Magazine Ciclismo

A un mese dalla corsa rosa, il doping rientra nelle crona...

Creato il 07 aprile 2010 da Manuel
A UN MESE DALLA CORSA ROSA, IL DOPING RIENTRA NELLE CRONA...
A UN MESE DALLA CORSA ROSA, IL DOPING RIENTRA NELLE CRONACHE CICLISTICHE DALLA PORTA PRINCIPALE. TANTA LA CARNE AL FUOCO STANDO ALLE ULTIME NOTIZIE.
ANCHE PER LA CICLISTA VANIA ROSSI QUALCHE CURIOSITA’.
Il nome di Alessandro Ballan è quello più noto, ma sono tante le persone indagate nell’inchiesta che in questi giorni ha dato alle cronache anche il nome della Lampre e altre persone fra tecnici e dirigenti in ambito ciclistico. Il fatto che vede un farmacista coinvolto, speriamo sia il segnale di sveglia, per far capire che non serve andare sulla Luna per rifornirsi di porcherie.
La speranza è che se ci sono ciclisti che hanno imbrogliato, dirigenti o tecnici sporchi, questo non venga fuori fra 3 mesi. Che ci siano persone indagate di per sé non è un reato, perché nell’indagine si tiene conto che il tutto è fatto anche nello stesso interesse della persona coinvolta. Certo è che se nel giro di pochi giorni non vengono fatti nomi e cognomi con precisione, c’è il rischio di fare tutto un minestrone che coinvolga anche gente che non c’entra.
Per Vania Rossi, sembra che le analisi non potessero essere comunque indicative di una positività. La questione gira intorno al discorso che la donna aveva dei valori fisiologici – tra allattamento per il bimbo nel periodo post-gravidanza, ma al contempo anche per la ripresa degli allenamenti agonistici – che non avevano la possibilità di essere comparati con altre situazioni del passato. Quindi, sembrerebbe che Vania Rossi sia una specie di primo caso in campo, chiaramente, femminile.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines