisti erano proprio i bambini.

Un’estate al sapore di cioccolato Kinder

I loro salti di gioia avrebbero permesso di aprire questo enorme frigorifero colmo di gelati da mangiare: i Kinder Ice Cream.

Sei gelati differenti, tutti ispirati ai prodotti più famosi della linea.
Gelati che hanno fatto provare a tutti una grande gola al solo pensiero di poterli addentare, trasformando il desiderio dell'attesa in una specie di party di bocche piene e soddisfatte.
Lo racconto con certezza soprattutto perché ero lì nell'esatto momento in cui sono state pronunciate le parole "il frigorifero si è aperto, adesso sarà possibile assaggiare in anteprima i nuovi Kinder Ice Cream".

Una folla che si è spostata verso la distribuzione dei gelati svuotando di colpo la parte centrale della piazza e permettendo a noi di passare per effettuare qualche salto di gioia seppur, quelli fatti da quel momento, non contribuissero più all'apertura del frigorifero che, invece, molto velocemente si stava svuotando.

Abbiamo saltato come dei matti e ci siamo goduti quei tappeti elastici per qualche minuto come se fossero solo nostri, per poi scambiare i ruoli con i presenti quando loro sono tornati nel fare la fila per saltare e noi, molto più velocemente di loro, siamo riusciti con destrezza a fare una microscopica fila per mangiare.

Da brava mamma non ho potuto che dare la precedenza ai miei bambini, ma non nego che osservarli mangiare con quello sguardo innamorato avrebbe fatto venire voglia a chiunque di affondare i denti su quei gelati.
Siamo riusciti così ad accaparrarci tutte le referenze assaggiandole una ad una e sostituendo la merenda con una scorpacciata di bontà che da mesi mancava.
Soprattutto a me che, tendenzialmente, non tocco mai nessun tipo di alimento con temperatura al di sotto dei venti gradi fino all'arrivo dell'estate.

Abbiamo assaggiato il Kinder Bueno Ice Cream Bar, il Kinder Bueno Ice Cream Cone e il Kinder Joy Ice Cream che rappresentava alla perfezione la forma del cioccolato più famoso e amato di sempre: l'ovetto Kinder.

Tutti i gelati assaggiati, avendo una base di gelato al latte per rimandare all'inimitabile sapore che solo il cioccolato Kinder sa dare, erano accompagnati dalle diverse tipologie di sapori in base al prodotto selezionato: nocciola per il Kinder Bueno e cioccolato al latte per l'ovetto.

Per noi veri amanti del cioccolato, è stato un po' come ottenere un meraviglioso premio dopo aver raggiunto un ambitissimo traguardo. Perché, il pensiero di potersi gustare anche in piena estate il cioccolato della Kinder, è per me un sogno che si avvera e che, grazie alla scusa di avere dei figli, potrò acquistare anche in scatole doppie e triple senza nessun senso di colpa.

Soprattutto se consideriamo che, in principale modo d'estate, mangiare il gelato è praticamente considerato un obbligo morale.
Obbligo che rispetterò più felice che mai anche quest'anno.

Un’estate al sapore di cioccolato Kinder

<Post in collaborazione con Kinder Ice Cream>

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines