Magazine Per Lei

7 modi per sviluppare la tua indipendenza

Da Phoenixseduzione

Oltre alla tossicodipendenza e all’abuso di alcool, esistono parecchi comportamenti che ci sottraggono autonomia e libertà, tra cui anche la dipendenza affettiva dalla partner che può sfociare in una vera e propria patologia. All’inizio di una relazione è normale pensare che la propria vita non avrebbe più senso senza la donna amata, arrivando addirittura a desiderare di fondersi con la propria partner, ma se con il passare del tempo lei diventa il regolatore unico della tua vita e ti accorgi di dedicarti completamente al suo benessere calpestando completamente te stesso si sta instaurando una dipendenza.

Essere indipendenti dalla partner significa vedere l’amore come un accrescimento reciproco e poter stare bene con se stessi anche in assenza di quel legame, senza che la paura del distacco si trasformi in un’ossessione. Se ti rendi conto che la tua relazione non è sana e positiva e non sei più in grado di prendere decisioni riguardanti la tua vita senza il benestare della partner, è ora che lavori un po’ su te stesso per riconquistare la tua indipendenza. Sappi che un uomo eccessivamente sottomesso, alla lunga annoierebbe qualunque donna.

Durante il percorso di riconquista della tua indipendenza questi sette consigli potrebbero esserti utili:

  1.   Essere felice deve diventare la tua priorità. Ricordati che la tua felicità non dipende dagli altri, ma dal tuo equilibrio interiore. Non stare a rimuginare sul passato, sui vuoti affettivi della tua infanzia, apri gli occhi sul presente e vivi ogni giorno al meglio.
  2.   Mantieni uno stile di vita attivo. Per alleviare le tensioni muscolari possono essere utili lezioni di tango, corsi di nuoto o di yoga. Svolgi attività piacevoli pensando unicamente al tuo benessere.
  3.   Non permettere mai alla tua partner di farti sentire inferiore. Se ti insulta con frasi tipo: “Sei grasso da fare schifo” o “Sei un fallito” è ora di chiudere la tua relazione. Proprio la scarsa autostima è ciò che genera una dipendenza affettiva.
  4.   Allenati a prendere decisioni da solo e ad esprimere il tuo disaccordo agli altri.
  5.   Anche se ti sembra che il tuo universo ruoti tutto intorno alla partner, prenditi i tuoi spazi di tempo per coltivare passioni e amicizie, non chiuderti in una sterile vita esclusivamente di coppia.
  6.   Impara a confidarti con la partner se nella vostra relazione qualcosa non funziona, mantieni la comunicazione sempre aperta in un rapporto il più possibile paritario.
  7.   Se soffri chiedi aiuto anche all’esterno della coppia. All’inizio anche chattare con persone che hanno i tuoi stessi problemi può essere utile. Se ciò non bastasse rivolgiti ad uno psicologo: oggi esistono terapie brevi che risolvono facilmente molti problemi. In alternativa, puoi rivolgerti ai SERT, centri gestiti dal Servizio Sanitario Nazionale presenti in tutte le regioni d’Italia che offrono gratuitamente un valido aiuto contro ogni forma di dipendenza compresa quella affettiva anche a minorenni e stranieri, garantendo l’anonimato.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :