Magazine Altri Sport

Vela - A PORTO AZZURRO LA I SELEZIONE NAZIONALE L’EQUIPE

Creato il 11 aprile 2010 da Andrea
Vela - A PORTO AZZURRO LA I SELEZIONE NAZIONALE L’EQUIPEPorto Azzurro, 6 aprile 2010 – Si è disputata all’isola d’Elba, con l’organizzazione del Circolo Velico Porto Azzuro, la I Selezione Nazionale della classe L’Equipe, imbarcazione riservata ai più giovani equipaggi in doppio.Completato regolarmente il programma: nelle tre giornate di regate si sono disputate 8 delle 9 previste per la categoria Juniores riservata ai velisti nati negli anni 95/97 (98 sole se avevano compiuto già 12 anni) e 6 su 6 per i Cadetti, atleti nati negli anni 98 e 99).Il vento non è mai mancato, solamente all'ultima prova è stato particolarmente irregolare tanto da costringere Il Comitato di regata, presieduto dai giudici liguri Giuseppe Calcagno e dai signori Burlando (con la sempre valida collaborazione dei giudici elbani Alessandro Altini, Bruno Bozzoli, Corrado Guelfi e Wladimiro Muti). Le condizioni meteo hanno regalato ai regatanti e agli accompagnatori, sicuramente un buon ricordo del golfo di Porto Azzurro, dopo una prima giornata di nuvole, il sole ha fatto la sua parte, in una primavera che stenta ancora ad arrivare.Dominio rosa nella categoria Juniores dove le prime due posizioni della classifica (stilata con lo scarto del peggior risultato) sono stati occupati dagli equipaggi romani del C.V.3V del lago di Bracciano Addari/Previni e Bettoni/Carluccio, mentre il terzo posto è andato all’equipaggio maschile ventimigliese Rosati/Smit.Anche nella categoria Cadetti il gradino più alto del podio è stato occupato da un equipaggio femminile, le liguri (C.N. Loano) Richero/primavera hanno preceduto nella classifica finale due equipaggi elbani: rispettivamente al secondo posto hanno concluso Samuel Spada e Gian Lorenzo Martiner portacolori del Circolo della Vela Marciana Marina e al terzo i fratelli Luca e Simone Conte del Circolo Velico Porto Azzurro.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :