Magazine Tecnologia

Xbox Game Pass, le altre novità di maggio 2019 - Rubrica

Creato il 25 maggio 2019 da Intrattenimento

Scopriamo come prosegue questo finale di maggio e inizio di giugno sul fronte di Xbox Game Pass.

Anche questo maggio 2019 si è già dimostrato decisamente ricco per quanto riguarda Xbox Game Pass, dopo una prima mandata di otto titoli veramente di grande interesse. Il mese è lungo però, dunque ecco una seconda infornata appena annunciata da Microsoft con altri otto giochi che verranno aggiunti nei prossimi giorni al catalogo scaricabile liberamente dagli abbonati a Xbox Game Pass, a fronte di una serie di eliminazioni previste per la fine del mese in corso che mantengono comunque, almeno per il momento, il bilancio saldamente in positivo per quanto riguarda la quantità di giochi disponibili. Questa è peraltro una nuova serie importante perché è probabilmente l'ultima prima dell'E3 2019, evento dal quale dovrebbero arrivare novità molto interessanti anche sul fronte del servizio su abbonamento di Microsoft, considerando la centralità ricoperta dal Game Pass e quanto la compagnia ci stia investendo in questi anni. Occhi puntati al 9 giugno 2019 alle ore 22:00, dunque, momento che segna l'avvio della conferenza Xbox all'E3 2019 e della fiera in generale, dalla quale ci aspettiamo grandi novità sul fronte videoludico.

Xbox Game Pass, le altre novità di maggio 2019 - Rubrica

Metal Gear Survive - 23 maggio

Bistrattato anche più del dovuto, Metal Gear Survive è stato segnato dal peso insostenibile del titolo che si porta appresso, oltretutto condannato anche dal fatto di essere il primo capitolo (sebbene spin-off) della serie a uscire dopo il famoso divorzio tra Konami e Hideo Kojima. Insomma, dire che intorno al gioco si sia creata una cortina di negatività fin dall'inizio sarebbe quasi un eufemismo, ma con il passare del tempo potrebbe essere giunto il momento di abbandonare i pregiudizi e provare questa particolare digressione multiplayer survival nel mondo di Metal Gear con "occhi non velati dall'odio", come direbbe la Saggia Madre. Ancora di più per gli abbonati a Xbox Game Pass che ora possono farlo senza spese: forse, in questo modo, è possibile scoprire che qualcosa di buono effettivamente c'è nelle sue meccaniche più survival ed action, pur nel riciclaggio di asset e ambientazioni e rimanendo ovviamente lontani dalle mitologie kojimiane.

The Banner Saga - 23 maggio

Stoic Studio è salito velocemente alle luci della ribalta con la serie The Banner Saga, diventata subito una trilogia come si conviene alle grandi produzioni blockbuster pur essendo un progetto indie di dimensioni piuttosto contenute. Cosa sintomatica di un gioco dotato di una notevole forza in termini di caratterizzazione e struttura, nel quale una buona idea dal punto di vista ludico è coadiuvata da una visione d'insieme coerente e ragionata, oltre che artisticamente ineccepibile. La serie ci pone al controllo di una carovana vichinga costretta a fuggire e combattere contro un'antica razza di creature guerriere, in un mondo fantastico ispirato ai paesaggi scandinavi in cui il sole si è fermato in un eterno crepuscolo. Alla buona struttura dei combattimenti in stile strategico a turni si unisce una storia affascinante, personaggi ben costruiti e dialoghi profondi e mai banali, il tutto sostenuto anche da elementi survival e possibilità di scelta che influiscono sull'andamento degli eventi nella storia.

Outer Wilds - 30 maggio

Altro debutto direttamente su Xbox Game Pass è quello di Outer Wilds, gioco indie dalla lunga gestazione ma anche dal grande fascino. Si è subito distinto all'inizio del suo percorso vincendo il premio principale e l'Excellence in Design all' IGF 2015 e da lì ha continuato ad evolversi e raffinarsi, fino a raggiungere lo stadio definitivo. Si tratta di un gioco particolare, che ci pone nei panni di un'astronauta costretto ad accamparsi vicino al proprio razzo su un pianeta alieno, appena prima dell'esplosione di una supernova nei paraggi. Da questo momento il gioco diventa un loop, nel quale ci ritroviamo a rivivere in continuazione i venti minuti precedenti l'esplosione della stella, ma ogni volta con eventi diversi messi in scena. Le scoperte fatte in ogni esperienza permangono anche in quelle successive e questo consente di progredire nelle indagini, frammento dopo frammento, cercando di scoprire le cause del cataclisma, i segreti dei precedenti abitanti del pianeta e possibilmente come sfuggire alla distruzione totale del mondo.

The Banner Saga 2 - 6 giugno

Vista l'uscita del primo capitolo della serie, sembra opportuno poter ottenere anche il secondo capitolo a distanza di un paio di settimane. D'altra parte, The Banner Saga è un'esperienza molto compatta, come dimostra anche il rilascio piuttosto ravvicinato, l'uno dall'altro, dei tre capitoli che ne compongono la trilogia. La storia è stata studiata come un tutt'uno organico e la suddivisione in capitoli è servita soprattutto per dare tempo e modo di concludere lo sviluppo e nel frattempo far conoscere la serie al pubblico, ma di fatto l'esperienza di gioco è un blocco unico dal primo al terzo capitolo. Per questo motivo, anche se non avete concluso il primo consigliamo comunque di avviare il download del secondo e tenerlo pronto, perché una volta finita la prima parte vi troverete a passare subito al seguito senza soluzione di continuità. A questo punto attendiamo anche il rilascio di The Banner Saga 3, in modo da poter completare tutta la storia, ma ci sarà forse da attendere un po' di più. Proprio per questa continuità assoluta, quanto di buono detto per il primo vale anche per The Banner Saga 2.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog