Magazine Informazione regionale

Video. Rosa, il tenero abbraccio con fratelli e cugini: il racconto tra Grecia e Turchia

Creato il 08 marzo 2018 da Vesuviolive

Video. Rosa, il tenero abbraccio con fratelli e cugini: il racconto tra Grecia e TurchiaRosa Di Domenico è finalmente a casa. Tutta l’Italia è rimasta con il fiato sospeso per dieci mesi, da quando a maggio la ragazza scompare da Sant’Antimo dove viveva con i genitori per poi scoprire che era con il pakistano 28enne Alì Qasib. La trasmissione Chi l’ha visto, che si è occupata intensamente del caso, ha dato poi la notizia che lunedì scorso Rosa era in viaggio dalla Turchia per tornare a casa.

Il 5 marzo scorso i genitori hanno potuto riabbracciare la loro figlia all’aeroporto di Capodichino dopo l’interrogatorio di Rosa con i magistrati per raccontare quello che ha vissuto in questi mesi. Ieri la trasmissione di Rai3 ha raccontato tappa per tappa il viaggio di Rosa per arrivare in Turchia da Alì. Lei sostiene che ha fatto tutto volontariamente per amore.

Il giorno della scomparsa avrebbe preso un treno per Bari dove lì c’era ad aspettarla un amico del pakistano. L’avrebbe caricata su un camion che trasportava cartoni e che si imbarcava su un traghetto per la Grecia. Un viaggio estenuante, più di 12 ore al buio tra i cartoni, quello percorso da Rosa. Dalla Grecia poi la ragazza giunge in Turchia da Alì dove sarebbe vissuta perlopiù sempre chiusa in casa dal momento che il pakistano lavorava tutto il giorno.

Per farle compagnia Alì avrebbe preso due coniglietti a Rosa che chiamava Ammacco e Ammacca da cui sarebbe nata anche una piccola coniglietta. La ragazza si è recata poi al consolato italiano in Turchia accompagnata in auto da Alì che l’avrebbe lasciata andare da sola. Il racconto della 15enne dovrà essere vagliato dai magistrati per fare luce su tutta la storia. Chi l’ha visto ieri ha mostrato il ritorno a casa di Rosa e il tenero abbraccio con i suoi fratelli e i suoi cuginetti. La mamma ha commentato: “È finito un incubo, sono molto felice“. Il padre: “Il più bel giorno della mia vita”.

Qui la puntata intera con il racconto (dal minuto 25)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog