Magazine Editoria e Stampa

Un italiano a Tokyo ammette: giornali italiani troppo catastrofisti

Creato il 24 marzo 2011 da Lorenzo_gigliotto

Un italiano a Tokyo ammette: giornali italiani troppo catastrofistiChe certi quotidiani nazionali siano più interessanti a tirare su le vendite o a far salire gli accessi dei loro rispettivi siti web piuttosto che fare corretta informazione, è risultato piuttosto palese nei giorni scorsi, nei momenti di maggiore paura a Tokyo. Lo conferma Roberto Potenti, musicista milanese che si è che si è trasferito in Giappone e che ha parlato proprio di questo in un’intervista a Linkiesta (http://www.linkiesta.it/io-italiano-tokyo-dico-avete-scritto-sacco-balle). Secondo Roberto, il Giappone “aspettavano da anni un terremoto simile, anzi ci si aspettava di peggio. La faglia si è rotta e loro rimarranno tranquilli per altri cento anni. C’è stato più allarmismo in Italia. La corrente elettrica, praticamente, c’è sempre stata”. Quando è ritornato nel nostro paese, inoltre, si è recato al Niguarda di Milano “per accertamenti” ma “il centro di medicina nucleare era chiuso”. “Evidentemente non ero poi così radioattivo”, ha detto scherzandoci su il nostro connazionale. Roberto si è trasferito in Giappone molti anni fa per esercitare la sua attività di musicista (molto più riconosciuta lì che da noi) e sempre lì ha trovato l’amore. In Italia è tornato qualche giorno dopo il sisma per rassicurare la sua famiglia d’origine e si è reso conto come la stampa italiana abbia calcato la mano, distinguendosi per superficialità, catastrofismo e imprecisione. Le balle più grandi? Si è detto che la benzina era andata alle stelle in quei giorni, perché scarseggiava; “peccato che nessuno abbia precisato che costa, comunque, meno di quella italiana. E il Giappone non produce petrolio. Per sostenere gli altissimi consumi di una società altamente industrializzata, lo importa per l’80% dal Medio Oriente”. Inoltre, l’ambasciata italiana a Tokyo, nella zona sud della città, ha registrato, nei giorni del sisma, una percentuale di radioattività pari a un terzo rispetto a quella di Roma: 0,04 microsievert contro gli 0,25. Questo perché  la Basilica di San Pietro è costruita con una pietra che contiene una percentuale naturale di radioattività. Un altro elemento curioso è che un’amica della moglie di Roberto, che vive a Sendai, prefettura di Miyagi (dove si è registrata l’onda sismica più alta e dove il terremoto è stato di 7 su 7 in scala giapponese), ha scritto sul suo blog che “ha ricevuto, due giorni fa, il gioco per l’Xbox che aveva ordinato su internet. Era felicemente sorpresa che le poste giapponesi riuscissero a effettuare le consegne anche durante l’emergenza”. Insomma, attenzione a quello che si legge su certi quotidiani. Informarsi è importante ma approfondire e porsi delle legittime domande lo è ancora di più.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Tokyo premia Sofia Loren

    Nel corso della mostra sul cinema organizzata a Tokyo, l’Istituto Italiano di Cultura della capitale giapponese ha assegnato un riconoscimento a Sofia Loren,... Leggere il seguito

    Da  Nippolandia
    CINEMA
  • Nuovi voli della Korean Air per Tokyo

    Nuovi voli della Korean Tokyo

    Korean Air Dal mese di novembre la compagnia aerea Korean Air lancerà nuovi voli diretti a Tokyo. Sarà infatti attivato il terzo collegamento diretto... Leggere il seguito

    Da  Nippolandia
    ASIA, MONDO, VIAGGI
  • Tokyo Street Fashion: SHIBUYA

    Tokyo Street Fashion: SHIBUYA

    Anche se tutti possono pensare il contrario, il Giappone per quanto riguarda moda e tendenze, è decisamente all'avanguardia. Chiunque può affermare che girando... Leggere il seguito

    Da  Hito
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • Carolina Kurkova su Numero Tokyo Dicembre 2010

    Carolina Kurkova Numero Tokyo Dicembre 2010

    E’ il velluto il protagonista del servizio fotografico realizzato per il magazine Numero Tokyo Dicembre 2010. Ad indossarlo la bellissima Carolina Kurkova. Leggere il seguito

    Da  Tenditrendy
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • Tokyo

    Tokyo

    Odio questa citta’. Mi stanno sulle palle i salarymen in perenne vestito nero con scarpettina nera a punta rotonda piccola, perche’ qui hanno il piedino piccolo... Leggere il seguito

    Da  Albino
    ASIA, ITALIANI NEL MONDO, MONDO, VIAGGI
  • Il casco giapponese Sashiko di Tokyo

    casco giapponese Sashiko Tokyo

    Il Giappone (日本/日本国 Nihon o Nippon, ufficialmente Nihon-koku o Nippon-koku), è uno Stato dell'Asia orientale che si ditribuisce su un arcipelago composto da... Leggere il seguito

    Da  Archipapo
    COLLEZIONISMO
  • Il Prosecco Superiore è arrivato a Tokyo

    Come già annunciato nei giorni scorsi, si è svolta a Tokyo una presentazione di vini italiani. Tra i vini presentati c’è anche il Prosecco Superiore di... Leggere il seguito

    Da  Nippolandia
    DA CLASSIFICARE