Magazine Arte

Via Crucis la Passione di Cristo vista attraverso le opere di 14 artisti contemporanei

Creato il 24 marzo 2012 da Roberto Milani
Il bravo Filippo Lotti alle prese con un fulgido esempio di arte sacra del XXI secolo! A Ponte a Egola sabto 31 marzo...
Via Crucis la Passione di Cristo vista attraverso le opere di 14 artisti contemporanei
Via Crucis
la Passione di Cristo vista attraverso le opere di 14 artisti contemporanei
PONTE A EGOLA Sabato 31 marzo alle ore 16.30 verrà inaugurata, alla presenza del Vescovo di San Miniato S. E. Mons. Fausto Tardelli, una Via Crucis nella Chiesa di San Luigi Gonzaga (chiesina Marianelli, via Primo Maggio).
Interverranno all’inaugurazione, oltre al Vescovo, il Sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato Antonio Guicciardini Salini, Don Giovanni Fiaschi, parroco di Ponte a Egola, Nicola Nuti, critico d’arte fiorentino e Filippo Lotti curatore dell’evento.
Si tratta di un importante progetto religioso ed artistico nato da un’idea di Filippo Lotti, promosso dall’associazione culturale “La Ruga” e realizzato grazie al prezioso e sostanziale contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato.
Sono state realizzate quattordici opere da altrettanti maestri individuati tra i nomi più noti del panorama artistico toscano: Maurizio Bini (Livorno), Tiziano Bonanni (Scandicci), Antonio Ciccone (di San Giovanni Rotondo, Foggia, ma da anni residente a Firenze), Raffaele De Rosa (Livorno), Bruno Di Maio (Cecina), Franco Franchi (Rosignano Solvay), Danilo Fusi (Scandicci), Wilson Guevara (colombiano ma fiorentino d’adozione), Mario Madiai (livornese ma vive e lavora nella campagna pisana) Lea Monetti (Grosseto), Sergio Nardoni (Tavarnelle Val di Pesa), Rocco Normanno (leccese ma residente nella Valdinievole), Gabriele “Erno” Palandri (Ponte di Serravalle, Pistoia), Tomaso Tommasi (Firenze).
Ognuno di loro ha rappresentato una stazione della Via Crucis con varie tecniche espressive, dall’olio al disegno, e su vari supporti, dalla tela alla tavola, ma tutte nello stesso formato (40x30).
I pittori selezionati che, non necessariamente, nel loro percorso artistico avevano affrontato temi religiosi, sono stati “costretti” a confrontarsi con un tema tradizionalmente “sacro”.
Ne sono nate, così, quattordici opere molto diverse tra loro ed in questo sta la particolarità della raccolta. Sono stati scelti artisti tra le diverse generazioni, ma soprattutto di diversa ispirazione: non solo artisti cattolici, ma anche atei e agnostici perché la Via Crucis è una riflessione sull'uomo e su sé stessi, un viaggio interiore nella spiritualità di ciascun artista.
L’evento, ed in sé la mostra, diventano così un momento di grande intensità artistica, non solo religiosa, con l’intento di migliorare la qualità sociale e culturale dell’ambiente in cui viviamo, arricchendolo con esperienze visive ed emozionali.
Le opere diventeranno patrimonio ecclesiastico, saranno cioè donate dagli artisti alla Diocesi di San Miniato e rimarranno custodite ed esposte al pubblico in questa piccola ma significativa chiesa.
Sempre il 31 marzo, contestualmente alla presentazione della Via Crucis, nella sala Marinella Marianelli dell’associazione culturale La Ruga (Via Primo Maggio, 200) sarà inaugurata la mostra collettiva di pittura e scultura dal titolo “Percorsi” con le opere degli artisti selezionati per l’evento.
La mostra sarà visitabile, ad ingresso libero, fino al 24 aprile, secondo il seguente orario: lunedì e mercoledì dalle 16 alle 19, martedì e giovedì dalle 21.30 alle 23.30, venerdì, sabato e domenica su appuntamento. Apertura speciale domenica 1° aprile dalle ore 10 alle 22. Chiuso dal 7 al 9 aprile.
Per info: 333 3892402 – [email protected] oppure 339 2393899 – [email protected]

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Via, via, via

    Via, via,

    , scappa via di qui! Nenche il tempo di rotolare giù dalle scale che la bombola del gas nella cucina alle mie spalle scoppia. Il fragore è immenso e lo... Leggere il seguito

    Da  Solindue
    CULTURA
  • Cavolo d'un Cristo

    lara-stone-by-riccardo-tisci/Don Verzè conclude auspicando di avere «anche la forza (fisica) di affrontare dinanzi a tutti questo passo, al quale non ho... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • ACQUARELLO:che passione!

    ACQUARELLO:che passione!

    "Mi piacerebbe tanto dipingere ad acquarello-mi hanno detto amici pittori che usano altre tecniche- ma poi...tutta quell'acqua che fa quello che le pare e scorr... Leggere il seguito

    Da  Ritarossa
    ARTE, FAI DA TE, PITTURA, TALENTI
  • “Il Cristo Zen” di Raul Montanari

    Cristo Zen” Raul Montanari

    Lo scrittore (e traduttore) Raul Montanari ha impiegato circa vent’anni per realizzare un progetto maturato durante un lunghissimo periodo di letture buddiste... Leggere il seguito

    Da  Sulromanzo
    CULTURA, LIBRI
  • Cristo si è fermato a Longarone

    Cristo fermato Longarone

    Mentre nell’ufficio dell’anagrafe di Longarone, paese dai connotati biblici duramente colpito dal moderno diluvio universale del Vajont, il primo cittadino... Leggere il seguito

    Da  Luna Bianca Luna Nera
    CULTURA
  • Oggi è la festa di Cristo Re

    Oggi festa Cristo

    Facendosi interprete del momento storico che stava vivendo, l'Europa tra le due guerre mondiali, il filosofo russo emigrato a Parigi, Nikolaj Berdjaev, partiva... Leggere il seguito

    Da  Candida
    CULTURA, POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE
  • Cristo sulla croce nella cappella del Crocifisso

    Cristo sulla croce nella cappella Crocifisso

    Nella Cattedrale di Fidenza nella cappella del Crocifisso, al centro del paliotto in legno dipinto, c'è un piccolo capolavoro finora sfuggito all'attenzione... Leggere il seguito

    Da  Jet
    ARTE, PITTURA

Magazines