Magazine Lifestyle

video-output-8ba37d11-0374-4bc2-91d2-e6d7d7a1ff27

Creato il 08 gennaio 2020 da Morgatta @morgatta

video-output-8ba37d11-0374-4bc2-91d2-e6d7d7a1ff27

Qualche giorno fa, mentre riprogrammavo il nuovo anno lavorativo, ho avuto un lampo, ovviamente fuori programma: tira fuori Sfashion Magazine per Pitti! L’idea di una rivista Sfashion é nella mia mente da diversi anni, ma la cosa non si é mai concretizzata su cartaceo; ci sono gli articoli qui sul blog e ci sono stati su I Like It Magazine per quasi due anni. La rivista come la immagino io é ancora lontana, ma ho pensato tra me e me “perché non iniziare da qualcosa di piccolo, provocante, esplosivo e nello stesso tempo illuminante da spargere in giro durante il Pitti?” Ed é così che nel giro di due giorni é nato lui…

video-output-8ba37d11-0374-4bc2-91d2-e6d7d7a1ff27

Un quartino, un foglio in bianco e nero alla vecchia maniera con un impostazione da quotidiano ed i titoli acchiappa-attenzione e messaggi chiari e forti, comprensibili ai più senza troppi filtri. La missione di questo oggetto é duplice: da una parte provocare apertamente gli addetti ai lavori e nello stesso tempo invitare alla riflessione su come il fashion business vada ripensato in un’ottica di apertura, umanità, etica e leggerezza. La notizia choc in apertura riguarda il sorriso, quello che manca sempre a chi lavora nella Moda, perché per essere davvero fashion si deve essere imbronciati, seri, scuri, al massimo malinconici come un grigio topo, ma illuminati dal sorriso no! É un affronto a glitter&pailettes: solo loro hanno il diritto di luccicare!

😉
É intervenuto sul tema per l’illustrazione di copertina Francesco Ripoli…

video-output-8ba37d11-0374-4bc2-91d2-e6d7d7a1ff27

Dall’altra parte ho voluto puntare il dito sulla sostenibilità come tendenza, che in molti casi diventa solo un’operazione di marketing risciacquato nell’eco. Un invito a non lasciarsi convincere da belle parole o azioni di facciata, ma controllare e domandare chiarezza ai marchi preferiti. Uno spiraglio sui fatti positivi e sulla domanda in crescita di prodotti rispettosi dell’ambiente e delle persone mi sembrava doverosa, anche solo per incoraggiare a fare sempre meglio…

video-output-8ba37d11-0374-4bc2-91d2-e6d7d7a1ff27

Gli eventi parlano chiaro, Greta si è sgolata per un anno intero facendo scendere in piazza milioni di persone, il movimento della Fashion Revolution e la Campagna Abiti Puliti hanno portato alla luce numeri e fatti che non si possono più ignorare, a patto di tenere volontaria- mente occhi e orecchie chiusi, limitandosi a vivere nella propria bolla dorata. Emergenza climatica, inquinamento ai massimi livelli e schiavitù contemporanea sono temi caldi verso i quali siamo stati chiamati a prendere misure immediate a partire dalla vita quotidiana di ognuno (che se aspettiamo i governi facciamo prima ad esplodere)! Picchia e mena, insisti per convinzione o semplicemente per omologazione, le coscienze si sono cominciate a smuovere;in fin dei conti noi siamo la domanda, noi possiamo fare la differenza. In questo modo anche le aziende e le organizzazioni hanno dovuto prendere atto di varie questioni e regolarsi di conseguenza. La notizia positiva è che i numeri sono in crescita: grazie al Transparency Index il 70% delle aziende ha reso nota la filiera produttiva ed in generale c’è stato un incremento medio del 9% dei punteggi (si stanno impegnando di più per fare meglio); i consumatori vogliono più informazioni e sono più orientati all’acquisto di marchi che sono veramente sostenibili, sempre più consci del fatto che allungare la vita dei propri capi di alcuni mesi o anni può ridurre emissioni di Co2, evita spazzatura inutile e salva l’acqua dal massiccio inquinamento. La strada è aperta. Possiamo decidere se percorrerla o girarci dall’altra parte…

Da ieri é in giro alla Fortezza, fuori e dentro, grazie agli amici di Fashion Room, book store di fiducia specializzato in libri legati a moda, costume, design e comunicazione. Questo weekend verrà con me a Milano e a breve, sperando di farvi cosa gradita, il PDF sarà disponibile gratuitamente sul mio sito

🙂

Il vero #sfashionista non molla mai. E di sicuro non sarò io la prima

😉

video-output-8ba37d11-0374-4bc2-91d2-e6d7d7a1ff27

Stasera, in diretta su Instagram, riprendono gli #Sfashiontalk in versione rinnovata. Iniziamo l’anno alla grande. Che ne dite?

video-output-8ba37d11-0374-4bc2-91d2-e6d7d7a1ff27

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog