Magazine Società

Valganna, pioggia di sassi sui volontari mentre pulivano il bosco dai rifiuti

Creato il 11 settembre 2019 da Stivalepensante @StivalePensante

Nonostante il divieto assoluto di scarico, imposto dalla scritta a caratteri cubitali riportata su un cartello all'esterno della struttura, l'ormai ex piattaforma ecologica della Valganna, situata in località San Gemolo accanto alla Strada statale 233, rimane un "punto di riferimento" per chi non può fare a meno di abbandonare rifiuti in modo indiscriminato.

Per questa ragione l'area è frequentata costantemente dai volontari che su tutto il territorio dell'alto Varesotto si occupano di contrastare il fenomeno. Due di loro si trovavano in zona anche di recente, alcuni giorni fa, e proprio a pochi passi dall'ex discarica sono stati oggetto di un gesto preoccupante, la cui natura resta al momento ancora da chiarire.

Il lancio iniziale di singole pietre, scagliate verso la piazzola dal bosco, si è trasformato nel giro di pochi istanti in una vera e propria sassaiola ai danni dei volontari, allontanatisi rapidamente dopo aver capito di essere loro i bersagli degli ignoti assalitori.

Nulla di grave per i malcapitati, anche se a creare grande sconcerto sono ora le ragioni che si celano dietro all'azione. Uno scenario particolarmente inquietante, a questo proposito, arriva dalle pagine de La Prealpina, che racconta l'episodio avvenuto a San Gemolo. Si tratta di un assurdo atto dimostrativo da parte di vandali oppure gli spacciatori si stanno riappropriando dei boschi, dopo gli arresti e le ingenti operazioni dei carabinieri avvenute negli scorsi mesi?

" D'altronde le segnalazioni di cittadini non mancano - si legge oggi sul quotidiano locale - sia per la presenza di alcuni bivacchi di fortuna nei boschi, sia per un andirivieni sospetto di persone sui sentieri, che tutto sembrano tranne che dei camminatori occasionali o dei turisti".


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog