Magazine Informatica

Xiaomi Pocophone F1 è resistente quanto la concorrenza? | Test di resistenza

Creato il 14 settembre 2018 da Paolo Dolci @androidblogit
Xiaomi Pocophone F1

Lo Xiaomi Pocophone F1 è considerato forse lo smartphone di fascia alta con il più alto rapporto qualità prezzo di sempre, grazie al SoC migliore attualmente presente sul mercato (SoC Qualcomm Snapdragopn 845) e al suo prezzo base di appena 329 euro.

Appurato ciò, lo youtuber JerryRigEverything ha voluto verificare se si può dire la stessa cosa anche se prendiamo in considerazione la resistenza della scocca e del display alle “intemperie della vita quotidiana“, ovvero graffi e fiamme.

Il video che potete vedere qui in basso ha lo scopo di mostrare essenzialmente due cose sulla struttura dello smartphone:

  • Quanto semplice sia accedere alle componenti interne dello smartphone per eventuali sostituzioni fai-da-te
  • Quanto resistente sia una scocca in policarbonato in un periodo in cui lo standard è diventato scocca in metallo o in vetro

Chiaramente non vi vogliamo dire come si comporta per non rovinarvi la visione del video (a nessuno piacciono gli spoiler). Tutto ciò che vi diciamo è che lo Xiaomi Pocophone F1 è sorprendente non solo per il suo hardware.

Prima di lasciarvi, vi vogliamo ricordare brevemente le sue caratteristiche tecniche.

  • Display da 5,99 pollici con risoluzione FHD+ e notch (contenente anche un sensore infrarosso per migliorare il riconoscimento del viso);
  • SoC Qualcomm Snapdragon 845 con sistema di raffreddamento a liquido;
  • 6/8 GB di memoria RAM;
  • 64/128/256 GB di memoria interna;
  • Fotocamera anteriore da 20 MegaPixel;
  • Doppia fotocamera posteriore da 12 + 5 MegaPixel;
  • Batteria da 4.000 mAh con supporto ricarica rapida Quick Charge 3.0
  • Jack audio da 3,5 mm e USB Type-C;
  • Sistema operativo Android 8.1 Oreo con personalizzazione “MIUI for Poco” (aggiornamento ad Android 9 Pie promesso entro la fine dell’anno)
xiaomi2018-09-14

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :