Magazine Avventura / Azione

Aiuto Vampiro

Creato il 24 aprile 2010 da Silvia7v

Titolo originale: Cirque Du Freak: The Vampire’s Assistant Aiuto Vampiro

Regia: Paul Weitz

Cast: John C. Reilly, Ken Watanabe, Josh Hutcherson, Chris Massoglia, Ray Stevenson, Patrick Fugit, Willem Dafoe, Salma Hayek, Daniel Newman, Orlando Jones, Jane Krakowski, Michael Arnona, Michael Dean Baker, Beth Burvant, Evelyn Burvant, Trey Burvant, Colleen Camp

Distribuzione: Universal Pictures, USA, 2009

Guarda il trailer

 Darren (Chris Massoglia) ha 16 anni è un ragazzo come tanti. Ha una bella famiglia, è bravo a scuola e tende a non mettersi nei guai. Quando però lui e il suo spericolato amico Steve (Josh Hutcherson) s’imbattono in un freak show itinerante, tutto è destinato a cambiare. Darren e Steve visitano la bizzarra manifestazione, e restano affascinati da tutti gli strani personaggi che si esibiscono: la donna barbuta, l’uomo lupo, l’uomo serpente, ma la loro attenzione è attratta in particolare dal vampiro. Larten Crepsley (John C. Reilly) e dal suo velenosissimo ragno. Steve, che è ossessionato dai vampiri e dal desiderio di diventarlo a sua volta, sa che Larten è  un vero vampiro e in segreto si incontra con lui per chiedergli di poter diventare il suo apprendista. Darren assiste di nascosto all’incontro e ascolta il vampiro rifiutare l’offerta del suo amico. Nel frattempo Darren sottrae di nascosto al vampiro il suo bellissimo ma pericolossisimo ragno, ma Steve viene morso. Darren allora chiede al vampiro di salvare il suo amico e questi accetta a patto che sia lui a diventare il suo apprendista. Darren diviene così un giovane vampiro ed entra a far parte del freak show itinerante, parte integrante di una guerra millenaria che contrappone i vampiri ai loro acerrimi rivali: i vampanesi.

Aiuto Vampiro

Tratto dalla Saga di Darren Shan, ideata dallo scrittore irlandese Darren Shan, questa pellicola racconta la storia di Darren, teenager studioso, ubbidiente, il classico bravo ragazzo. La sua unica “pecca” è quella di avere un migliore amico, Steve, che è il suo totale opposto: istintivo e spericolato. Per questo i suoi genitori gli vietano di frequentarlo, ma lui continua a farlo di nascosto. In una delle loro scorribande finiscono per visitare un freak show, uno spettacolo nel quale si esibiscono persone con “caratteristiche particolari”: ci sono la donna barbuta, la donna i cui arti si rigenerano, il ragazzo serpente, l’uomo dalla doppia pancia, e infine il vampiro, Larten. Darren non è tanto affascinato dal vampiro in sé, quanto dal suo ragno, tanto da decidere di rubarlo al termine dello show. Steve invece vorrebbe diventare un vampiro, ma Larten rifiuta in malo modo, dicendo che il suo sangue non è adatto. Quando Steve verrà morso dal suo ragno, un disperato Darren si recherà da lui dicendosi disposto a tutto pur di salvare il suo amico morente. Larten accetta di aiutarlo ma a patto di renderlo vampiro e suo assistente. Darren accetta, ma la sua nuova vita non sarà affatto semplice. Dovrà fingere la propria morte e abbandonare la propria famiglia,  accettare di nutrirsi con il sangue, cosa che lui rifiuta categoricamente, nonostante il suo mentore gli ripeta più volte che i vampiri non uccidono le persone, si nutrono solo del loro sangue. Questa è la loro principale differenza rispetto ai loro acerrimi nemici i “Vampanesi” che invece uccidono le loro vittime e provano piacere nel farlo. Darren avrà molto da imparare, conoscerà  nuovi amici, ma anche nuovi e vecchi nemici e si ritroverà a lottare per la salvezza della sua “nuova, grande e strana famiglia”.

Aiuto Vampiro

Vedendo il trailer di questo film e leggendone la trama, molti avranno pensato: “Basta! E’ l’ennesima storia che vede come protagonisti dei vampiri!” Eppure non è così ( chi scrive è una fan sfegatata di True Blood, nonché dei romanzi della serie Twilight di Stephenie Meyer- ma non dei film tratti dai suddetti romanzi, sia ben chiaro- ). Questo film è diverso dai “soliti” film sui vampiri, o meglio, ci mostra i vampiri da un diverso punto di vista, o meglio da un duplice punto di vista: quello di Steve, che ammira i vampiri, li studia, e non sogna altro che poter essere uno di loro, ma gli viene negato da Larten, con tutte le conseguenze che ne conseguiranno; e quello di Darren, che si ritrova vampiro suo malgrado, per salvare la vita a Steve, ma non aveva mai desiderato per sé una cosa del genere. Infatti egli rifiuta di nutrirsi col sangue, e si sente confuso e spaesato, perché non sa più chi sia realmente. Grazie al tempo e agli insegnamenti di Larten, e degli altri abitanti del cirque, arriverà a capire chi è e quale sia il suo destino e ad accettare e ad amare la sua nuova condizione. Egli non appare affatto, soprattutto inizialmente, come il classico vampiro sicuro di sé e felice della sua condizione, così come del resto non rientra in questo quadro Larten, che si rivela un vampiro con dei sentimenti e dei dubbi molto umani.

Aiuto Vampiro

Gran bella prova da parte del cast, caratterizzato da molti volti noti, come l’ottimo John C. Reilly, splendido nei panni del vampiro Larten Crepsley, Salma Hayek, stupenda e conturbante donna barbuta, Willem Dafoe, nel ruolo dell’ambiguo Gavner Purl, e da giovani promettenti come Josh Hutcherson (il protagonista di Un ponte per Terabithia) e Chris Massoglia, un perfetto Darren.

Il finale aperto del film lascia presagire un sequel (che non sarà l’unico, visto che la saga di Darren Shane è composta da ben 12 libri!). La sceneggiatura è stata curata da Brian Helgeland (premio Oscar nel 1997 per L.A. Confidential ), che ha riunito elementi tratti dai primi tre volumi della saga.
In definitiva una pellicola avvincente, divertente e originale, nonostante il protagonista sia (per l’ennesima volta!) un vampiro.

Conclusione: Consigliato.

Voto: 8



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

A proposito dell'autore


Silvia7v 65 condivisioni Vedi il suo profilo
Vedi il suo blog

L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo