Magazine Cultura

A cena con Truman Capote...

Creato il 09 novembre 2010 da Omar
A cena con Truman Capote...Sono davvero numerosi gli elementi che rendono Invito a cena con delitto (Murder by death), pellicola licenziata da Neil Simon nel 1976, un'inossidabile pietra miliare del cinema brillante. A partire dai titoli di testa opera di Charles «Chaz» Addams: l'originalissimo stile macabro dell'osannato vignettista satirico del New Yorker (nonché creatore della funerea famiglia omonima e amico personale di William Burroughs e Allen Ginsberg), ci introduce in una vicenda assolutamente deliziosa che prende di petto gli stereotipi del giallo classico per farne una parodia arguta ed esilarante. Simon, commediografo statunitense cui si devono altri gioielli come La strana coppia, ha saputo trasformare i rigidi codici del genere in comicità raffinata, e per farlo ha convocato in una casa sconosciuta - secondo una procedura che si rifà a Dieci piccoli indiani - i cinque investigatori più famosi del mondo per un week-end col morto. Questi personaggi, ciascuno introdotto con siparietti da applauso e interpretati da un parco-attori che da solo rende l'intero progetto un esercizio memorabile, sono la smaccata caricatura dei più famosi detective letterari: Sidney Wang (Peter Sellers: una certezza!) è Charlie Chan; Dick e Dora Charleston (un elegantissimo David Niven e una divina Maggie Smith, trent'anni prima di Harry Potter) sono Nick e Nora Charles; il baffuto Milo Perrier, di nazionalità belga, è Hercule Poirot; Sam Diamante (Peter Falk sempre più sbattuto e bravissimo) è un incrocio fra Sam Spade e Richard Diamond; Jessica MaA cena con Truman Capote...rbles (Elsa Lechester, una vera istituzione poiché era La moglie di Frankenstein negli anni Trenta) è Miss Marple. Ognuno coi propri tic, ognuno col proprio metodo d'indagine strampalato e inintellegibile. Intanto fioccano i cadaveri. Al gioco si unisce un Alec Guinness davvero in forma nella parte del maggiordomo non-vedente (semplicemente strepitoso) e un autoironico Truman Capote, nella sua unica apparizione cinematografica. Il film meriterebbe la visione solo per la geniale trovata della cameriera muta che, di fronte a un cadavere, si mette a strillare senza proferire alcun suono. Onore e merito al doppiaggio italiano, che insegue con determinazione (senza però raggiungere le vette sublimi di quello di Frankestein Junior) gli infiniti e spumeggianti calembour dei dialoghi.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Aqu-a

    Aqu-a

    Già da diverso tempo la Principina ha aggiunto al suo, ormai abbastanza vasto vocabolario, la parola (!) AQU-A. L’illuminazione è arrivata in una notte di febbr... Leggere il seguito

    Da  Valepi
    CULTURA
  • A volte tornano… grazie a Cthulhu!

    volte tornano… grazie Cthulhu!

    Così come spesi poche parole al momento della chiusura del blog, poche ne spenderò ora che riapre. No, non parlo di questo piccolo angolo ottuso,... Leggere il seguito

    Da  Okamis
    CULTURA
  • Vi invitiamo a MANGIARE MILANESE A MILANO

    invitiamo MANGIARE MILANESE MILANO

    Vi abbiamo già parlato dell’uscita di questo libro e ora vi invitiamo con molto piacere, insieme all’autrice, alla presentazione milanese del 5 novembre 2010... Leggere il seguito

    Da  Ilbicchierediverso
    CUCINA, CULTURA, SLOW FOOD
  • A’ livella

    livella

    ‘A livella di Antonio de Curtis di Antonella Ossorio – ill. Monica Auriemma Paramica Edizioni – pag.48 – e.18 Ogni tanto mi trovo a cercare delle forme per... Leggere il seguito

    Da  Centostorie
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • A te

    da qui Penso che ogni tanto ci si debba fermare: soprattutto stasera, che ho avvertito una frustata nel cervello, e potrebbe venirmi un ictus da un momento... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Wang[a] Wang[a]

    Sia chiaro, ognuno i soldi li spende come vuole. Ma volete mettere l'eccitazione di assistere a un concerto privato di Yuja Wang? Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Truman Capote: A sangue freddo - Bennett Miller (2005)

    Truman Capote: sangue freddo Bennett Miller (2005)

    (Capote)Visto in DVD. Film sulla gestazione del libro più celebre (in America) di Truman Capote: "A sangue freddo". Cronaca documentaristica dell'assassinio di... Leggere il seguito

    Da  Lakehurst
    CINEMA, CULTURA

Magazine