Magazine Diario personale

Adidas Raven Boost-Terrex Boost-Adizero xt Trail

Creato il 01 marzo 2016 da Andrea Dugato

Adidas Raven Boost-Terrex Boost-Adizero xt Trail    Adidas Raven Boost-Terrex Boost-Adizero xt Trail   Adidas Raven Boost-Terrex Boost-Adizero xt Trail
Dopo anni di Dynafit, il passo è stato fatto, e molto sofferto!
Perchè? perchè le dynafit mi sono sempre piaciute da morire per la calzata e la sensazione di corsa.
Da un periodo che soffrivo di fastidio intenso sotto il ginocchio destro, proprio l'osso, dove terminano le fascie tibiali.
Fastidio esploso dopo la prova dei 46k a novembre sul percorso ultra trail, si dopo, non durante.
Percependo la durezza delle dynafit, onde prevenire infortuni, per la prova mi sono preso le solette Noene AC2.
La sensazione con le solette è stata fantastica, e la differenza la si sente eccome.
Ma dopo la prova, il fastidio ha iniziato a manifestarsi ed essere sempre più presente.
Ho collegato l'aumentare del dolore quando usavo le dynafit, sopratutto in discesa.
Mi dicevo passerà, e invece no, sempre peggio, fino ad arrivare a non riuscire a toccare l'osso dal dolore.
Ho iniziato dunque  ad usare le Energy boost su percorso trail, naturalmente in assenza di fango.
Il boost rende morbido ed elastico l'impatto sull'asfalto, cosa che molti non sopportano, io invece adoro.
Su percorso trail, sembra di avere due cuscini, i sassi non si sentono, sempre grazie al boost.
Tutte le scarpe del passato, mizuno, inov, mi davano problemi in discesa perchè i sassi si sentivano troppo sulla pianta, e la sensazione di ammaccatura diveniva addirittura insopportabile durante una gara, tale da compromettere il risultato.
Solamente le dynafit, grazie alla suola vibram, non mi facevano sentire nulla.
Con boost ho scoperto un mondo nuovo, sensibilità del piede in salita, grazie alla deformazione della suola, protezione ed elasticità in discesa.
Le dynafit, come già esposto in molti post, in salita tendevano a far girare tutto il piano gamba, se non si prendeva correttamente l'ostacolo. Ma soprassedevo sempre, era il male minore, mentre la loro durezza in discesa è divenuta sempre più insostenibile per il mio punto critico.
Non ci ho pensato due volte, e dopo aver visto alcune recensioni, ho deciso per l'acquisto delle raven boost, anche se consigliate sopratutto per l'ultratrail, ma ciò a cui puntavo e punto ora è protezione e prevenzione infortuni.
Ho trovato le raven ottime, in pratica delle energy boost maggiorate e tacchettate.
PESO
Peso modesto da 320gr, le dynafit erano 380gr, almeno il 44.5, la differenza la si sente.
FACILITA' TORSIONE
Torsionabili facilmente in tutte le direzioni, eccezionalmente elastiche e morbide, anche se meno delle energy.
PIANTA
Sono molto più larghe di pianta delle dynafit, ma ciò, inaspettatamente, offre molta stabilità e allo stesso tempo grip.
Adidas Raven Boost-Terrex Boost-Adizero xt Trail
SENSAZIONE SU PERCORSI MOLTO SCONNESSI
Il piede e la gambe non ruotano, perchè la suola si deforma adattandosi alla sconnessione del terreno, questa è una cosa che ho apprezzato ed apprezzo molto, veramente.
Inoltre la suola non termina secca ai bordi, ma è leggermente stondata, favorendo l'appoggio su terreno inclinato
IN DISCESA
In discesa si fila velocissimi perchè l'impatto sul terreno non lo si sente affatto, anche i sassi più grossi rimangono lontani dalla pianta del piede.
guardate che boostone avete
Adidas Raven Boost-Terrex Boost-Adizero xt Trail
GRIP
La suola continental mi ha lasciato stupito dalla tenuta sul bagnato, anche su pietre grosse e lisce.
Mi sono fidato a mettere il piede sopra, a velocità sopra i 16 km/h, e non ho avuto problemi, anche se ho sudato freddo.
Ritengo che ciò sia  dovuto al fatto che:
-la mescola è morbida
-la suola si deforma, aggrappandosi così ad una maggiore superficie
-i tacchetti hanno un taglio che richiama gli zoccoli dei camosci, permettendo alle testine di adattarsi alla sconnessione dell'asperità
Adidas Raven Boost-Terrex Boost-Adizero xt Trail
ALLACCIATURA
Ottimo il sistema di allacciatura fast lock, tiene e non si smolla affatto, anzi se si tira troppo, il piede duole e la stretta non molla, bisogna conoscerla bene e imparare a serrare poco.
Ottimo il sacchettino ricavato sulla linguetta, per alloggiare il laccio in più, bella idea.
Adidas Raven Boost-Terrex Boost-Adizero xt Trail
TAGLIA
con dynafit ho dovuto per forza prendere il 44.5, con adidas mi sono permesso il 44, anche se i miei cari illici invadenti sono al limite  del puntale, ma per fortuna ciò non mi dà fastidio.
PROTEZIONE
i puntali hanno una gomma protettiva al punto giusto, mentra nel rimanente perimetro della scarpa vi è una gomma morbida, ottimo compromesso tra elasticità e protezione.
ESTETICA
non sono belle e aggressive come la dynafit, le quali sfondano alla grande
CONSIDERAZIONI FINALI
le raven boost sono promosse a pieni voti
la loro imponenza in termini di boost è ingannevole, in quanto come già detto, questo si deforma e si adatta al terreno, dando sensibilità e protezione
ho trovato in una scarpa proprio quello che volevo da una scarpa da trail
concordo che per i vertical e gare di sola salita non è il top, ma per quelle ho già pensato e provato le energy o le adizero, aumentano la sensibilità al punto giusto
questo sempre se il percorso e le condizioni meteo lo permettono, altrimenti raven e chiuso.
TERREX BOOST
mi incuriosivano e le ho ordinate, visto la possibilità di recesso gratuito.
sono carine e restano solo carine, non adatte alla corsa!
le ho indossate in casa, le ho trovate  durissime, sia di suola che in torsione, peggio delle dynafit
le consiglio per il trekking e niente più
ADIZERO XT TRAIL
innamorato come sono delle adizero boston boost, non potevo non provare anche le adizero versione trail
leggerissime, soli 267gr
caratteristiche per il sistema di calzatura, con calzino integrato, onde evitare l'ingresso di sassolini e forse rendere avvolgente la calzata
io non l'ho apprezzata moltissimo
anche queste le ho solo provate in casa e poi restituite.
si avverte sicuramente la maggiore agilità e minore drop(diffrenziale) rispetto la raven, e devo dire di essere stato molto incerto
però alla fine ho pensato che per gare di sola salita su sterrato o comunque con fondo non molto sconnesso, e fino a pendenze del 20%, posso usare tranquillamente le energy o le adizero da strada
su tracciati vertical oltre il 30%, preferisco pensare ad una scarpa minimale, probabilmente la saucony tr trail
Adidas Raven Boost-Terrex Boost-Adizero xt Trail
senza protezione sicuramente, quindi da non sognarsi di fare discesa, ma estremamente flessibile e leggera
anche le minimali della inov mi attirano moltissimo per queso tipo di gare
valuteremo nel futuro, per ora le raven sono il top per il misto saliscendi al massimo del divertimento e protezione.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :