Magazine Africa

Zimbabwe: accordo Chiesa-Stato per tradurre la Costituzione nelle quattro lingue locali

Creato il 22 dicembre 2017 da Marianna06

Risultati immagini per ziyambi ministro giustizia zimbabwe

 nella foto: Harare capitale dello Zimbabwe

I Vescovi dello Zimbabwe collaboreranno con il governo nel tradurre dall’inglese nelle lingue locali la Costituzione. Il 18 dicembre la Zimbabwe Catholics Bishops’ Conference (ZCBC) e il Ministro della Giustizia, Ziyambi Ziyambi, hanno firmato un apposito accordo che secondo p. Fradereck Chiromba, Segretario Generale della ZCBC è volto ad “aiutare la nazione a comprendere meglio la Costituzione”.
Il Ministro Ziyambi ha ringraziato la Chiesa cattolica che in questo modo aiuta il governo a mettere in pratica la sezione 7 della Costituzione che obbliga il governo a promuovere la conoscenza della Costituzione attraverso la traduzione nelle lingue locali.
"La Costituzione nella sezione 7, afferma chiaramente che si devono avere traduzioni in tutte le lingue ufficialmente riconosciute, ma ciò finora non è avvenuto. Tutti dovrebbero essere consapevoli delle disposizioni costituzionali in particolare, il capitolo quattro che concerne i diritti fondamentali” ha affermato il Ministro.
“L'aiuto dei Vescovi per tradurre la Costituzione in quattro lingue è qualcosa di cui siamo molto grati e il governo, rappresentato dal mio ministero, apprezza tali iniziative e siamo molto riconoscenti che ciò contribuirà notevolmente a promuovere la pubblica consapevolezza della Costituzione” ha detto Ziyambi.
Il Procuratore Generale Prince Machaya ha affermato che la traduzione della Costituzione segna un momento decisivo in cui la Chiesa si presenta come un partner importante nelle questioni di governance.
“Questa partnership sottolinea l'importanza della Chiesa per il governo del Paese, come in questo caso dove la Chiesa assiste il governo in un compito per il quale è costituzionalmente obbligato” ha detto il Procuratore Generale.
Lo Zimbabwe sta attraversando la più importante fase di transizione della sua storia, dopo le dimissioni del Presidente Robert Mugabe, al potere dall’indipendenza nel 1980, e con la nomina del Presidente Mnangagwa che guiderà il Paese alle elezioni generali nel settembre 2018.(Fonte Agenzia Fides)

 a cura di Marianna Micheluzzi (Ukundimana)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :