Magazine Cucina

Zucca al forno con cannella e timo

Da Zibaldoneculinario
Zucca al forno con cannella e timo
"Tom Skelton rabbrividì. Tutti sapevano che il vento, quella sera, era un vento insolito; anche l’oscurità era insolita perché era Halloween, la vigilia di Ognissanti, tutto pareva tagliato in un morbido velluto nero, dorato, arancione. Il fumo si arricciolava fuori da mille camini come i pennacchi di un corteo funebre. Dalle cucine esalava il profumo delle zucche; quelle svuotate della polpa e quelle che cuocevano dentro il forno."
(Ray Bradbury, L’albero di Halloween)
Ecco questo è proprio il periodo delle zucche, quelle cotte al forno (come nella ricetta), ma anche di quelle cotte nel riso, nella pasta, nel pane... è un ortaggio magico, dal profumo e dal sapore inebriante (almeno per la sottoscritta!).
Quindi approfittiamo del periodo e abbuffiamoci di zucche che oltre ad essere buonissime sono pure salutari e light, per questo ingrediente ideale per la nostra bella rubrica del Lunedì Light and Tasty
Zucca al forno con cannella e timo
Ingredienti
Zucca
cannella
timo
sale
zucchero di canna
olio evo
Preriscaldare il forno a 150 gradi.
Lavare con cura la zucca, tagliarla in fette regolari spesse 3-5 millimetri, eliminare la parte filamentosa da ogni fetta e la buccia. Rivestire una teglia con carta forno, ungerla leggermente con olio extravergine di oliva, salare appena e disporvi la zucca.
Condire le fette di zucca con sale,  zucchero di canna e cannella. Irrorare con un filo d’olio extravergine d’oliva meglio se avete il dosatore spray (così il condimento è più regolare), cospargere di timo.
Infornare e cuocere per 25 minuti circa controllare la cottura (infatti dipende sia dal forno che dallo spessore del taglio).
Zucca al forno con cannella e timo
Servire tiepide.
Ecco le altre proposte:
Busiate con zucca, bottarga e tonno scottato di Carla Emilia
Confettura di zucca al profumo di cardamomo  di Daniela
Cous cous con zucca e funghi  di Maria Grazia
Minestra di zucca alla curcuma con riso Venere di Milena 

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines