Magazine Cultura

Usa: batman dominatore incontrastato della classifica di vendita (ma sara' vera gloria?)

Creato il 12 ottobre 2011 da Comixfactory

USA: BATMAN DOMINATORE INCONTRASTATO DELLA CLASSIFICA DI VENDITA (MA SARA' VERA GLORIA?)

copertina di Batman 1
dominatore incontrastato della classifica di vendita


Fino a ora avevo evitato di parlarne. Sia chiaro, il DC Relaunch è un grande evento che produrrà (e sta producendo) un enorme impatto sul comidon statunitense (e mondiale), ma quello a cui stiamo assistendo oggi è solo l'inizio, un inizio trionfale ma tuttavia pur sempre un inizio che lascia uno scenario aperto e imprevedibile per il futuro. L'attuale trionfo delle pubblicazioni della DC Comics (ben sei titoli con un venduto superiore alle 100.000 copie) non significa granché se non una grossa risonanza per il rilancio, molta visibilità per i titoli grandi e piccoli e un po' di  polvere da mangiare per la Marvel. Ma quello che a me davvero interessa (e sui cui mi riprometto di ritornare tra qualche mese) è come sarà la classifica di vendita fra sei mesi o forse tra un anno. Riuscirà la DC a conservare i nuovi lettori reclutati in questo momento? Ci saranno sei collane con impresso in copertina il numero sei oltre le centomila copie di vendita? Oppure, terminata la sbornia iniziale i nuovi lettori conserveranno i loro preziosi numeri uno in una bustina di plastica e attenderanno il momento giusto per piazzarli su internet a qualche danaroso collezionista?
Prima di continuare con le mie elucubrazioni, interrogativi  e perplessità, però, vediamo nel dettaglio la classifica di vendita di questo mese, soffermandoci sulle prime ventisette posizioni.
188,420 Batman #1
182,748 Action Comics #1
141,682 Green Lantern #1
129,260 Flash #1
118,376 Superman #1
103,392 Detective Comics #1
98,389 Batman: The Dark Knight #1
93,032 Fear Itself #6
87,237 Ultimate Spider-Man #1
85,242 Batman & Robin #1
84,033 Green Lantern New Guardians #1
81,489 Batgirl #1
76,214 Wonder Woman #1
74,769 Green Lantern Corps #1
73,675 Teen Titans #1
72,272 Aquaman #1
72,228 Batwoman #1
71,944 Amazing Spider-Man #669
66,546 Red Lanterns #1
62,856 Justice League Dark #1
62,717 Nightwing #1
62,080 Ultimate Comics X-Men #1
61,492 Avengers #17
61,079 Justice League International #1
58,326 Uncanny X-Men #543
QUI potete vedere la classifica di vendita relativa alle prime 300 posizioni
- al primo posto incontrastato svetta la nuova serie di Batman scritta da Scott Snyder e disegnata da uno strepitoso Greg Capullo. Un successo clamoroso per il disegnatore di origini italiane, abituato a vendere 15.000 copie con Haunt (targato Image); le 188.420 copie vendute con il suo Batman lo renderanno più popolare di quanto non sia mai stato (e farà salire alle stelle il valore delle sue commissions)
- Molto significativa la settima posizione (e le oltre 98.000 copie vendute) di Fear Itself. I crossover della Marvel riscuotono sempre successi di vendita molto significativi, anche un numero 6 si piazza al primo posto tra tutte le collane della casa delle idee. Questo risultato mi fa pensare che nel 2012 - quando la Marvel pubblicherà l'anticipato ma misterioso evento architettato da tutti e cinque i suoi principali sceneggiatori - la casa editrice Newyorkese si riapproprierà del predominio della classifica.
- D'altro canto il DC Relaunch fa passare in sordina l'altro relaunch previsto a settembre, quello dell'universo Ultimate. Non solo i nuovi numeri uno della divisione più moderna della Marvel non hanno scalzato Fear Itself dalla vetta della classifica, ma non sono neppure riusciti a insidiare le testate della DC. Spider-Man, tra l'altro, lanciatissimo grazie alla morte di Peter Parker e alla sua strombazzata sostituzione con un ragazzo Afro-Ispanico, non è andato oltre le 87.000  copie del primo numero (già scese a sole 52.000 con il numero due, registrando un calo di circa il 35%). Ancor meno significativo il debutto di The Ultimates con circa 62.000 copie. Che l'universo Ultimate abbia finito la sua spinta propulsiva e abbia fatto il suo tempo?
- Al di là dei grandi numeri, non dobbiamo però farci prendere dall'entusiasmo. In fin dei conti solo i grossi calibri hanno sfondato il tetto delle 100.000 copie o si sono assestati nelle prime posizioni in classifica. Le 62.000 vendute dal primo numero di Nightwing ci fanno presumibilmente pensare a un repentino ridimensionamento delle vendite della testata e ad un suo altrettanto repentino ritorno in posizioni di classifica meno nobili; se il numero due subirà un calo del 35% come capitato a Ultimate Spider-Man scenderà a circa 40.000 copie... e immaginiamoci cosa succederà fra sei mesi o più.
- Ancora meno significativa la prestazione fornita dai titoli di terza fascia del New 52, serie come Static Shoc, Voodoo, Grifter, Omac hanno tutte venduto intorno alle 30.000 copie. Su di loro un calo del 35% le porterebbe sotto le 20.000 già con il secondo numero... in sei mesi potrebbero anche chiudere.
- D'altro canto una serie come Batwoman non avrebbe mai venduto 71.000 copie se fosse uscita al di fuori di un evento mediatico così massiccio, così come Stormwatch (46.000) non avrebbe mai venduto più di Thor (45.000).
In definitiva possiamo ammettere che il rilancio della DC sia stato, almeno inizialmente, un successone. In tutta sincerità non credo che questo successone sia destinato a durare, con tutta probabilità alcune collane tra quelle realizzate meglio (penso al Batman di Snyder/Capullo, a Batwoman di J.H. Williams III, alla Justice League di Johns/Lee o all'Action Comics di Morrison) venderanno più di quanto avrebbero venduto prima del rilancio, ingraziandosi nuovi lettori e (pochi) transfughi dalla Marvel.
A mio parere, però, la vera cosa negativa che potrebbe conseguire a questo rilancio e al successo che lo ha accompagnato (vi immaginate una riunione degli azionisti durante la quale agli ignari investitori si propongono cifre di vendita drogate, con albi a fumetti che da un mese all'altro son passati da meno di 20.000 copie di venduto a oltre 60.000?) è che a breve tutti gli editori, trovandosi con l'acqua alla gola, si possano veder costretti a decidere di rilanciare periodicamente i propri universi narrativi. Insomma se finora bastava drogare i dati di vendita con la morte di un personaggio accontentandosi dell'occasionale vendita oltre le centomila copie di un solo numero (espediente stra-abusato negli ultimi anni con decine di morti - e successive resurrezioni - eccellenti) come frenarsi avanti alla possibilità di superare questo tetto per tre o quattro mesi consecutivi e con più testate?

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :