Magazine Arte

Uno spettacolo e un’esposizione al museo Rover Joe di Fidenza

Creato il 26 marzo 2019 da Jet @lucecolore

Uno spettacolo e un’esposizione al museo Rover Joe di Fidenza

Trincea della Grande Guerra ricreata al Museo Rover Joe 

 Uno spettacolo e un’esposizione al museo Rover Joe di Fidenza

Uno spettacolo e un’esposizione al museo Rover Joe di Fidenza

Venerdì 29 marzo, alle 21, il coro I Cantori di Santa Margherita e un attore rievocano la Grande Guerra, tema della mostra temporanea del museo che è specializzato in apparati radio originali della prima metà del ’900


Dalla jeep Willys MB al radar Würzburg, dal faro della contraerea Searchlight alla stazione radio mobile Jimmy: non è un film bellico, ma solo un piccolo esempio dei cimeli del museo Rover Joe nel quartiere La Bionda a Fidenza, in via Giovan Battista Della Chiesa 8. Un luogo inimmaginabile dall’esterno e pregnante invece di storia all’interno. 
Non una storia qualsiasi, bensì quella che ha deciso i destini dell’umanità nella prima metà del 1900, attraverso la tecnologia applicata agli usi militari e trasferita poi agli usi civili (telescriventi, Poste & Telegrafi, radar di sicurezza marittima e aerea, sistemi di comunicazione nelle forze dell’ordine, fax, telefax... fino ai proto-Gps). L’associazione storico-culturale Rover Joe è il frutto della competenza e della passione del presidente Alberto Campanini, imprenditore illuminato e collezionista di oltre duemila apparati derivanti soprattutto dalla Seconda guerra mondiale. Lo stabilimento adibito a museo sta ospitando una suggestiva esposizione in omaggio al centenario della fine della Prima guerra mondiale, visitabile nei giorni feriali fino a giugno con ingresso gratuito (info 0524-524060) e impreziosita da un imminente spettacolo a tema, che è più di un concerto: venerdì 29 marzo 2019 alle ore 21 “Partire... per ritornare”, canti, racconti e immagini della Grande Guerra, con ingresso libero fino a esaurimento posti.

Uno spettacolo e un’esposizione al museo Rover Joe di Fidenza

I Cantori di Santa Margherita, un coro di 36 elementi nato nell’omonima frazione di Fidenza nel 1971, dedito al canto d’autore d’ispirazione popolare, diretto da Germano Boschesi e già in tour all’estero.

Protagonisti I Cantori di Santa Margherita, un coro di 36 elementi nato nell’omonima frazione di Fidenza nel 1971, dedito al canto d’autore d’ispirazione popolare, diretto da Germano Boschesi e già in tour all’estero. In scaletta “Monte Pasubio”, “Stelutis Alpinis”, “Ta-pum” e altre canzoni alternate ai recitati di Davide Zoni, che darà voce alle lettere dei soldati e a brani di Mario Rigoni Stern e del poeta parmigiano Renzo Pezzani, raccolti e riadattati da Flora Bonomini. Su un fondale, le foto e i video del conflitto che cominciò nel luglio 1914 (il 24 maggio 1915 per l’Italia) e si concluse nel novembre 1918.
Patrocinato dal Comune di Fidenza, l’evento verrà replicato domenica 14 aprile alle 18 sempre sul palco del Rover Joe, tra le imponenti trincee ricreate dalla mostra-installazione. Rover Joe da 13 anni colleziona, restaura e mostra al pubblico le tecnologie elettroniche e i sistemi di comunicazione impiegati nei primi decenni del ’900, in particolare durante il massimo sviluppo dal 1939 al 1945, e mira alla diffusione di ricerche sugli studi delle tecnologie della comunicazione, dalla telegrafia elettrica al radar. Il museo annovera dispositivi del tutto originali e per la maggioranza funzionanti: radio, sistemi telefonici, veicoli dotati di sistemi di radiocomunicazione, macchine cifranti come l’Enigma e altre apparecchiature utilizzate per comunicazioni segrete nella Seconda guerra mondiale.

Uno spettacolo e un’esposizione al museo Rover Joe di Fidenza

Trincea della Grande Guerra ricreata al Museo Rover Joe


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines