Magazine Informazione regionale

Video. Prova su strada della nuova pedonalizzazione di Via del Corso

Creato il 10 luglio 2018 da Romafaschifo
Video. Prova su strada della nuova pedonalizzazione di Via del CorsoCome va la chiacchieratissima pedonalizzazione di Via del Corso dopo tre giorni dalla partenza? Prima di scoprirlo, in questo nostro video, facciamo qualche brevissima riflessione riguardo ancora una volta a come è stata comunicata questa storia.
Si tratta, come tutti i cittadini più attenti sanno, di una richiesta della Prefettura per motivi di sicurezza: non era più possibile avere un tratto di Via del Corso con marciapiedi microscopici, gente strabordante sulla carreggiata e continuo sfrecciare di bus, auto, moto e furgoni. In assenza di alcuna pianificazione e alcun interesse da parte del Comune, la Prefettura ha richiesto un intervento.

Dopo alcune settimane di progettazione l'intervento è stato approntato ed è un intervento abbastanza forsennato, lo diciamo noi che siamo fautori spinti delle pedonalizzazioni. Però un conto è pedonalizzare, un conto è dividere in due la città perfino per taxi e trasporto pubblico. E così mentre tutte le piazze, piazzette, larghi, vie storiche della città sono totalmente ricoperte di lamiere a tappeto, mentre abbiamo dei parking a Piazza Borghese o a Piazza Farnese, abbiamo però pedonalizzata Via Tomacelli, uno sventramento ottocentesco.

Il Comune doveva cogliere gli stimoli della Prefettura e gestirli, governarli, calarli nella città. Invece ha proceduto in maniera miope. La sindaca, poi, invece di specificare che la misura era folle ma la colpa non era della città, cosa ti ha fatto? E' andata a rivendicare la cosa, inaugurando - come è solita fare - qualcosa che era di merito non suo. Inaugurando un dispositivo che in tutta evidenza funziona male, fuorviante per i pedoni come vedete nel video e di difficile gestione ad esempio notturna. Zero telecamere, zero di infrastrutturale, zero arredo urbano (nell'area pedonale i marciapiedi sono rimasti quelli, è comparsa solo qualche ringhiera per evitare l'immissione da qualche traversa) tutto ancora una volta affidato ai vigili: Roma è l'unica città che trasforma le telecamere in persone  mentre in tutto il mondo sostituiscono le persone con le telecamere per risparmiare in costi e per mettere le persone fisiche a fare mestieri a maggior valore aggiunto. 

Altre riflessioni nel nostro filmato. 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :