Magazine Tecnologia

Zelda: Breath of The Wild in 4K e con Ray tracing attivato è da togliere il fiato - Video - Nintendo Switch

Creato il 02 aprile 2020 da Intrattenimento

Un video mostra The Legend of Zelda: Breath of The Wild in 4K e con Ray tracing attivato: uno spettacolo da togliere il fiato che ci fa sperare -ancora una volta- nell'esistenza di una fantomatica Switch Pro nascosta da qualche parte nei cassetti di Nintendo.

Il video è stato realizzato da Digital Dreams, un canale YouTube che solitamente si occupa di mod e analisi delle prestazioni dei vari giochi che escono sul mercato. Questa volta, però, hanno fatto qualcosa di diverso: hanno provato ad immaginare un gioco Wii U in 4K e con il Ray tracing attivato.

Per farlo hanno dovuto utilizzare CEMU, uno dei più famosi emulatori Nintendo Wii U per PC, grazie al quale hanno potuto portare la risoluzione del gioco in 4K. A questo punto è stato applicato il software ReShade (quello utilizzato in questa mod con Ray tracing di Resident Evil 2) per ottenere delle ombre ancora più realistiche.

Il risultato è sorprendente e fa capire da una parte come potrebbe bastare questa tecnologia per cambiare completamente il volto di un gioco poligonalmente piuttosto povero (perlomeno se confrontato con alcune produzioni PC, XOne e PS4) come The Legend of Zelda: Breath of The Wild e dall'altra come Nintendo sia riuscita a fare un mezzo miracolo con la potenza messa a disposizione da Switch e Wi U.

Cosa ne pensate? Sarebbe bello giocare a un Breath of the Wild 2 così, vero?


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog