Magazine Pari Opportunità

Sbadigli tartarughe e premi Ig Nobel

Da Leragazze
Sbadigli tartarughe e premi Ig Nobel

Ducreux: autoritratto

Chi non si è mai chiesto se tra le tartarughe a zampe rosse lo sbadiglio è contagioso come tra gli umani e gli scimpanzé, aspettando con trepidazione la risposta? Ora lo sappiamo finalmente e chi è riuscito a dire la parola definitiva su questo tema, un gruppo di esimi Scienziati britannici, olandesi, ungheresi e austriaci, è stato giustamente insignito del premio Ig Nobel 2011 per la Fisiologia.

Lo sbadiglio, come sappiamo per esperienza, è un riflesso irrefrenabile caratterizzato da una profonda inalazione e una successiva espirazione. È normalmente associato alla stanchezza, allo stress, al lavoro, alla mancanza di stimoli, alla noia.

State già sbadigliando? Anche io.

Dunque, il premio Ig Nobel. Esiste anche un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Current Zoology. Lo studio si è svolto così. I quattro Scienziati hanno individuato un branco di queste tartarughe, ne hanno scelta una e l’hanno condizionata a sbadigliare alla vista di un ponto rosso. Poveretta. L’hanno quindi reinserita nel gruppo e si sono messi a spiare se gli altri animali sbadigliavano dietro a quella condizionata. Hanno scoperto che questo non accadeva, ma in compenso pare che mentre stavano appostati a spiare quel che accadeva tra le tartarughe abbiano loro sbadigliato tantissimo e uno si sia addirittura slogato la mascella.

State sbadigliando? Vi annoiate? La faccio finita, non prima però di avervi regalato le immagini di uno sbadiglio da tartaruga.

  Sbadigli tartarughe e premi Ig Nobel

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Commenta