Magazine Cultura

Al MoMA di New York per giocare a Tetris

Creato il 20 febbraio 2013 da Infoturismiamoci @Infoturismiamo
MoMa foto
Da Pac-Man a Canabalt, da Another World a Passage, 14 videogiochi a partire da marzo saranno esposti nelle nuove sale della sezione Architettura e Design del Museum of Modern Art di New York. Un piccolo nucleo per iniziare la nuova raccolta, che nei prossimi mesi sarà incrementata con altri 26 titoli, tra questi Super Mario e Snake, perché il MoMa è la casa della cultura, di tutte le arti e dei prodotti dell'ingegno umano, e i videogames rientrano in ciascuna di queste categorie. Per la lista ufficiale dei giochi potrete leggere questo articolo di approfondimento che chiarifica inoltre i criteri di selezione adoperati per la scelta dei titoli. 
Una scelta sicuramente non facile, che ha richiesto oltre 18 mesi di lavoro, ma che ancora una volta fa sì che la prestigiosa istituzione si distingua. Per tradizione infatti è abituata a suscitare perplessità per le sue scelte espositive avanguardistiche e innovative. Sin dal 1929, anno in cui fu organizzata la prima mostra temporanea con solo 8 stampe, i curatori delle collezioni hanno sempre voluto accompagnare i nomi dei più grandi ai talenti emergenti, stabilendo prima degli altri cosa fosse o non fosse: Jackson Pollock non era ancora Jackson Pollock quando il museo gli aprì le sue porte. 
L'anima del museo è il risultato del lavoro delle tre collezioniste che lo fondarono e nutrirono con pezzi delle proprie raccolte, immaginandolo come la casa dell'arte moderna, degli artisti rifiutati da altre istituzioni, degli "scandalosi" non accademici. Adesso sembra strano a pensarci ma c'è stato un tempo in cui Cézanne, Van Gogh, Seurat (l'elenco potrebbe allungarsi di molto) non erano arte e i grandi musei si rifiutavano di accoglierli. 
Le tre donne si affidarono ad un direttore dalle ampie vedute come Alfred H. Barr Jr, tra i primi ad appassionarsi alle arti cosiddette industriali e popolari quali la fotografia, il cinema, il design e a collezionarle quando, ancora una volta, erano troppo all'avanguardia. Questo spiega perché il MoMa è una continua sorpresa, che espone lo spremiagrumi "Piantana Arco" di Achille Castiglioni come l'"Automobile casitalia 202 GT" progettata da Pininfarina. 
Insieme a questi oggetti di uso comune, a fotografie d'epoca, collage e Les demoiselles d'Avignon, oggi al MoMA si può giocare anche a Tetris, per riscoprire la poesia dell'arte e dell'ingegno umano in tutte le sue forme. 
Photo credit: jameleigh via photopin cc

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Pasolini al MoMA di New York

    Pasolini MoMA York

    «È una città magica, travolgente, bellissima. Una di quelle città fortunate che hanno la grazia. Come certi poeti che ogni qualvolta scrivono un verso fanno... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • New York - Edward Rutherfurd

    York Edward Rutherfurd

    Titolo: New YorkTitolo originale: New YorkAutore: Edward RutherfurdTraduttore: S. VivianiEditore: Mondadori Oscar BestsellersPagine: 984Data di pubblicazione: 0... Leggere il seguito

    Da  Frencina
    CULTURA, LIBRI
  • A New York… Waldorf Salad!

    York… Waldorf Salad!

    Se non avesse litigato con sua zia, probabilmente non ci sarebbe stato nessun hotel. Ma il nipote sapeva che per la Signora Caroline Webster Astor, sarebbe stat... Leggere il seguito

    Da  Tuttacronaca
    CUCINA, CULTURA
  • Fotografie di Tuscania al Brooklyn Museum di New York (1895)

    Fotografie Tuscania Brooklyn Museum York (1895)

    Presso il Brooklyn Museum di New York, fondato nel 1895, sono conservate alcune fotografie scattate nel 1895, riguardanti le due chiese di Santa Maria Maggiore ... Leggere il seguito

    Da  Csunicorno
    CULTURA, ITALIA, STORIA E FILOSOFIA
  • I videogame entrano nel MoMa di New York

    videogame entrano MoMa York

    Il Museum of Modern Art di New York, conosciuto più brevemente come “MoMa”, è sempre stato molto attento al mondo dei videogiochi, dopotutto sono anch’essi un... Leggere il seguito

    Da  Darkf3d3
    TECNOLOGIA, VIDEOGIOCHI
  • New York, New York

    York, York

    Sabato 30 marzo parto per un viaggio a New York di una settimana. Spero vivamente di riuscire a trovare il tempo di andare al cinema a vedere almeno un film... Leggere il seguito

    Da  Psichetechne
    CULTURA
  • Il Re di New York

    York

    Ieri ha compiuto settant'anni un attore che amiamo molto. Magnifico interprete scespiriano, ballerino di tip-tap, aspirante suicida in Io e Annie, veterano del... Leggere il seguito

    Da  Unostudioingiallo
    CINEMA, CULTURA