Magazine Diario personale

Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao

Creato il 22 giugno 2018 da Catia D'Antoni @viaggingiro

Innanzitutto il nostro Amico deve avere il microchip che attesti la sua riconoscibilità e famiglia a cui appartiene e su quello non si transige in nessun caso, poi vediamo insieme che altro occorre per viaggiare fuori Italia con Bau e Miao.

Abbiamo detto che ogni nostro Amico deve avere i suoi documenti, il proprio passaporto dunque, dove è inserito anche il tipo di razza a cui appartiene;
poi possiamo dire che a questo proposito è stato stabilito un Regolamento Europeo che trovate qui per esteso.

Analizziamo

Come anticipato, la prima cosa importante è l’avere il microchip, che sia per il nostro Amico Bau che per Miao, poi vediamo altri documenti necessari affinché nessuno ponga limiti al suo viaggiare:

  • libretto sanitario aggiornato
  • vaccinazione antirabbica, da fare circa un mese prima di partire
  • trattamenti con antiparassitari e vermifugo, da fare almeno due giorni prima di partire
  • passaporto, dove saranno annotate tutte queste informazioni.

Vediamo ora le varie destinazioni europee più gettonate, cercando di semplificare il tutto e di non avere problemi.

Regno Unito:

 Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao
 

Se prima era più complicato ora, dal 2012, non occorre nemmeno più la quarantena preventiva ma soltanto:

  • microchip
  • passaporto europeo
  • vaccinazione antirabbica, da fare circa un mese prima di partire
  • trattamento antiparassitari e vermifugo, da fare almeno due giorni prima di partire.

Occhio a questi tipi di cane che non sono ben visti:

  • pitbull terrier
  • dogo argentino
  • japandese tosa
  • fila brasileiro

In bus e traghetti i cani hanno accesso gratuitamente, ma ovviamente sempre al guinzaglio e con museruola al seguito; nel transito nell’Eurotunnel il cane dovrà rimanere in auto.

Questi i recapiti per altre info in più:

Spagna:

 Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao
 

Passiamo in Spagna dove notiamo che nei treni non possono entrare i cani di media e grande taglia, ma solo i piccoli e fino ai diechi chilogrammi di peso incluso il trasportino;
anche qui

  • microchip
  • passaporto europeo
  • vaccinazione antirabbica, da fare circa un mese prima di partire
  • vaccinazione per lo stafilococco, da iniziare almeno un mese prima di partire
  • trattamento antiparassitari e vermifugo, da fare almeno due giorni prima di partire.

Da tenere presente che nei bus, in metropolitana non possono entrare tranne nelle città di Barcellona, Saragozza e nelle metrò intorno a Madrid;  ma non negli orari di punta e con biglietto pagato. Inoltre un po’ di tolleranza la troviamo a Valencia, Siviglia e Malaga ma soltanto negli spazi pubblici; attenzione se vi spostate in auto perché è obbligatoria la cintura di sicurezza anche per il cane o un trasportino se trattasi di cane piccolo.
Questi i recapiti dell’Ambasciata per eventuali info in più:

  • www.ambmadrid.esteri.it/ambasciata_madrid/it/
  • tel.: +34914233300.

Attenzione a questi tipi di cani, ritenuti pericolosi ed a cui non è consentito entrare:

  • pitbull terrier
  • tosa
  • dogo argentino
  • fila brasileiro
  • staffoshire bullterrier
  • america staffordshire terrier
  • rottweiler
  • akita inu.

Francia:

Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao
 

Paese molto semplice da visitare, fatto anch’io, ma sempre muniti di

  • microchip
  • passaporto europeo
  • vaccinazione antirabbica, da fare almeno un mese prima di partire
  • trattamento antiparassitari, da fare almeno due giorni prima di partire.

La possibiltià di portare il nostro cane sui treni è aperta a tutti purché al guinzaglio e con museruola di corredo, pagando un sovrapprezzo rispetto al biglietto del conduttore; se viaggiate in auto necessiterà la cintura di sicurezza o un trasportino se cane piccolo.
Questi i recapiti dell’Ambasciata per altre info:

Attenzione all’ingresso di questi cani suddivisi in cani da attacco e da guardia ma comunque scettici verso il loro ingresso:

  • staffordshire terrier
  • mastiff/boerbull
  • tosa inu
  • rottwailer e suoi incroci.

Croazia:

Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao
 

Discorso simile alla Francia e sempre con i documenti:

  • microchip
  • passaporto europeo
  • vaccinazione antirabbica, da fare almeno un mese prima di partire
  • trattamento antiparassitario e vermifugo, da fare almeno due giorni prima di partire.

Per spostarsi in treno occorre avere sempre in borsa il passaporto ed il libretto sanitario; da tenere presente che i cani piccoli possono viaggiare nel trasportino o in braccio e non pagano biglietto; i cani più grandi pagano il biglietto e saranno al guinzaglio con museruola; in bus viaggiano sono i cani guida o i cani piccoli; in auto necessita la cintura di sicurezza o il trasportino se cane piccolo.

Attenzione a questi tipi di cani, ritenuti pericolosi ed a cui non è consentito entrare:

  • bull
  • pitbull terrier
  • incroci similari e non iscritti nel Registro Internazionale dell’Associazione Cinofila (F.C.I.).

C’è da dire che per esser tranquilli in Croazia è preferibile andare nelle seguenti città: Zara, Curzola, Spalato, Dubrovnik, Pola.

Svizzera:

Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao
 

Qui la vacanza è davvero tale perché necessitano meno cose, ma non per questo si deve approfittare, vediamo:

  • microchip
  • se inferiori a 12 settimane non serve antirabbica ma certificato che attesti il non contatto con animali selvatici; se accompagnati dalla madre non serve nulla
  • passaporto europeo
  • vaccinazione antirabbica, da fare almeno un mese prima di partire
  • trattamento antiparassitario, da fare almeno due giorni prima di partire.

Il trasporto in bus è previsto dietro pagamento di metà biglietto se il cane è oltre i trenta chilogrammi, altrimenti viaggiano gratis; in auto occorre il trasportino o la cintura di sicurezza.

Questi i recapiti dell’Ambasciata per ulteriori info:

Qui oltre ad esser facile arrivare dall’Italia (controllando il peso del nostro amico su ruote) possiamo anche approfittare del territorio che permette belle passeggiate anche praticando il dog trekking.

Germania:

Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao
 

Vediamo qui come funziona:

  • microchip
  • passaporto europeo
  • vaccinazione antirabbica, da fare almeno un mese prima di partire
  • trattamento antiparassitari, da fare almeno due giorni prima di partire.

Spostarsi in treno è facile, perché il cane paga la metà del biglietto del suo accompagnatore se si tratta di un cane grande, altrimenti viaggia gratuitamente; in auto sempre in trasportino o cintura di sicurezza.

Questi i recapiti dell’Ambasciata per ulteriori info:

Attenzione a questi tipi non ben visti:

  • pitbull terrier
  • american staffordshire terrier
  • staffordshire bullterrier
  • bulterrier
  • incroci similari.

Eccezione anche per queste razze se hanno una età non superiore alle quattro settimane e certificato di origine e razza (il famoso pedigree).

Danimarca:

Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao
 

Anche qui abbiamo le stesse accortezze ed eccole:

  • microchip
  • passaporto europeo
  • vaccinazione antirabbica, da fare almeno un mese prima di partire
  • trattamento antiparassitari, da fare almeno due giorni prima di partire.

Spostarsi in treno si può ed è gratuito per i cani piccoli, mentre per i grandi occorrrre il biglietto ridotto come per i bambini; in metropolitana se in orario di punta bisogna fare attenzione perché il personale potrebbe non far salire.

Ecco alcuni recapiti per altre info:

Attenzione qui alle razze ritenute pericolose e che non potranno seguirvi:

  • dogo argentino (ricordate il caso per cui furono fatte petizioni?)
  • pitbull terrier
  • tosa inu
  • american staffordshire terrier
  • fila brasileiro
  • bulldog americano
  • boerboel.

Grecia:

Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao
 

Stesse regole come per altri Paesi:

  • microchip
  • passaporto europeo
  • vaccinazioni obbliatorie
  • vaccinazione antirabbica, da fare almeno un mese prima di partire
  • trattamento antiparassitario, da fare almeno due giorni prima di partire.

Qui non ho trovato restrizioni, ma se chi legge ne sa di più, mi faccia sapere così aggiorno.
Per il trasporto locale c’è da dire che solo i cani piccoli con il trasportino viaggiano sui mezzi pubblici, gli altri no.

Qualche recapito utile:

Norvegia:

Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao
 

Stessi accorgimenti come sopra:

  • microchip
  • passaporto europeo
  • vaccinazioni obbligatorie
  • trattamento antiparassitario e vermifugo, da fare almeno due giorni prima di partire.

Nessun problema si crea ad entrare nei locali pubblici ma per i trasporti in traghetto meglio evitare se non prettamente necessario, ma in questo caso dovrà viaggiare all’esterno.

Recapiti utili:

Attenzione, se avete un cane lupo di saarloos, qui non li ammettono.

Austria:

Viaggiare fuori Italia con Bau e Miao
 

Ormai abbiamo capito che le basi sono quasi le stesse, vediamo qui:

  • microchip
  • passaporto europeo
  • vaccinazione antirabbica, da fare almeno un mese prima di partire
  • trattamento antiparassitario, da fare almeno due giorni prima di partire.

Tutti i treni fanno salire a bordo i cani, ma a condizioni differenti: cani piccoli viaggiano gratis e in trasportino; se si percorrono meno di cento chilometri il cane paga il dieci per cento del biglietto, oltre il cane paga due euro, ma poiché le tariffe variano è meglio verificarle in stazione direttamente; se ci si sposta in auto ovviamente occorre il trasportino o la cintura di sicurezza.

Ecco alcuni recapiti utili:

E fuori Europa?

Se decidiamo per un viaggio fuori dall’Europa, occhio alla Cina che ha esiliato ben trentaquattro razze tra qui troviamo:

  • pastore tedesco
  • setter
  • dalmata
  • san bernardo
  • levriero afgano
  • alano
  • cow chow (nonostante sia orginario della Cina).

In Australia, così come negli Emirai Arabi e Malta, invece non possono entrare:

  • dogo argentino
  • fila brazilerio
  • japanese tosa inu
  • pitbull terrier
  • american pitbull
  • perro de presa canario.

La mia conclusione, con tutto il rispetto per tutte le opinioni dei vari Paesi è che si parla tanto di non abbandono,
però sembra che la vita non sia così facile per chi ha con sé un Amico così importante.

BAUone vacanze.

!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :