Magazine Cultura

A Vittoria la giornata nazionale della Società Italiana di Nematologia

Creato il 21 marzo 2016 da Inpress

A coordinare il convegno saranno il presidente della SIN, Pio Roversi e Massimo Mirabella, direttore di Mensile Agrisicilia, rivista specialistica del settore per l'analisi delle problematiche del mondo agricolo. Interverranno Francesco D'Errico docente emerito di Nematologia all'Università di Napoli-Portici, Nicola Greco, associato dell'Istituto per la Protezione sostenibile delle Piante, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (MIUR), Renato Inserra docente di Nematologia presso l'Università della Florida (USA).
"La Sin (Società Italiana di Nematologia), con cui collaboriamo – spiega Massimo Mirabella – ha scelto la Sicilia e Vittoria per questo importante convegno perché in Sicilia il problema dei nematodi è più sentito ed arreca maggiori danni alle colture. In alcune aree, soprattutto nella fascia trasformata che va da Gela a Pachino, la produzione sottoserra può essere danneggiata persino al 50 per cento. Sono danni enormi per le aziende e oggi la ricerca, anche della SIN, è impegnata a combattere questo parassita, che infesta le piante e gli animali. Il PalAgricisilia si conferma struttura di riferimento per la convegnistica specialistica del mondo agricolo".
Per Francesco D'Errico, la Sicilia "è l'area di maggiore interesse per lo studio dei nematodi. Le temperature elevate favoriscono la presenza di questi parassiti. Si sviluppano in presenza di temperature superiori a 15 gradi. In Sicilia, questo accade circa nove mesi l'anno, al Nord solo nei mesi estivi. Questo fa si che nell'isola ci sia un altissimo numero di cicli vitali dei nematodi, che si sviluppano e infestano le piante e i danni alle colture sono maggiori. Nel Nord Italia, i cicli vitali sono due o tre in un anno".
La sessione mattutina sarà dedicata alle ultime novità della ricerca sui nematodi, analizzando, in particolare, le cause della loro presenza nella fascia costiera siciliana. La sessione pomeridiana verterà sulle soluzioni di difesa già disponibili sul mercato e su quelle che saranno disponibili a breve. Le strategie di difesa devono essere approntate nel rispetto delle direttive europee e del Piano agricolo nazionale, che tende a ridurre l'utilizzo di prodotti chimici a elevato impatto ambientale, a garanzia dei lavoratori e dei consumatore.
L'evento è a porte chiuse e la partecipazione è solo su invito. Le aziende interessate a partecipare potranno inviare una richiesta via email a: [email protected], [email protected] Cell. 345.7674309
(F.C.)
INpress

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :