Magazine Informazione regionale

Video Chiambretti Supermarket. Battuta razzista nei confronti dei Napoletani?

Creato il 21 maggio 2014 da Vesuviolive

Piero Chiambretti

Mediaset torna a farsi chiacchierare per una battutina un po’ fuori luogo pronunciata dal pianista di Chiambretti Supermarket nei confronti dei napoletani! Ospite della serata il rapper salernitano Rocco Hunt chiamato a rispondere su alcune delle principali questioni italiane e meridionali del momento.

In un’intervista fatta ad un campano, non poteva ovviamente mancare un po’ di strumentalizzazione sulla faccenda (oramai quasi sfumata) di Genny a’Carogna, tirato in ballo in modo un po’ azzardato e fuori contesto. Rivolgendosi a Rocco, Chiabretti esclama “Tu lo conosci Genny? Ma chi è, un delinquente, un tifoso, un ultras?”  Non si capisce bene come mai un ragazzo di vent’anni cresciuto a Salerno debba conoscere Genny, uomo adulto, nato e vissuto a Napoli.

Ma non c’è da scandalizzarsi poi tanto, si tratta della solita strumentazione mediatica messa in atto puntualmente da Tv e giornali (e non solo nei confronti di Napoli). Un fatto che fa notizia deve essere sfruttato il più possibile, anche a costo di mettere in atto una forzatura, anche a costo di sembrare fuori luogo.

Ma questo non è stato l’unico momento un po’ infelice della serata, ad un certo punto infatti Piero Chiambretti, parlando del signor Giovanni, padre di Rocco Hunt, cita una frase che ripeteva spesso a suo figlio: “uagliò na sigarett e na pistola nun te fann omm” a quel punto il presentatore si rivolge al maestro Andrea Bacchetti, chiedendo di esprimere la propria opinione. A quel punto Bacchetti risponde “beh si certo, da quelle parti poi meglio starne lontano“. Il presentatore blocca il pianista prima che finisca la frase, dicendo “maestro ma cosa fa il razzista?!”.

Numerosi sono stati i telespettatori che hanno trovato la battuta irrispettosa e razzista nei confronti dei napoletani e tanti sono stati i commenti di protesta per quel ignobile meccanismo chiamato da molti “Sputtanapoli”. Noi vi proponiamo di guardare il video e di dirci il vostro parere.

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog