Magazine Salute e Benessere

Vaccini pediatrici. La vittoria di Kennedy contro l’HHS

Creato il 05 dicembre 2018 da Informasalus @informasalus
CATEGORIE: Vaccinazioni
vaccini

È di questi giorni l’annuncio che Robert F. Kennedy Jr., quale rappresentante dell’associazione ICAN, ha ufficialmente vinto la causa contro l’HHS (Health and Human Services; Dipartimento della Salute e Servizi Umani) per la violazione del mandato per la sicurezza dei vaccini pediatrici del NCVIA (National Childhood Vaccine Injury Act) del 1986.

Nel 2017, l’Informed Consent Action Network (ICAN), supportata da 55 organizzazioni, in rappresentanza di oltre 5 milioni di persone, aveva compiuto un passo senza precedenti nel consegnare una lettera a Don Wright, MD, MPH, segretario dell’HHS in quel momento, in cui si affermava che l’HHS aveva fallito nel proprio dovere di condurre le ricerche scientifiche necessarie per dimostrare la sicurezza dei vaccini come richiesto dalla legge e che avrebbe dovuto agire immediatamente per rimediare a questa negligenza.

I vaccini sono attualmente l’unico prodotto farmaceutico sul mercato statunitense immune alle cause legali per danno da vaccino, in conseguenza del Vaccine Injury Compensation Act (VICA) del 1986 approvato dal Congresso e firmato in legge dall’allora Presidente Ronald Reagan.

Nella “Legge del 1986” si afferma chiaramente che l’HHS doveva costituire una task force insieme all’Istituto Nazionale della Sanità (NIH) per produrre costantemente vaccini migliori e che l’HHS doveva supervisionare studi e test per due obiettivi: non solo per porre fine alle malattie infettive, ma anche per porre fine al danno da vaccino.

Nella parte generale la legge dice questo: “Nell’amministrazione di questa parte e di altre leggi pertinenti sotto la giurisdizione del Segretario, questo Segretario promuoverà lo sviluppo di vaccini per l’infanzia che provocano reazioni avverse sempre meno gravi rispetto a quelle sul mercato dal 22 dicembre 1987 e promuoverà il perfezionamento di tali vaccini”.

Inoltre, “deve apportare o assicurare miglioramenti e in altro modo utilizzare l’autorità del Segretario in relazione a licenze, produzione, elaborazione, test, etichettatura, avvertenza, istruzioni per l’uso, distribuzione, conservazione, somministrazione, sorveglianza sul campo, segnalazione di reazioni avverse e richiamo di lotti reattogenici, o campioni di vaccini, o ricerca sui vaccini al fine di ridurre il rischio di reazioni avverse ai vaccini”.

“Entro due anni dalla firma della dichiarazione del 22 dicembre 1987, e poi periodicamente, il Segretario trasmetterà alla Commissione per l’Energia e il Commercio della Camera dei Rappresentanti e al Comitato per il lavoro e le risorse umane del Senato degli Stati Uniti, una relazione che descrive le azioni intraprese ai sensi della sezione A nel biennio precedente”.

Vaccini pediatrici. La vittoria di Kennedy contro l’HHS

Inizialmente l’associazione ICAN presentò un FOIA (Freedom of Information Act) (1) con la richiesta all’HHS di produrre qualsiasi tipo di documento relativo al lavoro svolto sulla sorveglianza e sui test di sicurezza. Poiché l’HHS non rispose alle richieste fatte, venne aperta una causa legale.

Alla fine l’HHS decise di rispondere su ordine del tribunale: (2) “Le ricerche del dipartimento per i records non hanno individuato alcun record rispondente alla vostra richiesta. Il Dipartimento della Salute e Servizi Umani (HHS), l’Ufficio Immediato del Segretario (IOS) hanno condotto una ricerca approfondita nel loro sistema di tracciamento dei documenti e il Dipartimento ha anche condotto una revisione completa di tutti gli indici rilevanti dei record di corrispondenza della segretaria dell’HHS mantenuti nei record dei centri federali che rimangono sotto la custodia dell’HHS.

Queste ricerche non hanno individuato record rispondenti alla tua richiesta, nè che i record rispondenti alla vostra richiesta e in custodia dell’HHS si trovano presso il Federal Records Center”.

Vaccini pediatrici. La vittoria di Kennedy contro l’HHS

Ciò significa che in trent’anni non erano mai stati effettuati test di sicurezza né di sorveglianza delle reazioni avverse da parte dell’HHS e che il Congresso non aveva mai chiesto di vedere questo rapporto che doveva essere presentato ogni due anni.

Nella sua intervista con De Bigtree, fondatore di ICAN e conduttore del programma HighWire, a luglio 2018, Robert f. Kennedy Jr. commenta la risposta dell’HHS nel seguente modo: “Quando il Congresso ha dato l’immunità economica all’industria farmaceutica per la produzione e la somministrazione di vaccini nel 1986, stavano rimuovendo qualsiasi tipo di incentivo economico per le società per mantenere o migliorare, o garantire la sicurezza dei vaccini.

Ogni altro prodotto ha un incentivo per rendere il prodotto sicuro da difetti di fabbricazione perché le ditte sanno che possono essere citati in giudizio dalle persone danneggiate. Ma in questo caso il controllo e gli incentivi erano stati rimossi, quindi il Congresso, al fine di rimediare al vuoto di incentivi economici, ha assegnato specificatamente all’HHS l’obbligo di assicurarsi che i vaccini fossero sicuri, e una delle parti fondamentali di tale obbligo, e questo è tutto nell’atto del 1986, uno dei punti chiave di tale obbligo era il mandato che ogni due anni HHS emettesse un profilo di sicurezza dei vaccini che aveva approvato, e che informasse il Congresso su ciò che aveva fatto negli ultimi due anni per migliorare la sicurezza del vaccino. Non siamo riusciti a trovare alcuna registrazione di nessuno di quei rapporti negli ultimi 32 anni.

(…) [le industrie del farmaco] hanno trasformato le agenzie regolatorie, FDA, HHS e CDC in burattini e disabilitato il Congresso. Ora sono i più grandi contribuenti al Congresso. Hanno disattivato la stampa diventando i più grandi inserzionisti. Hanno disattivato avvocati e tribunali tramite il VICA, che rende illegale denunciare una società di vaccini, a prescindere da quanto gravi siano le lesioni, o siano tossici gli ingredienti di tali vaccini.

Tutte quelle istituzioni che normalmente proteggono una vittima, un bambino, non esistono più, e l’unica cosa che rimane è l’esame accurato e la vigilanza di HHS. E quindi ci affidiamo assolutamente a questo e ciò che l’HHS ha ammesso qui è che non esiste alcun controllo, non c’è vigilanza, mentre l’obiettivo della sua strategia è stato quello di assicurarsi che i vaccini non venissero mai testati per la sicurezza.

La maggior parte degli americani non comprende che prima di essere autorizzato, ogni altro farmaco e prodotto farmaceutico deve passare attraverso test rigorosi, randomizzati, in doppio cieco, con placebo. I vaccini sono i soli ad essere immuni da questo. Quindi, invece di test quinquennali con veri placebo, i vaccini a volte richiedono solo poche ore di test di sicurezza o pochi giorni.

E naturalmente questo tempo non è abbastanza lungo per individuare i danni con lunghi periodi di incubazione come l’autismo, come l’ADHD, le allergie alimentari, le malattie autoimmuni. Nessuno potrebbe sostenere che si possa vedere questi danni in un test che dura solo quattro giorni. (…) il lavoro che doveva fare l’HHS era quello di sviluppare test sulla sicurezza dei vaccini e riferirlo al pubblico e ciò che abbiamo scoperto è che in oltre trenta anni non l’hanno mai fatto una volta sola”.

1. https://healthimpactnews.com/2018/hhs-sued-for-not-upholding-vaccine-safety-testing-mandated-by-law/

Per approfondimenti

1. ICAN-HHS-Notice

2. ICAN-HHS-Stipulated-Order-July-2018


Hai un account google? clicca su:


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :