Magazine Attualità

Yara Gambirasio l’autopsia svela nuovi particolari sul tragico delitto

Creato il 03 agosto 2011 da Yellowflate @yellowflate

Yara Gambirasio l'autopsia svela nuovi particolari sul tragico delittoYara Gambirasio, la tredicenne di Brembate di Sopra uccisa nello scorso mese di novembre,  sembra che sia   stata lasciata morire, fra le sterpaglie del campo di via Bedeschi a Chignolo d’Isola. Probabilmente  ha agonizzato fino a quando non è morta per collasso cardiocircolatorio.Sembra infatti sia morta assiderata nel gelo in quella stessa serata del 26 novembre in cui scomparve, probabilmente è stata uccisa nello stesso luogo dove si è consumato l’epilogo della tragedia e dove, tre mesi dopo, una pura casualità ha fatto ritrovare il corpo. Sembra che Yara sia stata stordita dal colpo in testa e poi, debilitata dalle ferite, non ha più ripreso conoscenza ma è stata abbandonata lì nel campo. Quello di Yara sembra essere uno dei casi più complicati della criminologia mondiale infatti è questo l’unico delitto in cui si sono rese necessarie ben oltre 4mila prelievi e relativi esami del DNA senza riuscire però a capire di chi siano le tracce rilevate nei guanti, nelle mutandine e sopratutto addosso ai poveri resti della piccola Yara. L’esame autoptico ha rilevato che non  era letale nessuna delle lesioni inferte a Yara dall’aggressore, un uomo solo, un adulto e non un giovane. Non lo era il colpo, per quanto violento, sferrato al capo con una pietra o un martello. Contenuto il versamento di sangue dalle ferite, nessuna letale: una alla base del collo, quattro sulla schiena (due parallele in orizzontale e altre due intrecciate a formare una sorta di X), due ai polsi. Sembra persino che le ipotetiche sevizie facciano parte di  una cruenta messinscena architettata per confondere le acque da chi forse non voleva uccidere e che si è allontanato quando la sua piccola vittima era ancora viva. Un movente ancora non noto nonostante il tempo trascorra inesorabilmente e con i mesi le tracce si affievoliscono. Dall’autopsia però sembra emergere nuovamente la pista sessuale infatti pare plausibile una ’aggressione a sfondo sessuale anche se gli esami sul profilo genetico rimasto sugli slip di Yara escludono che si tratti di liquido seminale. Qualche giorno fa poi le indagini si sono spostate in Puglia per passare alla Calabria e ai tentacoli delle ‘ndrine che controllavano il cantiere di Mapello di cui polveri è stato trovato residuo nei polmoni della giovanissima atleta di Brembate.


Related content:

  1. Ombre delle ‘ndrine sul delitto di Yara Gambirasio
  2. Sara e Imad i fidanzatini di Prato. Autopsia
  3. Lamezia Terme, tra morte e violenza sessuale, cresce il disagio sociale
  4. Ospedale di Susa: dopo 8 giorni dal parto, una giovane madre muore in modo inspiegabile
  5. Palmi, tratti in arresto due uomini ritenuti colpevoli di violenza sessuale
Better Related Posts Plugin {lang: 'it'}

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :