Magazine Cultura

Venerdì 8 febbraio - GIANFRANCO PACCHIONI al Caffè Letterario di Lugo

Creato il 03 febbraio 2019 da Caffeletterariolugo

Venerdì 8 febbraio - GIANFRANCO PACCHIONI al Caffè Letterario di Lugo Venerdì 8 febbraio, alle ore 21.00 nella Sala Conferenze dell’Hotel Ala d’Oro, il chimico Gianfranco Pacchioni presenterà al Caffè Letterario di Lugo il suo ultimo saggio “L'ultimo Sapiens. Viaggio al termine della nostra specie” edito dal Mulino. A introdurre la serata, che si concluderà come d’abitudine con il consueto brindisi finale offerto a tutti i presenti dalle cantine Cevico, sarà Enrico Montanari. Ingresso libero. Ricordiamo che è possibile cenare nel Ristorante dell’Hotel Ala d’Oro dalle ore 19.30, e riservare il posto nella Sala Conferenze dove si terrà la presentazione. Immaginiamo un futuro in cui sapiens supertecnologici controlleranno, con le loro intelligenze aumentate, il mondo; mentre altri sapiens desueti, saranno relegati a un ruolo marginale. Uno scenario solo fantascientifico? Oggi l’intelligenza artificiale, le neuroscienze, le nanotecnologie, la genetica modificano in modo sempre più vertiginoso il rapporto tra l’uomo e la natura. Nella storia dell’umanità sta succedendo qualcosa che potrebbe anche portare alla fine di Homo sapiens. Intrecciato ai racconti fantastici di Primo Levi ecco dipanarsi in queste pagine un altro racconto, tanto avvincente e ironico quanto inquietante: quello del nuovo ecosistema - mai visto prima – in cui vivranno i nostri discendenti. Venerdì 8 febbraio - GIANFRANCO PACCHIONI al Caffè Letterario di Lugo Gianfranco Pacchioni è Prorettore alla ricerca nell’Università di Milano-Bicocca dove è stato direttore del Dipartimento di Scienza dei materiali. Per le sue ricerche ha ricevuto numerosi premi internazionali, fra cui l’Humboldt Award e la medaglia Pascal della European Academy of Sciences. Ha tra l’altro pubblicato «Idee per diventare scienziato dei materiali» (2006) e «Quanto è piccolo il mondo» (2008), entrambi con Zanichelli, e per il Mulino «Scienza, quo vadis?» (2017).

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog