Magazine Lifestyle

Visitare Milano: i luoghi da non perdere per vivere un week-end da insider

Creato il 19 febbraio 2019 da Alessia Foglia @AlessiaFoglia

Molti la considerano una città grigia e triste, ma la verità è un’altra: Milano è capace di scorci meravigliosi e offre tantissime opportunità che lasceranno senza parole anche i più scettici. C’è sempre un buon motivo per visitare Milano. Soprattutto adesso che, con l’inizio della primavera, la città si riempie di attrazioni, concerti, fiere, mostre ed eventi mondani sempre più apprezzati da un pubblico eterogeneo. Avete deciso di passare un week-end a Milano? Ecco le dritte per raggiungerla in modo facile e veloce e i luoghi da non perdere per viverla da vero Milanese. Visitare Milano: il modo più comodo per raggiungere la città Tra qualche mese l’aeroporto di Milano Linate sarà chiuso per ristrutturazione. Un problema per i turisti che desiderano visitare la città? Assolutamente no perché Milano è una meta comodamente raggiungibile in treno. Da questo punto di vista la città è infatti molto ben servita e ci sono treni con orari comodi e ben scadenzati da tutta Italia. Io di solito scelgo l’Alta Velocità di Italo, che garantisce la possibilità di raggiungere la stazione di Milano Centrale da tutta Italia, risultando di fatto la soluzione più comoda e veloce per visitare la città. Basterà scegliere uno dei tanti treni per Milano e poi proseguire in metropolitana o a piedi per godersi la città. Visitare Milano: i luoghi da non perdere per vivere un week-end da insider Dopo un lungo viaggio avrete sicuramente bisogno di un momento di ristoro. Poco lontano dalla Stazione Centrale trovate Gelsomina, uno dei nuovi locali più di tendenza dove assaggiare prelibatezze come i famosissimi cannoli siciliani, le brioches, le cassatine e i maritozzi con la panna. Se invece amate il salato non perdetevi le arancine di riso, le panelle, la panzanella o la burrata pugliese. Questa è una sosta che il vero Milanese non si fa mai mancare! Ora siete davvero pronti per iniziare a visitare la città! Se avete voglia di camminare e la giornata lo permette vi consiglio di raggiungere il centro con una bella passeggiata lasciandovi la stazione alle spalle e percorrendo il viale che porta fino a Piazza della Repubblica. Proseguendo, imboccate l’elegante Via Turati fino a Piazza Cavour, per poi giungere nel cuore del Quadrilatero della Moda, tra via Manzoni, via della Spiga fino a Via Montenapoleone. Non proprio la zona ideale per lo shopping ma sicuramente una delle più iconiche. Se invece desiderate vedere una delle zone al momento più in auge della città, prendete la metropolitana e scendete ad Amendola. Qui, dove una volta sorgeva imponente la vecchia Fiera Campionaria, troverete “Il Portello”: uno dei centri commerciali più nuovi della città. Molto interessante anche la parte urbanistica: il piano di riqualificazione della zona ha fatto nascere strutture abitative molto moderne che trovano spazio accanto a case “vecchia Milano” in un mix di stili. Un matrimonio ben riuscito? Valutatelo voi. Visitare Milano: dove passano il week end i Milanesi? Una delle zone preferite dai Milanesi durante il week-end è sicuramente quella di Porta Genova e dei navigli dove, l’ultima domenica del mese, viene organizzato uno dei mercatini dell’antiquariato più interessanti della città. Se siete appassionati del genere e amate scovare mobili, abiti e accessori vintage di grande livello vi consiglio di non perdervelo. Qui il tempo scorre lento e l’attività principale è quella di passeggiare lungo la darsena e fermarsi a mangiare qualcosa o a fare l’aperitivo in uno dei tanti localini all’aperto. Uno dei più gettonati è Prima Milano dove, in un ambiente informale quanto sofisticato, potrete assaggiare la Pinsa gourmet: grande novità nel panorama delle proposte della ristorazione milanese. L’idea vincente? Prima Milano ha rielaborato la storica ricetta risalente al tempo dell’Antica Roma con all’utilizzo di ingredienti e di tecniche di lavorazione moderne. Il risultato è una miscela di farina di riso, farina di soia e farina di frumento molto leggera e gustosa, in grado di mantenere quell’ inconfondibile aspetto schiacciato ed un po’ allungato. Vi svelo la mia versione preferita: quella accompagnata con mortadella Gran riserva “Salumificio Palmieri”. 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog