Magazine Opinioni

World War Zero – John Kerry recluta Bill Clinton, Leonardo di Caprio per una nuova coalizione climatica

Creato il 01 dicembre 2019 da Neovitruvian @neovitruvian

L’ex segretario di Stato John Kerry ha annunciato sabato il lancio di “World War Zero”, una coalizione costellata di ex capi di stato e personaggi di Hollywood dedicata a sostenere soluzioni ai cambiamenti climatici.

Il sito web dell’organizzazione afferma che il loro obiettivo principale è quello di mobilitare risorse per affrontare il riscaldamento globale in modo simile agli alleati occidentali nella seconda guerra mondiale.

Il New York Times riferisce che John Kerry, che è stato senatore in Massachusetts dal 1985 al 2013, ha reclutato gli ex presidenti Bill Clinton e Jimmy Carter e gli ex governatori repubblicani John Kasich e Arnold Schwarzenegger. Tra gli A-listers sono presenti anche attori come Leonardo DiCaprio e Ashton Kutcher e il rocker Sting. Si dice che oltre 60 figure abbiano aderito alla coalizione.

“Cercheremo di raggiungere milioni di americani e persone in altre parti del mondo, al fine di mobilitare un esercito che chieda azioni immediate sufficienti a far fronte alla sfida dei cambiamenti climatici”, ha detto Kerry in un’intervista con il Times.

Kerry ha criticato apertamente le politiche ambientali dell’amministrazione Trump, definendole “profondamente pericolose” per il pianeta e ha ripetutamente criticato la rimozione da parte del Presidente degli Stati Uniti dagli accordi di Parigi del 2016.

Le generazioni future ci misureranno se abbiamo agito sui fatti, non solo discusso o negato. Il verdetto dipenderà dal fatto che metteremo in atto politiche che guideranno lo sviluppo e la diffusione di tecnologie pulite, rienergizzeremo le nostre economie e affronteremo i cambiamenti climatici globali “, ha scritto il funzionario dell’era Obama in un editoriale del Times dello scorso anno. “Ogni giorno che passa in cui siamo paralizzati da coloro che siedono alla Casa Bianca è un giorno in piu` di sofferenza nel futuro dei nostri nipoti”.

Lo scorso novembre, Kerry ha dichiarato a The Guardian che “persone moriranno” dato che gli Stati Uniti non fanno più parte degli accordi di Parigi. “I miei figli e i miei nipoti si troveranno ad affrontare un mondo difficile a causa di ciò che ha fatto Donald Trump”, ha detto al quotidiano britannico.

Fonte


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog