Magazine Tecnologia

603 Km/h sul MagLev di Tokio

Creato il 22 aprile 2015 da Cristian Deraco @christiandher

Quando uno sente parlare di levitazione magnetica la fantasia corre veloce verso cartoni animati o film di fantascienza ma basta pensare a cosa succede dall'altra parte del mondo rispetto a noi ed ecco che la realtà assume i contorni della fantasia. Il Giappone ci sembra un paese strano, un mix di usanze arcaiche immerso in una realtà ipertecnologica: e allora è normale che a pochi passi da un cancello reiki, che affonda la sua storia nel Medioevo nipponico, si stia sviluppando uno dei mezzi di trasporto terrestri più veloci della storia: il MagLev.

Con la sigla MagLev si identifica un treno particolare che sfrutta il fenomeno della levitazione magnetica, generata da potenti magneti posti sul treno e sulle rotaie, per sfrecciare sui binari in quasi totale assenza di attrito e potendo così raggiungere velocità strabilianti.

In questi mesi e per i prossimi 12 anni un team di sviluppatori della Central Japan Railway Co. sarà impegnato a lavorare a un treno MagLev che ha già stupito tutti nei primi test effettuati sul circuito ferroviario di test: il treno ha raggiunto la velocità assurda di 603 km/h. Per capire la portata del record pensate che il suono viaggia nell'aria in media a 1224 km/h per cui il MagLev ha raggiunto quasi metà della velocità del suono.

Il MagLev entrerà in servizio effettivo nel 2027 per unire Tokyo, Nagoya e Osaka: 286 km da percorrere in meno di un ora.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazine