Magazine Società

Una carrellata di foto dal film "Il Ciclone"

Creato il 26 giugno 2012 da Matteviola90
Per l'elenco completo delle frasi e delle battute del film "Il Ciclone" visitate questo link Le frasi più belle del film "Il Ciclone"
Ecco il cast, sotto trovate le foto:
Leonardo Pieraccioni: Levante Quarini
Lorena Forteza: Caterina De Cantar
Barbara Enrichi: Selvaggia Quarini
Massimo Ceccherini: Libero Quarini
Sergio Forconi: Osvaldo Quarini
Alessandro Haber: Naldone
Tosca D'Aquino: Carlina
Paolo Hendel: Pippo il meccanico
Benedetta Mazzini: Isabella (farmacista)
Natalia Estrada: Penelope
Mario Monicelli: Voce di Gino
Gianni Ferreri: Autista ballerine
Patrizia Corti: Franca cameriera bar
Gianni Pellegrino: Nello il fruttivendolo
Per visualizzarle in dimensione originale basta cliccarci sopra; inoltre ho cercato di metterle in ordine cronologico (se notate qualche errore vi chiedo di segnalarlo)

Il mitico motorino di Levante

Adesso arriva il Maestro Natali... (Nello il fruttivendolo)

Maestro Natali con Nello il Fruttivendolo


Che ce l'hai un gratta e vinci te? (Giuliano Grande entra da Nello)


Che ce l'hai i'gratta e vinci te? (Giuliano Grande)


Giuliano Grande scappa

Sono il Funky Tranky, suono la musica del Funky Tranky (Giuliano Grande)


Levante commercialista


Il commercialista Levante da Carlina


Però quando c’è stato da godere, hai goduto!  (Carlina)


Piripi (Carlina a Levante)

E lei volea far l’amore in macchina, diho macchè se’ grulla! (Pippo a Levante)

Pronto il motorino per il nipotino, un si preoccupi eh, un gliel’ho messo incinta!
(Pippo in officina parla con un cliente)  


Una volta per dire i’ vero un altro quadro l’ho fatto, però è parecchio intimo, 
parecchio personale.(Libero a Levante e Selvaggia)


Mah, proprio perché vu siete voi eh. Questo diciamo l’è una cosa un po’ particolare, diciamo l’è 
una cosa metafisiha. Autoritratto! (Libero mostra il suo quadro a Levante e Selvaggia)

Il casale di Gino


Lo darò a tutte l’ore, i’ramato (Libero discute con Osvaldo sul ramato)


Selvaggia, Levante, Libero e Osvaldo cercano di vedere la cometa Hyakutake


È lacometa Hyakutake, passa una volta ogni settantamila anni
(Selvaggia, Levante, Libero, Osvaldo)

Famiglia Quarini a tavola 


La farmacista Isabella


Diglielo a Selvaggia, non ne posso più. Non si può più continuare a nasconderci come due ladre.
  (Levante e Isabella in farmacia)

           L'ha ragione lei, se tu sei buho dillo (In farmacia)


Ma che si fa i cazzi sua lei! (Levante in farmacia)


Se non capisce l’indicazione lo richiede a qualcuno che passa oppure alla madonnina stessa
(Famiglia Quarini incantata alla vista delle ballerine di Flamenco)


Pullman con Naldone e le ballerine di Flamenco


 Dormire a chi? (La risposta di Osvaldo alla domanda di Naldone
 e le ballerine che chiedono se possono restare per la notte)


Olè Olè (Famiglia Quarini e Ballerine)


Se stanotte non ne trombo neanche una su cinque voglio morire...e siccome so già che non ne tromberò neanche una. Tappami Levante...tappami se tu mi vo bene! (Libero dentro una bara rivolto a Levante)

Ma che posso parlare io co’uno dentro una bara! (Levante a Libero)


Chissà come si dirà in spagnolo do il ramato? Dos Los Ramatos! 
Tappamis (Libero nella bara) 


Carpi bella, però più bella Capri. Capri mui più bellas (Levante - Caterina)


Ginooooo! (Levante, Caterina, Gino)


Che belle poppe! (Penelope a Selvaggia)

Caterina spiega a Selvaggia come lanciare il boomerang


Levante, Nello e Pippo sentono la musica provenire dal casale Quarini


Selvaggia, Osvaldo e Libero osservano le ballerine di Flamenco


Le ballerine danzano al ritmo del Flamenco


Libero e ballerina osservano lo schianto in motorino di Levante


Naldone dal Sindaco "fiscalista"


Levante in bicicletta dà un passaggio a Giuliano Grande


Famiglia Quarini (Ceccherini, Pieraccioni, Forconi, Enrichi)

Il quadro di Libero: Dio C'è, ora c'ho le prove!


Che cosa c'è? C'è che mi sono innamorato di te 
(Levante, Libero, Selvaggia, Osvaldo)


Hai visto che gira e rigira sempre da Carlina tu devi tornare? 
(Carlina a Levante prima di entrare nel ristorante)


Carlina e Levante al ristorante

E budubu, budubu, budubu, e mi girava, e mi rivoltava, ma che era?
Era una furia, ma che era? Era uno stallone (Carlina)

Che figura di merda, che figura di merda 
(Levante nel bagno del ristorante, poi spaccherà il porta-carta)

Isabella sta per tirare un ceffone a Carlina nel ristorante

Caterina in giro con Levante per Firenze


 Fu un bacio vero, profondo, carnale...insomma con la lingua, parecchia lingua.  (Levante si bacia con Caterina)

Ma io secondo voi quel treno l'ho perso veramente? (Levante, frase finale)


Levante ascolta il pancione di Caterina incinta 



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :