Magazine Medicina

Un nuovo biomarcatore per la recidiva del cancro alla prostata

Creato il 27 febbraio 2014 da Dietainforma @espriweb

27 febbraio 2014 16:55 Luca Natale Strumenti d'indagine

recidiva proteina CD151 cancro alla prostata biomarcatore
Un gruppo di ricercatori ha identificato un biomarcatore che permette di individuare i pazienti con cancro alla prostata a rischio di recidiva. Questa scoperta, se confermata, potrebbe permettere ai medici di capire quali malati necessitino realmente di trattamenti aggressivi. John Lewis, un ricercatore della facoltà di medicina della UA University, ha affermato che è stato scoperto un anticorpo che, se aggiunto ad un campione bioptico prelevato da un uomo con cancro alla prostata, attacca solo alcune proteine che aiutano il tumore a diffondersi in tutto il corpo. Gli studiosi affermano che gli uomini che presentano la mutazione della proteina CD151 sono a rischio di sviluppare una recidiva del cancro alla prostata entro quattro anni e non entro 15 o 20 come accade nella maggior parte dei casi. Ciò permetterebbe ai medici di limitarsi a monitorare periodicamente (“sorveglianza attiva”) molti pazienti che altrimenti verrebbero sottoposti ad inutili trattamenti con conseguenti e spiacevoli effetti collaterali. Attualmente è in corso un ulteriore studio condotto al fine di confermare l’esattezza di questa promettente scoperta.

http://www.edmontonjournal.com/health/research+identifies+which+prostate+cancer+patients+likely+experience+serious+faster/9190176/story.html

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :