Magazine Altri Sport

Vela - Audi Med Cup - Troppo vento, le sfide tra i velisti si giocano al Villaggio

Creato il 20 giugno 2010 da Andrea
Vela - Audi Med Cup - Troppo vento, le sfide tra i velisti si giocano al Villaggio
Il tanto atteso mistral è arrivato finalmente al Trofeo di Marsiglia, ma i quasi 30 nodi d'aria che soffiavano oggi sul campo di regata, hanno impedito al comitato di regata di dare il via alle prove odierne: «Oggi, fuori, c’era davvero molto vento - dice María Torrijo, Principal Race Officer del Circuito Audi MedCup - con 29 nodi costanti. Le onde nel campo di regata non erano particolarmente grandi, ma lo erano giusto all’ingresso del Porto Vecchio: avrebbero potuto causare molti danni alle barche. Abbiamo atteso per tutta la giornata perché, secondo le previsioni, il vento sarebbe dovuto calare durante il giorno: in effetti è successo, ma solo per 10 minuti. Per tutta la giornata abbiamo avuto qualcuno fuori a monitorare la situazione, ma purtroppo non si è riuscito a regatare».Per tutto il Circuito Audi MedCup quella di oggi è stata dunque una giornata molto particolare, con i velisti impegnati a trascorrere le ore di "libertà" nei modi più differenti.
Francesco Bruni vs Dean BarkerSe i ragazzi di Emirates Team New Zealand hanno messo in scena un'improvvisata partita di rugby davanti al Villaggio Pubblico, molti velisti hanno approfittato dell'annullamento delle regate per guardare in TV il match di Coppa del Mondo Olanda-Giappone. Con Francesco Bruni e Dean Barker impegnati invece in una personale sfida Italia-Nuova Zelanda, preludio della partita di domani ai Mondiali di calcio sudafricani. E se il tattico di Matador ha già le idee chiare sulla finale perfetta («È facile per me rispondere: ovviamente Italia e Argentina!»), lo skipper Kiwi non si fa troppe illusioni sul match di domani: «La domanda non è tanto "chi vincerà", ma "di quanto ci batterà l'Italia"! Loro sono superiori, e per noi è già un successo essere arrivati alla fase finale del Mondiale». Verso la fine della giornata, inoltre, Artemis e Quantum Racing hanno dato vita a un'intensa competizione al grinder simulator, con i velisti di Synergy e Península Petroleum impegnati in una sfida al simulatore di guida della Playstation.
Domenica, il giorno della veritàDomani, ultimo giorno del Trofeo di Marsiglia, la situazione sarà ancora complicata, con circa 40 nodi di mistral previsti nelle acque francesi. Il Comitato di regata ha dunque deciso di anticipare l'inizio delle regate dalle 13:00 alle 11:00, con l'Audi MedCup TV che comincerà a trasmettere live dal campo di regata dalle ore 10:50. E se le previsioni meteo saranno rispettate, si preannuncia una giornata più che spettacolare. La premiazione del vincitore è prevista invece alle ore 17:30. Per l'ultimo giorno di regate francesi, arriverà inoltre a Marsiglia Romain Dumas, fresco vincitore della 24 Ore di Le Mans a bordo di un'Audi. Il pilota regaterà come ospite a bordo di Audi A1 powered by ALL4ONE.
Matador e Madrid a caccia dei primiNella TP52 Series, rinviata dunque la sfida di vertice fra Quantum Racing e Matador, con i team che dovranno aspettare fino a domani per combattere l'ultima battaglia della bella guerra sportiva a cui hanno dato vita qui a Marsiglia. Per il team di Francesco Bruni sono 4.5 i punti da recuperare al team di Terry Hutchinson. «Quando sei al comando - racconta Ed Reynolds, project manager di Quantum Racing - non sei mai troppo contrariato del fatto di non regatare, ma i ragazzi stanno facendo molto bene e sarebbe stato interessante uscire e vedere come sarebbe stato». Stesso discorso anche per la GP42 Series, con Iberdrola (10 pt.), Madrid-Caser Seguros (12 pt.) e AIRISESSENTIAL (15 pt.) racchiuse in soli cinque punti. E con il team di Paolo Cian capace ieri di conquistare ben due vittorie di giornata, tutto può ancora succedere.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :