Magazine Giardinaggio

Video, legatura e impostazione di una pianta da vivaio (ovvero è lunga la strada per diventare un bonsai)

Da Gianni


Uno dei modi più facili e meno costosi per reperire materiale adatto alla realizzazione di un bonsai è sicuramente l’acquisto di piccole piante in vaso in un vivaio fornito. Infatti, Le piante che vi si possono reperire, talvolta, possono avere dei buoni requisiti per educarle a bonsai. Quindi girate, girate, e girate tra i vasi, curiosando se vi fosse la “briscola” che fa per voi…
Niente di eccezionale, ma per iniziare a fare “palestra” e prendere dimestichezza con attrezzi e filo sono perfette, poiché sono in buona salute e permettono  ai principianti di commettere errori che , tutto sommato, non hanno una grossa ricaduta sul portafoglio. Consiglio per partire una specie rustica e robusta come il ginepro (non importa la varietà) che sopporta  una vasta gamma di “strazi” che, inevitabilmente, il principiante all’inizio infliggerà alla malcapitata. Quando si sceglie una piantina da vivaio, bisogna osservare attentamente cosa una pianta ci può proporre in termini bonsaistici. Mi spiego: la prima cosa da individuare sarà un buon nebari, ovvero la base del tronco da cui si dipartono le radici. Essa dovrà essere relativamente larga e in modo tale da avere le radici che si dipartono a raggiera (chiaramente nei limiti del possibile…vedremo più avanti come sistemare le radici di un bonsai). Scalzate leggermente con un dito il terriccio attorno al tronco per individuare se questo abbia i requisiti sopra citati. Oltre a ciò, individuate se ha un bel tronchetto che abbia un minimo di sinuosità (che non sia un paletto dritto, insomma…) e che vi sia una buona ramificazione lignificata (non preoccupatevi troppo della posizione di quest’ultima, ci penserà il filo a posizionare i rametti nella giusta posizione)  che vi permetta di applicare il filo con sicurezza senza danneggiare troppo i germogli.
Logicamente bisogna “allenare” un po’ l’occhio, osservando le possibili soluzioni che offrono i vari rami, potandoli e piegandoli come intendiamo per “costruire” il bonsai. Una cosa è certa, e questa è una regola che non mi stancherò mai di ribadire: A TAGLIARE SI È SEMPRE IN TEMPO, AD INCOLLARE NO!!! A buon intenditor….
Il video di questa pagina mostra l’applicazione del filo di rame per la modellatura di una piantina da vivaio e altre tecniche che servono a “camuffare” i difetti e a far sembrare l’alberello più vissuto dalle intemperie e dalle avversità. Una cosa da tener presente sono le proporzioni, per cui osservate la dimensione e l’altezza della pianta per ottenere un buon rapporto tronco-chioma-altezza che dia l’idea di una pianta in miniatura.
Osservate la pianta che avete davanti, giratela e rigiratela, inclinatela, ma individuate un FRONTE, cioè il punto di vista da cui l’osservatore vedrà la pianta, in modo tale che il tronco abbia la forma più bella e con carta e penna (si, dico sul serio, anche io faccio così) disegnate la distribuzione dei rami e come volete che venga, in poche parole fatevi un progetto che porterete avanti nel tempo e che sicuramente vi aiuterà nelle scelte future che dovrete compiere.
Buon bonsai!

Leggi anche:
Video, rinvaso di un bonsai di acero palmato
Parliamo di bonsai??
Toh, voglio comprare un bonsai!
Marzo, prepariamo i bonsai al risveglio
Scuola di preparazione all’arte bonsai

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Pomodori come il prezzemolo

    Pomodori come prezzemolo

    Come ben sapete – e io so che anche molti di voi lo fanno – utilizzo il compost che creo nel mio composter per dare nuova terra e nuovo nutrimento alle mie... Leggere il seguito

    Da  Ortoweblog
    GIARDINAGGIO, HOBBY
  • letture verdi per l’estate 2015 – 1

    letture verdi l’estate 2015

    I libri sono spesso fedeli compagni delle vacanze estive. Nelle librerie sono sempre più numerosi i testi che trattano il tema del giardinaggio, un chiaro... Leggere il seguito

    Da  Aboutgarden
    GIARDINAGGIO, HOBBY, LIFESTYLE
  • Fiore di cactus

    Fiore cactus

    È stato qualche giorno fa che ho notato una piccola protuberanza scura e pelosa uscire dalla mamillaria – uno dei generi più diffusi di cactacee. Leggere il seguito

    Da  Ortoweblog
    GIARDINAGGIO, HOBBY
  • Le piante succulente

    piante succulente

    Diversamente dalle Cactacee e dalle Agavacee, le succulente, nella maggioranza dei casi, crescono in ambienti caratterizzati da un lungo periodo di siccità che... Leggere il seguito

    Da  Lory663
    GIARDINAGGIO, HOBBY, I NOSTRI AMICI ANIMALI
  • Nepenthes Ventrata

    Nepenthes Ventrata

    Le piante tropicali carnivore Nepenthes (famiglia Nepentaceae) sono originarie delle foreste equatoriali del Madagascar, dell’Indo Malesia, e dell’Australia al... Leggere il seguito

    Da  Antonio Caliandro
    LIFESTYLE
  • Come in un libro di fiabe (su Houzz)

    Come libro fiabe Houzz)

    Landscape in stile Rustic di CLC Landscape Design, Architetti e Designer del Paesaggio, Ringwood Il mio articolo sui giardini incantati -su Houzz “Tu! dov’è la... Leggere il seguito

    Da  Lidiazitara
    GIARDINAGGIO, HOBBY