Magazine Musica

Un nuovo astrolavoro firmato astrolabio

Creato il 01 febbraio 2017 da Boxtune

Gli Astrolabio presentano il loro terzo lavoro in studio, intitolato I paralumi della ragione Dopo due anni dal loro ultimo album L’isolamento dei numeri pari, che ha riscosso notevole successo all’interno del mondo progressive, la band ha voluto regalare ai loro fan un nuovo astrolavoro.

Gli Astrolabio sono una band progressive rock veneta. Nati nel 2009 a Verona, dalle ceneri degli Elettrosmog, nel 2012 esordiscono con il primo album, intitolato Temperato Demo(dé). Iniziano così a farsi strada nel mondo del rock progressivo italiano, riuscendo a riscuotere consensi anche a livello internazionale. I loro brani ricordano tinte inequivocabilmente “seventies”, spesso ispirate dagli ideali compositivi tipici agli anni ruggenti del progressive italiano.

Il nuovo corso musicale è definito dal gruppo con letichetta diRock Degressivo Italiano, che non vuole descrivere solo un cambiamento, ma un vera e propria corrente di pesiero che si vuole discostare dagli seriotipi precostruiti del mondo musicale moderno.

Con I paralumi della ragione, gli Astrolabio hanno raggiunto la loro maturità artistica, decidendo di focalizzare ed incanalare i loro temi verso la satira politica.Abbiamo abbandonato il tema intimista per un doveroso ritratto della realtà sociale, politica e culturale del nostro tempo, e nello stesso contesto, prendendo in giro i

detentori del potere, responsabili o complici dello stato attuale delle cose”. Così la band descrive questa evoluzione compositiva.

Per concepire meglio l’assurdità del quotidiano, gli Astrolabio hanno deciso di creare un concept album ambientato nel mondo dei sogni. Il protagonista di questo surreale viaggio si addormenta all’inizio dell’album (Dormiveglia #1) e alla fine di esso (Dormiveglia #2) Delega quindi al sogno/incubo di raccontare la storia nel quale attraversa tutti i micromondi coi quali viene a scontrarsi quotidianamente: dalla pubblica amministrazione, agli psico drammi personali, dalle sanguinose cronache di guerra, alle ridicolaggini della politica.

Le note del basso e sintetizzatore di Nuovo Evo, fanno iniziare il viaggio in questo incubo. Il testo è una chiara denuncia della situazione che il nostroBel Paesesta affrontando in questi ultimi anni. Riff molto duri e coincisi, rendono l’idea di questo ritratto, così come Pubblico Impiego.

All’interno dell’album vengono affrontati anche temi che toccano il quotidiano. La Casa di Davide, che è un rimando alle guerre che ormai martoriano lo stato Palestinese, vuole denunciare proprio la strumentalizzazione religiosa ed economica chegiustificaquesto inutile odio tra popoli. L’intro con un discorso in arabo, che ricorda l’inizio dell’album Arbeit Macht Frei degli Area, lascia posto ad un riff circolare ed incisivo di basso, supportato da un groove di tom della batteria e un tappeto ambientale di synth. Il lungo brano si sviluppa con cambi di ritmi e rimandi a famose canzoni, che scoprirete ascoltandolo.

I paralumi della ragione è un album che gli appassionati del progressive non possono perdere.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :