Magazine Diario personale

Viaggio al termine della notte

Da Perla

La notte non era ombra sulla lucenon era il rintocco delle ore ma infinito dubbio e turbamento. Aurea occasione per capire le ragioni di muri costruiti ad arte di confini eretti in un istante il tempo di spostare l’attenzione da te a me, dal tuo mondo al mio.
Ora la notte ha un mantello scuroi dubbi interrati nel giardino ove sovente si ode un ticchettioda confondere  saviamente spesso con i grevi passi di un pioniere che gira il mondoper cercar se stessocon la sequenza melodiosa di un addio.
Viaggio al termine della notte

NB: Questo post fa parte di un gioco di scrittura tra blogger, su parole scelte a turno dai partecipanti, organizzato su Verba Ludica.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog