Magazine Viaggi

Vacanza infernale per 400 in crociera lusso Caraibi – Rassegna Stampa D.B.Cruise Magazine

Creato il 03 gennaio 2013 da Dreamblog @Dreamblog

Gastroenterite colpisce passeggeri, forse da norovirus

Vacanza infernale per 400 in crociera lusso Caraibi – Rassegna Stampa D.B.Cruise Magazine

Natale infernale nel paradiso tropicale: una violenta gastroenterite in due navi di lusso in crociera nei Caraibi ha costrette quasi 400 persone fra turisti e personale di bordo a trascorrere la festa in preda a vomito, diarrea e febbre alta. Le due navi in questione sono la Queen Mary 2 della compagnia anglo-americana Cunard Line, e la Emerald Princess dell’americana Princess Cruises.

La prima, salpata da New York il 22 dicembre con 2.613 persone a bordo, ha avuto 194 passeggeri e 11 membri di equipaggio contaminati ed è ancora in navigazione nei Caraibi, mentre la Emerald Princess su un totale di oltre 4.400 persone a bordo ha avuto 189 passeggeri e 31 membri del personale malati ed è attraccata a Fort Lauderdale, in Florida.

Entrambe le navi hanno comunicato l’epidemia di bordo alle autorità sanitarie statunitensi, come richiede il regolamento internazionale in vigore quando il numero dei contaminati a bordo superi il 2% del totale – la Cunard lo aveva già fatto un paio di giorni fa sul suo sito internet. I passeggeri sono stati tutti relegati alle loro cabine e a bordo vige la procedura di decontaminazione. Gli esperti hanno indicato subito come sospettato numero uno il norovirus, virus fecale che si trasmette per contaminazione diretta, ma che come molti altri agenti patogeni trova nei sistemi di areazione e distribuzione di navi, aerei e ospedali il suo veicolo di propagazione preferito. Lo sfortunato Natale caraibico dei partecipanti alle due crociere giunge pochi giorni dopo un caso analogo, quello della nave Oriana della compagnia P&O, in crociera nel Baltico, con 300 malati di gastroenterite a bordo. Natale sfortunato che corona in modo inglorioso un anno, quello del centenario dell’affondamento del Titanic, rivelatosi nero per il mondo delle crociere, apertosi con il disastro della Costa Concordia sugli scogli del Giglio e la vicenda del suo comandante Francesco Schettino sotto i riflettori globali. Vicenda che ha avuto poche settimane dopo un secondo capitolo nell’Oceano Indiano, dove un’altra nave dello stesso gruppo, la Costa Allegra, è rimasta alla deriva dopo un incendio, senza vittime, prima di essere trainata da un peschereccio oceanico francese fino alle Seychelles.

Fonte: ANSA

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :